Oculus - Il riflesso del male

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oculus - Il riflesso del male
Titolo originaleOculus
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2013
Durata104 min
Rapporto2.35 : 1
Genereorrore
RegiaMike Flanagan
SoggettoMike Flanagan e Jeff Seidman
SceneggiaturaMarc D. Evans e Jeff Howard
ProduttoreMarc D. Evans e Trevor Macy
Produttore esecutivoJason Blum, Michael Ilitch Jr., Dale Armin Johnson, Anil Kurian, Michael Luisi, D. Scott Lumpkin, Julie B. May, Glenn Murray e Peter Schlessel
Casa di produzioneRelativity Media, Intrepid Pictures, MICA Entertainment, LLC, WWE Studios, BH Productions e Lasser Productions, LLC
FotografiaMichael Fimognari
MontaggioMike Flanagan
MusicheThe Newton Brothers
ScenografiaRussell Barnes
CostumiLynn Falconer
TruccoBudd Bird, Brent Conley, Erica Dewey, Jillian Erickson, Bill Johnson, Bruce Larsen, Thomas Terhaar, Jonathan Thornton e Staci Witt
Interpreti e personaggi

Oculus - Il riflesso del male è un film del 2013 diretto da Mike Flanagan.

L'anteprima mondiale si è tenuta l'8 settembre 2013 al Toronto International Film Festival, mentre è stato distribuito nei cinema dall'11 aprile 2014[1]. La pellicola è basata su un precedente cortometraggio dello stesso Flanagan intitolato Oculus: Chapter 3 - The Man with the Plan[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2013. Il ventunenne Tim viene dimesso dall'ospedale psichiatrico in cui era stato internato 11 anni prima, dopo essere stato considerato responsabile dell'omicidio del padre, improvvisamente impazzito. Viene a prenderlo la sorella Kaylie che, al contrario del fratello, ha passato tutto il tempo ad informarsi sugli eventi soprannaturali attorno al misterioso e antico specchio che il loro padre aveva comprato quando si erano stabiliti nella nuova casa. Kaylie ha individuato la nuova destinazione dello specchio, venduta ad una casa d'aste dove lavora la stessa Kaylie e, per mantenere fede alla vecchia promessa di distruggere lo specchio, Kaylie cerca di convincere il fratello.

Da allora il film si svolge in diversi flashback a ricordare i veri eventi di 11 anni prima. Kaylie con un sotterfugio riesce a riprendersi lo specchio e lo porta nella loro casa di una volta, dove, nello studio del padre, ha installato un complesso sistema di registrazione e una serie di marchingegni, per documentare e contrastare l'attività paranormale dello specchio. Mentre inizia il lungo esperimento, Kaylie parla alle telecamere e inizia a raccontare la storia conosciuta dello specchio, che per secoli ha fatto impazzire i vari proprietari. Tim l'interrompe più volte cercando di dare spiegazioni razionali, ma Kaylie non demorde. Gli eventi iniziano a mischiarsi con quelli accaduti mentre erano bambini e i due fratelli iniziano ad avere diverse allucinazioni.

La situazione precipita quando Kaylie uccide con un pezzo di vaso il proprio fidanzato che era appena entrato in casa, convinta di non avere niente in mano. I giovani continuano a vedere molti eventi della loro infanzia, tutti successivi al trasloco e all'acquisto dello specchio da parte del padre Alan, software designer, che inizia a comportarsi in modo strano dopo aver posizionato lo specchio nel suo studio. I bambini vedono la sagoma spettrale di una donna, che col passare dei giorni inizia ad influenzare anche la loro madre, che presto impazzisce. Stranamente, i piccoli sembrano immuni all'influenza dello specchio e guardano i genitori perdere il lume della ragione. Durante gli eventi odierni, Tim inizia a ricordare tutta la verità e, convinto di distruggere lo specchio, in verità uccide la sorella. Quando arriva la polizia, il ragazzo viene di nuovo arrestato; mentre è seduto sui sedili posteriori dell'auto vede i fantasmi dei suoi genitori e di sua sorella che lo fissano dietro una delle finestre della casa.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è basato su un precedente film del 2005 anch'esso intitolato Oculus. Il cortometraggio, anch'esso un film horror, ha un solo attore e uno specchio.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 è stato realizzato un remake di produzione indiana intitolato Dobaara. La pellicola è diretta da Prawaal Raman ed interpretata dagli attori indiani Huma Qureshi e Saqib Saleem.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WWE® Studios, Relativity and Blumhouse Productions Partner on Intrepid Pictures’ Oculus, su marketwatch.com. URL consultato il 28 aprile 2014.
  2. ^ Scares come in pairs in horror movie ‘Oculus’, su Charlotte Observer. URL consultato il 28 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2014).
  3. ^ -interview-oculus/ Director Mike Flanagan Interview,Oculus [collegamento interrotto], su moviesonline.ca. URL consultato il Aug 6, 2014.
  4. ^ (EN) Winners Empire Awards 2015, su www.empireonline.com. URL consultato il 20 aprile 2015.
  5. ^ L'horror Oculus rifatto in India: guarda il trailer dell'horror Dobaara, comingsoon.it. URL consultato l'11 maggio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema