Nick Schenk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nick Schenk (Minneapolis, 12 novembre 1965) è uno sceneggiatore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nicholas Fred Schenk nasce a Minneapolis nel 1965 da Anita Elisabeth Gareis e Marvin Willard Schenk[1].

Dopo gli studi alla Columbia Heights High School e al Minneapolis College of Art and Design[2], ha mosso i primi passi come attore e sceneggiatore per il game show sul bowling Let's Bowl e per BoDog Fight, uno show sulle arti marziali[3].

Dopo aver lavorato come autista, commesso e operaio, ha ottenuto notorietà nel 2008 quando una sua sceneggiatura è stata opzionata dal regista Clint Eastwood e trasposta nel film Gran Torino[4] risultando vincitrice di un National Board of Review Award[5].

Dopo aver scritto la sceneggiatura di The Judge nel 2014, è tornato a lavorare con Eastwood nel 2018 per il film Il corriere - The Mule sviluppando un articolo del giornalista Sam Dolnick sul corrire della droga Leo Sharp[6].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Let's Bowl, serie TV (1998) (2 episodi)
  • BodogFigh, serie TV (2006) (3 episodi)
  • Narcos, serie TV (2015) (2 episodi)
  • Harley and the Davidsons, serie TV (2016) (1 episodio)
  • Manhunt: Unabomber, serie TV (2017) (1 episodio)

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Informazioni biografiche, su ethnicelebs.com. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  2. ^ (EN) Kristin Tillotson, Movies: Writer Nick Schenk gets help from Iron Man, su startribune.com, 12 settembre 2014. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  3. ^ (EN) Rookie screenwriter finds the right mentor: Clint Eastwood, su latimesblogs.latimes.com, 26 novembre 2008. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  4. ^ (EN) Writer and former trucker floors it with 'Gran Torino', su ctvnews.ca, 9 gennaio 2009. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  5. ^ (EN) Tutti i vincitori dell'edizione 2008, su nationalboardofreview.org. URL consultato il 16 dicembre 2018.
  6. ^ (EN) Manohla Dargis, ‘The Mule’ Review: Clint Eastwood’s Very Strange Drug Trip, su nytimes.com, 14 dicembre 2018. URL consultato il 16 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN91129650 · ISNI (EN0000 0000 6609 8902 · LCCN (ENno2009104146 · BNF (FRcb166028659 (data)