Nick Punto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nick Punto
Nick Punto on June 28, 2011.jpg
Punto con la maglia dei St. Louis Cardinals
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Italia Italia (dal 2009)
Altezza 175 cm
Peso 88 kg
Baseball Baseball pictogram.svg
Record
Batte ambidestro
Tira destro
Debutto in MLB 9 settembre 2001 con i Philadelphia Phillies
Media battuta (AVG) .245
Fuoricampo (HR) 19
Punti battuti a casa (RBI) 263
Ruolo 2B, 3B, SS
Ritirato 2014
Carriera
Squadre di club
2001-2003 Philadelphia Phillies
2004-2010 Minnesota Twins
2011 St. Louis Cardinals
2012 Boston Red Sox
2012-2013 L.A. Dodgers
2014 Oakland Athletics
Nazionale
2009-2013 Italia Italia
 

Nicholas Paul Punto (San Diego, 8 novembre 1977) è un ex giocatore di baseball statunitense naturalizzato italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato la Trabuco Hills High School a Mission Viejo (California) e il Saddleback College, è stato scelto dai Philadelphia Phillies al 21º giro del draft MLB del 1998.

Ha debuttato in MLB il 9 settembre 2001 contro i Montreal Expos, in un incontro vinto 12-4. Complessivamente con i Phillies ha disputato 77 incontri in 3 stagioni, realizzando una media battuta di .223.

Nel 2004 si è trasferito ai Minnesota Twins dove rimase 7 stagioni, giocando 747 partite (media battuta .248).

Nel 2011 è passato ai St. Louis Cardinals, con i quali ha disputato 63 incontri (media battuta .278) e vinto le World Series.

Ha giocato poi per i Boston Red Sox (65 match con .200), i Los Angeles Dodgers (22 incontri con .286) e gli Oakland Athletics.

Nel 2014, dopo aver firmato un contratto nelle Minors con gli Arizona Diamondbacks, decise di ritirarsi dall'attività agonistica.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Lou, anch'egli giocatore di baseball e scelto al draft dai Boston Red Sox, Punto vanta origini sorrentine che gli hanno valso l'acquisizione della cittadinanza italiana.[1] Con la maglia azzurra ha disputato il World Baseball Classic del 2009 e del 2013, per un totale di 10 apparizioni.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'orgoglio dei "paisà" | baseball.it, su baseball.it. URL consultato il 23 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2015).
  2. ^ World Baseball Classic 2013 Media Guide, su fibs.it.
  3. ^ Le presenze degli azzurri | fibs.it Archiviato il 31 marzo 2013 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]