Nerello cappuccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nerello cappuccio
Dettagli
SinonimiNerello mantellato
Paese di origineItalia Italia
Colorebacca nera
Italia Italia
Regioni di coltivazioneSicilia
Calabria
DOCEtna
Faro
Sant' Anna di Isola di Capo Rizzuto
Savuto
Sicilia
http://catalogoviti.politicheagricole.it/result.php?codice=164

Il Nerello cappuccio (conosciuto anche come Nerello mantellato) è un vitigno coltivato alle falde dell'Etna nella provincia di Catania, e nella provincia di Messina, che concorre alla produzione dei vini Etna doc e del Faro DOC.

Il vitigno[modifica | modifica wikitesto]

Il Nerello cappuccio è un vitigno autoctono che cresce sulle pendici del vulcano Etna fra i 350 e i 900 s.l.m.. Esso concorre, per circa il 20% alla produzione del vino Etna rosso. Il suo nome è dovuto alla particolare conformazione della pianta, coltivata ad alberello.

La sua origine non è nota ma viene coltivato in loco da diverse centinaia di anni. La sua produzione è andata calando anno dopo anno e per un certo periodo se ne è temuta l'estinzione. Come il Nerello mascalese, con cui concorre alla produzione dell'Etna rosso, viene raccolto molto tardi, verso la metà del mese di ottobre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]