Motori Chrysler Pentastar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chrysler Pentastar
Jeep Wrangler Unlimited Sport engine.jpg
Motore Pentastar 3,6 V6 montato su una Jeep Wrangler Unlimited Sport del 2015
Descrizione
Costruttore Fiat Chrysler Automobiles
Tipo motore a V
Numero di cilindri 6
Raffreddamento a liquido
Alimentazione benzina
Distribuzione 4 valvole per cilindro
Dimensioni
Lunghezza 503 mm
Cilindrata 3,0 litri
3,2 litri
3,6 litri
Alesaggio 91 mm
96 mm
Corsa 83 mm
Rap. di compressione 10,7:1
10,2:1
Prestazioni
voci di motori presenti su Wikipedia

I motori Chrysler Pentastar sono una famiglia di propulsori alternativi sviluppati dall'omonimo gruppo automobilistico americano. Hanno fatto il loro debutto nel 2011 su alcuni modelli Chrysler, Dodge e Jeep.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Lancia Thema equipaggiata con un 3.6 Pentastar

Sono prodotti in diverse cilindrate, presentano un'architettura a 6 cilindri a V con angolo di 60° tra le bancate, e sia il monoblocco che la testa sono in lega di alluminio.

La distribuzione, con 24 valvole a fasatura variabile sia sul lato aspirazione che lato scarico, presenta doppi alberi a camme in testa azionati da catene metalliche silenziose.

Possono essere alimentati anche con Etanolo E85 e con benzina a 87 ottani, supportano la disattivazione dei cilindri.

La recente progettazione ha permesso di adottare accorgimenti tipici dei propulsori di ultima generazione per la riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. La Lancia Thema equipaggiata col propulsore 3.6 286 CV ha un consumo medio nel misto di 9,4 l/100 km.[1]

Veicoli[modifica | modifica wikitesto]

I motori Pentastar sono adottati dai seguenti modelli:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]