Moraldo Rossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Moraldo Rossi (Venezia, 1º gennaio 1926) è uno sceneggiatore e regista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonati gli studi di ingegneria e la passione per il circo, lasciò la provincia veneta per recarsi a Roma. Qui conobbe Federico Fellini, di cui fu aiuto regista e ispiratore fin dal suo primo film[senza fonte] dal 1951 al 1959 e grande amico. A lui il regista riminese dedicò tre personaggi: il "Moraldo" de I vitelloni, il "Matto" de La strada e il protagonista del mai realizzato Moraldo in città. Sua sorella è l'attrice Cosetta Greco.

In seguito, Moraldo Rossi fu sceneggiatore e regista cinematografico e televisivo, dirigendo tra l'altro più di 1000 caroselli.[senza fonte]

Moraldo Rossi è anche autore letterario, premiato da Editori & Associati con "Premio Narrativa Studio 12" nel edizione 1998.[senza fonte]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regia[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Cronache di uno smemorato, Edilazio, 2015
  • Sogna Federico Sogna. Fellini, quel mio unico perfido amico, Le Mani, 2012, ISBN 9788880125969
  • Racconti irragionevoli, Edilazio, 2011, ISBN 9788896517659
  • Con Tatti Sanguineti, Fellini & Rossi, il sesto vitellone, Le Mani, Cineteca di Bologna, 2001

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Pelliccia, Set Tuscia di Federico Fellini. Memorie di un luogo. Conversazione con Moraldo Rossi, 2008, Armando Editore, ISBN 9788896517659

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN80350334 · SBN IT\ICCU\UBOV\556500 · GND (DE135915325