Monte Luco (Alpi Retiche meridionali)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Luco
Laugenspitze von NW.JPG
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
ProvinciaBolzano Bolzano
Altezza2 434 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate46°32′02.3″N 11°04′59.94″E / 46.533973°N 11.083317°E46.533973; 11.083317Coordinate: 46°32′02.3″N 11°04′59.94″E / 46.533973°N 11.083317°E46.533973; 11.083317
Altri nomi e significatiLaugenspitze (tedesco)
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Luco
Monte Luco
Mappa di localizzazione: Alpi
Monte Luco (Alpi Retiche meridionali)
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Orientali
Grande SettoreAlpi Sud-orientali
SezioneAlpi Retiche meridionali
SottosezioneAlpi della Val di Non
SupergruppoCatena Olmi-Luco-Roen
GruppoCatena delle Maddalene
SottogruppoCostiera del Monte Luco
CodiceII/C-28.II-A.1.b

Il Monte Luco (detto anche Monte Lucco, Laugenspitze in tedesco) è una montagna delle Alpi Retiche meridionali alta 2.434 m s.l.m. Fa parte della Catena delle Maddalene, sullo spartiacque tra l'alta val di Non e la val d'Ultimo, nel comune di Castelfondo, in provincia di Trento.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Costituisce l'estremo nord-est della Catena delle Maddalene.

Si giunge alla cima seguendo il sentiero numero 10 che parte dal Passo Palade e giunge fino alla vetta. Una possibile alternativa è costituita dal sentiero numero 24, che parte da Malga Castrin.

All'altitudine di 2200 m.s.l.m. si trova un laghetto, il Lago del Monte Luco (Laugensee), dove si pratica la pesca del salmerino.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il nome originario della montagna è attestato nel 1495 e nel 1552 come Laugenperg e nel 1770 come Groß Laugen e deriva da un maso omonimo in Val d'Ultimo (1423: der hof ze Laugen). La base etimologica sarà latino "lucus" (bosco, sottobosco) che nella lingua tedesca è stato dittongato in età medioevale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Egon Kühebacher, Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 3, Bolzano, Athesia, 2000, p. 161. ISBN 88-8266-018-4

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carta turistica Le Maddalene (Consorzio turistico Le Maddalene)
  • Carta dei sentieri, KOMPASS (Consorzio turistico Le Maddalene)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]