Monmu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monmu
文武天皇
Emperor Monmu portrait.png
Immagine dell'imperatore Monmu
Imperatore del Giappone
In carica 697-707
Predecessore Jitō
Successore Genmei
Nascita 683
Morte 15 giugno 707
Padre principe Kusakabe
Madre principessa Ahe (imperatrice Genmei)
Consorte Fujiwara no Miyako
Figli imperatore Shōmu

Monmu (68315 giugno 707) è stato il 42º imperatore del Giappone, nipote degli imperatori Tenmu e Jitō, figlio del principe Kusakabe e della principessa Ahe (che divenne l'imperatrice Genmei).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome alla nascita fu Karu no miko (軽皇子, principe Karu).

Quando il padre, principe ereditario Kusakabe, morì, Monmu aveva sei anni. Salì al trono nel 697 e durante il suo regno fu pubblicato nel 701 il codice Taihō, un insieme di leggi che, con le successive revisioni, sarebbero state alla base del diritto penale e del diritto amministrativo giapponese fino al XIX secolo.[1][2]

Regnò fino il 15 giugno 707, quando morì di malattia. Sua madre Ahe gli succedette sul trono. Lasciò un figlio avuto da Fujiwara no Miyako, figlia di Fujiwara no Fuhito: Obito no miko (principe Obito), che divenne l'imperatore Shōmu.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) AA. V.V. (Asiatic Society of Japan), Early Japanese Law and Administration (di G.B. Sansom), in The Transactions of the Asiatic Society of Japan, vol. IX, second series, The Society, 1932, pp. 67-72. Ospitato su biblioteca dell'Università della California.
  2. ^ (EN) Taihō code, in Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc. URL consultato il 14 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Imperatore del Giappone Successore Imperial Seal of Japan.svg
Jitō 697-707 Genmei
Controllo di autoritàVIAF (EN40830216 · LCCN (ENn85292528