Takako Shimazu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Takako
清宮貴子内親王
Crown Prince Akihito & Princess Takako1950-9.jpg
L'allora principe ereditario Akihito con Takako nel 1950.
Principessa Suga
In carica 2 marzo 1939 –
3 marzo 1960
Nascita Palazzo imperiale di Tokyo, 2 marzo 1939
Dinastia Dinastia imperiale del Giappone
Padre Hirohito
Madre Kōjun
Consorte Hisanaga Shimazu
Figli Yoshihisa
Religione Shintoismo

Takako Shimazu (島津貴子?; Tokyo, 2 marzo 1939), nata Takako, Principessa Suga (清宮貴子内親王 Suga-no-miya Takako Naishinnō?), è la settima e ultima figlia dell'imperatore del Giappone Hirohito e della sua consorte Kōjun.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Takako è nata nel Palazzo imperiale di Tokyo il 2 marzo 1939[1]; il suo appellativo d'infanzia era Suga-no-miya.

Al pari delle altre sue sorelle, dopo i tre anni non fu più allevata dai suoi genitori biologici ma affidata a una successione di dame di corte in un palazzo separato, costruito per lei e le sue sorelle, nel quartiere Marunouchi di Tokyo nel 1930.

Diplomatasi presso la scuola Gakushūin, imparò inglese insieme ai suoi fratelli da Elizabeth Grey Vining, istitutrice statunitense nel secondo dopoguerra durante l'occupazione americana del Giappone. A marzo 1957 Takako si laureò in letteratura inglese presso il collegio femminile dell'Università Gakushūin.

Il 3 marzo 1960 Takako sposò Hisanaga Shimazu (1934), anche lui in odore di nobiltà e all'epoca analista presso la Japan Export-Import Bank (JEXIM), conosciuto tramite amici comuni al Gakushuin.

Con il suo matrimonio Takako rinunciò all'appartenenza alla famiglia reale e adottò il cognome del marito, in conformità alla legge della casa imperiale del 1947. I media occidentali hanno descritto lo sposo come "un comune impiegato di banca", anche se in realtà era discendente diretto dell'ultimo daimyō del dominio di Satsuma e cugino materno dell'imperatrice Kōjun. Egli ha mantenuto il titolo di conte (hakushaku) sotto il sistema di nobiltà kazoku, fino a quando sono stati aboliti i titoli nobiliari nel 1947.

Nel 1963, tre anni dopo il matrimonio, è scampata a un tentativo di sequestro. A causa dell'ampia copertura mediatica, la posizione della casa della coppia era risaputa, come anche la sua dote di 500 000 dollari. In Giappone, infatti, alla sposa viene data una somma di denaro per il suo matrimonio. Un membro del gruppo criminale ha fatto una soffiata alla polizia prima che potesse cominciare il fatto criminoso.[2]

Hisanaga Shimazu ha perseguito una carriera trentennale alla JEXIM, ha mantenuto incarichi a Washington, negli Stati Uniti, e a Sydney, in Australia, sempre accompagnato dalla moglie. Nel 1987, è diventato membro del consiglio di amministrazione della Sony Corporation dopo il suo ritiro dalla banca. È stato direttore esecutivo della Fondazione Sony per l'educazione scientifica dal 1994 al 2001, ed attualmente è direttore della ricerca dell'Istituto Yamashina per l'ornitologia.

L'ex principessa ha fatto numerose apparizioni televisione come commentatrice di eventi mondiali e fa parte del consiglio di amministrazione della catena Prince.

Takako e suo marito hanno un figlio, Yoshihisa, nato il 5 aprile 1962.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Takako Shimazu Padre:
Hirohito
Nonno paterno:
Taishō
Bisnonno paterno:
Meiji
Trisavolo paterno:
Kōmei
Trisavola paterna:
Nobile Yoshiko Nakayama
Bisnonna paterna:
Nobile Yanagihara Naruko
Trisavolo paterno:
Conte Takamitsu Yanagihara
Trisavola paterna:
Nobile Utano Hasegawa
Nonna paterna:
Imperatrice Teimei
Bisnonno paterno:
Principe Kujō Michitaka
Trisavolo paterno:
Principe Kujo Hisatada
Trisavola paterna:
Nobile Tsuneko Karahashi
Bisnonna paterna:
Nobile Ikuko Noma
Trisavolo paterno:
Nobile Yorioki Noma
Trisavola paterna:
Nobile Kairi Yamokushi
Madre:
Imperatrice Kōjun
Nonno materno:
Principe Kuniyoshi Kuni
Bisnonno materno:
Principe Kuni Asahiko
Trisavolo materno:
Principe Fushimi Kuniie
Trisavola materna:
Nobile Nobuko Toriikōji
Bisnonna materna:
Nobile Makiko Izumi
Trisavolo materno:
Nobile Toshimasu Izumitei
Trisavola materna:
Nobile Mako Yatoshi
Nonna materna:
Principessa Chikako Shimazu
Bisnonno materno:
Principe Shimazu Tadayoshi
Trisavolo materno:
Principe Shimazu Tadayoshi
Trisavola materna:
Nobile Chimoko Echizen-Shimazu
Bisnonna materna:
Nobile Sumako Yamazaki
Trisavolo materno:
?
Trisavola materna:
?

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa - nastrino per uniforme ordinaria Dama di I Classe dell'Ordine della Corona Preziosa

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bix, Hirohito and the Making of Modern Japan. Pages 270-271
  2. ^ http://archive.japantoday.com/jp/shukan/266[collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Foreign Affairs Association of Japan, The Japan Year Book (Tokyo: Kenkyusha Press, 1939–40, 1941–42, 1944–45, 1945–46, 1947–48).
  • Takie Sugiyama Lebra, Above the Clouds: Status Culture of the Modern Japanese Nobility (Berkeley: University of California Press, 1992).
  • Ben-ami Shillony, Enigma of the Emperors: Sacred Subservience in Japanese History (Kent, U.K.: Global Oriental, 2006).
  • Herbert P. Bix, Hirohito and the Making of Modern Japan, Harper Perennial, 2001, ISBN 0-06-093130-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN256488882 · NDL (ENJA00071420 · WorldCat Identities (EN256488882
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie