Missione sui iuris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La missione sui iuris è la forma più embrionale di Chiesa particolare nella Chiesa cattolica. Si tratta di un territorio in zona di missione, dove il Cristianesimo non è per niente radicato, perché il lavoro missionario è ancora nella sua fase iniziale, detta implantatio Ecclesiae (un'espressione latina che significa: "piantare la Chiesa" in una zona dove essa non è presente).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nella terra di missione ancora non esistono parrocchie, ma solo cappelle e piccole comunità; non esistono preti diocesani, ma solo missionari venuti da fuori; non esiste vescovo, né diocesi, né curia diocesana, ma solo un lavoro di coordinamento tra i missionari presenti.

Quando una missione diventa sui iuris (cioè: "di diritto proprio"), essa inizia appena ad avere una qualche autonomia e una prima forma di struttura; la sua guida viene affidata a uno dei preti missionari, che porta il titolo di superiore della missione ed è nominato dal papa. Con il passare del tempo, e il crescere delle comunità, essa potrà poi diventare prefettura apostolica, vicariato apostolico e, da ultimo, diocesi.

Le missioni sui iuris sono state introdotte nella giurisdizione ecclesiastica con il decreto Excelsum del 12 settembre 1896.[1]

Elenco[modifica | modifica wikitesto]

Le attuali missioni sui iuris della Chiesa cattolica sono le seguenti.

Missione sui iuris Sede Provincia ecclesiastica Superiore
Afghanistan Kabul Immediatamente soggetta alla Santa Sede Giovanni Scalese, B.
Isole Cayman George Town Arcidiocesi di Kingston in Giamaica Allen Henry Vigneron
Funafuti Funafuti Arcidiocesi di Suva Reynaldo B. Getalado, M.S.P.
Sant'Elena, Ascensione e Tristan da Cunha Sant'Elena Immediatamente soggetta alla Santa Sede Hugh Allan, O. Praem.
Tagikistan Dušanbe Immediatamente soggetta alla Santa Sede Pedro Ramiro López, I.V.E.
Tokelau Nukunonu Arcidiocesi di Samoa-Apia Oliver Aro, M.S.P.
Turkmenistan Aşgabat Immediatamente soggetta alla Santa Sede Andrzej Madej, O.M.I.
Turks e Caicos Grand Turk Arcidiocesi di Nassau Joseph William Tobin, C.SS.R.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John P. Beal et al., op. cit., p. 508

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]