The Ministry of Darkness

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ministry of Darkness)
The Ministry of Darkness
Membri The Undertaker (Leader)
Paul Bearer (Manager)
Viscera
Mideon
Bradshaw
Faarooq
Gangrel
Edge
Christian
Debutto gennaio 1999
Scioglimento 26 aprile 1999
Progetto Wrestling

Il Ministry of Darkness fu una stable di wrestling della World Wrestling Federation creata da The Undertaker e il suo manager Paul Bearer nel 1999. Nella versione adottata in questa stable, The Undertaker era una sorta di satanista che, affiancato da Bearer, dai vampiri del Brood (Gangrel, Edge e Christian), dai guardaspalle a pagamento Acolytes (Farooq e Bradshaw), e da Viscera e Mideon, compieva riti neri, sacrifici umani e crocifissioni dei suoi nemici sul suo simbolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 1998, durante Judgment Day: In Your House, Paul Bearer voltò le spalle a Kane e ritornò con The Undertaker, che cominciò a profetizzare che il Ministry of Darkness e la piaga del male si erano infiltrati nella WWF, compiendo così un turn heel. Continuò la sua rivalità con Stone Cold Steve Austin e Kane, ma con metodi più sinistri: cercò di imbalsamare vivo e crocifiggere Austin e far internare Kane in un manicomio.

The Undertaker sparì per settimane dopo essere stato sconfitto in un Buried Alive match a Rock Bottom: In Your House dal "Rattlesnake Texas"; intanto, Bradshaw e Farooq crearono Hell's Henchmen, un tag team diretto da The Jackyl, che cambiò nome e gimmick poco dopo, chiamandosi Acolytes e rivelando di essere i guardaspalle di uno sconosciuto nuovo leader. Sequestrarono Dennis Knight a Raw is War e lo portarono fino a "Lui", personaggio misterioso di identità segreta. Settimane più tardi, "lui" si rivelò The Undertaker, con un nuovo abbigliamento di tuniche nere con cappuccio e una nuova visione da leader satanico. Eseguì un rituale su Dennis Knight, ribattezzandolo come "Mideon". Divenne chiaro che Undertaker stava tramando qualcosa di terribile. Alla Royal Rumble 1999, Undertaker e i suoi seguaci eliminarono alla Royal Rumble match Mabel e lo rapirono. La settimana post Royal Rumble, Mabel venne sacrificato e ribattezzato come "Viscera", unendosi di fatto ai seguaci del Becchino. Nella puntata di Raw del 1 febbraio 1999 una fazione, The Brood, formato da Edge, Christian e Gangrel, si mise al servizio dell'Undertaker. Poche settimane dopo, Undertaker rivelò i suoi intenti: voleva distruggere Vince McMahon e prendere il controllo della WWF. Vince McMahon cercò di arginare la situazione mettendo Undertaker di fronte al fratello Kane nel secondo Inferno Match della storia. Taker vinse tranquillamente il match. Alcuni giorni dopo, Undertaker rivelò che il Ministry prendeva ordini da una "forza superiore", e disse che c'era una donna che era la chiave per il cuore e l'anima dei McMahon. Vince McMahon allora ordinò un Hell In A Cell match fra Undertaker e Big Bossman, la sua guardia del corpo, dopo che il Leader del Ministry aveva lasciato il suo simbolo nel giardino dei McMahon. Il match si svolse a WrestleMania XV. Il Signore delle Tenebre vinse il match e a fine match i Brood apparvero sulla cima della gabbia e calarono una corda dove il Deadman impiccò Big Bossman, mandando un chiaro messaggio a Vince McMahon. Dopo WrestleMania, venne rivelata l'identità della donna di cui parlava Undertaker. Si trattava di Stephanie McMahon, sorella di Shane McMahon e figlia minore di Vince. Quella stessa notte, il Ministry rapì Stephanie. Poco dopo, Ken Shamrock, trovò Stephanie in lacrime nella stanza della caldaie, con il simbolo di Undertaker sulla fronte (un disegno con il simbolo "T" e della "X"). Shamrock aveva rovinato i piani dell'Undertaker, e come punizione, il Becchino fece rapire la sorella di Ken, Ryan,e la sacrificò sul suo simbolo. Poco dopo Ken ritrovò Ryan in lacrime nella stanza delle caldaie, anche lei con il simbolo oscuro. A Backlash, Vince McMahon mandò un Ken Shamrock furioso contro Undertaker, nella speranza che Ken avrebbe spezzato la caviglia del Lord of Darkness con la sua Ankle Lock. Ma Taker vinse il match e Shamrock venne distrutto a fine match da un attacco di Bradshaw. Tutti speravano che il lavoro dell'Undertaker fosse finito lì, ma sfortunatamente non si fermò lì. Sequestrò la limousine di Stephanie McMahon e si allontanò nella notte, mentre Backlash finiva. La sera seguente, Undertaker disse di voler sposare Stephanie McMahon, dicendo che così avrebbe avuto il controllo della Federazione. Fortunatamente però, il WWF Champion Stone Cold Steve Austin interruppe il matrimonio nero. Ma le soprese non erano finte lì. Shane McMahon, si unì a Undertaker, prendendo il controllo della fazione del padre, la Corporation, e formando una stable potentissima, il Corporate Ministry. I membri delle due fazioni quindi, appianarono le divergenze e si unirono per prendere il controllo della WWF. Come primo atto del Corporate Ministry, Shane McMahon ordinò un match valevole per il WWF Title a Over The Edge. Mise Undertaker contro Steve Austin in un "Two Refs Match", un match a due arbitri. Shane sarebbe stato l'arbitro di Undertaker, mentre Vince McMahon sarebbe stato l'arbitro di Austin. Come era facile prevedere, Shane fece un quick count per Undertaker e quindi il Titolo passò nelle mani del Lord of Darkness, nel tragico PPV dove morì Owen Hart. Ma il feud fra Austin e Taker non era finito lì. Taker decise di rivelare a Austin e al mondo interò chi era la "Forza Superiore" dietro al Corporate Ministry. In una puntata di Raw, Taker si presentò sul ring insieme ad una figura incappucciata. E finalmente la "Forza Superiore" si rivelò al mondo intero... Vince McMahon. Il coinvolgimento di Vince McMahon nel Corporate Ministry era solo un pretesto per la distruzione di Steve Austin. Taker ebbe un altro sfidante, The Rock. Dopo aver perso un Triple Threat match contro Triple H e lo stesso The Rock (con quest'ultimo che schienò HHH), il Becchino dovette affrontare il "People's Champion" a King of the Ring, con il WWF Title in palio. Taker vinse il match proprio grazie all'aiuto di Triple H. La sera seguente, Austin sfidò Taker ad un rematch per il WWF Title, e tra lo stupore generale, vinse il match e il Titolo. Taker ottenne un rematch a WWF Fully Loaded 1999. I due si sfidarono in un First Blood Match che Austin vinse. Il Corporate Ministry era ormai al canto del cigno. Fedeli ad Undertaker erano rimasti solamente Viscera e Mideon, che aiutarono più volte il Becchino nella sua nuova alleanza con The Big Show (Unholy Alliance). I due vinsero due volte il World Tag Team Title. In seguito, Undertaker ebbe un infortunio e rimase fuori per curarsi, segnando inevitabilmente la fine del Ministry Of Darkness e del Corporate Ministry.

Il 16 Settembre 2004 a Smackdown! The Undertaker (che a Wrestlemania XX è ritornato con la gimmick del deadman) ha un feud con il WWE Champion John Bradshaw Layfield (la nuova gimmick dell'ex Bradshaw) quando a sorpresa ritornarono Gangrel e Viscera che aggredirono il loro ex leader in favore di JBL facendosi chiamare "The Ministry". I due sfidarono il becchino la settimana successiva in un Handicap Match dove alla fine verranno annientati dalla potenza devastante del loro ex mentore. Finisce qui la storia di una potente Stable che ha dominato, terrorizzato, tenuto in pugno e spadroneggiando davvero sulla WWF. Dando vita ad una forza unica che forse non vedremo mai più nella WWE (da contare che proprio ironia della sorte e stato The Undertaker stesso a creare l'oscuro team nel 1999 e poi mettere fine nel 2004)

Che fine hanno fatto i membri dei Ministry of Darkness[modifica | modifica wikitesto]

The Undertaker: Il deadman è ancora attivo nella WWE anche se appare soltanto in sporadiche apparizioni ed a WWE Wrestlemania

Paul Bearer: Bearer morì il 5 marzo 2013 all'età di 58 anni a causa di un infarto, l'anno seguente verrà introdotto nella WWE Hall of Fame dai figli Michael e Daniel Moody, Kane e The Undertaker

Mideon: Mideon venne rilasciato dalla WWE e lotta in federazioni indipendenti

Faarooq: Faarooq (che ora si fa chiamare Ron Simmons come nella vita reale) appare anche lui in sporadiche apparizioni nella WWE (specialmente per riformare con JBL l'Acolyte Protection Agency abbreviato APA)

Bradshaw: JBL si è ritirato dal wrestling professionistico il giorno dopo Wrestlemania 25 ed è ritornato nel 2012 come commentatore sia di WWE RAW e di WWE Smackdown!

Viscera: Viscera morì il 18 febbraio 2014 a causa di un infarto

Edge: Edge si è ritirato nella WWE due settimane dopo aver difeso il World Heavyweight Title contro Alberto Del Rio a Wrestlemania XXVII, l'11 aprile 2011, a causa del sopraggiungere di una stenosi del canale vertebrale, patalogia che lo avrebbe portato alla paralisi (e di fatto il titolo viene reso vacante). L'anno successivo verrà introdotto nella Hall of Fame dal suo amico fraterno Christian

Christian: Christian dovrebbe essere ritirato nella WWE visto che nella puntata di RAW del 29 dicembre 2014, come guest host insieme a Edge, Paul Heyman (accompagnato dal WWE Champion Brock Lesnar) afferma che "il suo cliente non è li per rompere il collo o mettere fine alla carriera, di due atleti la cui carriera è già terminata"

Gangrel: Gangrel ritornò insieme a Viscera nel 2004 affrontando The Undertaker ma viene sconfitto sonoramente dal becchino, dopo di che si persero le sue tracce

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Durante questa gimmick, The Undertaker era solito recitare una versione ridotta della formula della Magia del Fare tratta dal film Excalibur, di John Boorman.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling