Mike Huckabee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Huckabee
Mike Huckabee speaking at HealthierUS Summit.jpg

54° governatore dell'Arkansas
Predecessore Jim Guy Tucker
Successore Mike Beebe

Dati generali
Partito politico Partito Repubblicano
Tendenza politica conservatore
Firma Firma di Mike Huckabee

Mike Huckabee (Hope, 24 agosto 1955) è un politico e pastore battista statunitense.

Membro del Partito Repubblicano, si è laureato con lode in teologia ed ha svolto la professione di pastore battista: già nel 1978 faceva parte dello staff del telepredicatore James Robinson.

Ha cominciato la sua carriera politica nel 1992 candidandosi al Senato, ma ricevette il 40% dei voti e venne sconfitto dal democratico Dale Bumpers. Dal 1993 al 1996 fu vice governatore dell'Arkansas.

Nel 1996 fu candidato dai repubblicani governatore dell'Arkansas ed in queste consultazioni vinse con grande margine nei confronti del democratico uscente Jim Guy Tucker, coinvolto in uno scandalo. Ricevette dagli elettori un secondo mandato nel 2002, quando con il 53% dei consensi superò Jimmie Lou Fisher.

Rimasto in sella fino al 2007, si è candidato alle Primarie per le Elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2008. Contro le previsioni Huckabee vinse il caucus nell'Iowa battendo il candidato favorito Mitt Romney, e per un certo periodo riuscì a proporsi come outsider nella corsa alla Casa Bianca grazie all'appoggio ricevuto da numerosi attivisti cristiani. Nonostante i buoni risultati elettorali in numerosi stati fra cui Kansas e West Virginia, la carenza di fondi per la campagna elettorale e le limitazioni nel suo programma elettorale non gli hanno permesso di ottenere un numero di delegati sufficiente a contrastare l'ascesa di John McCain, e il 4 marzo 2008 ha annunciato il suo ritiro dalla competizione elettorale.

Si è parlato di lui come un possibile candidato vicepresidente del Partito Repubblicano, prima che McCain scegliesse di assegnare questo ruolo a Sarah Palin.

Nel novembre 2010, riguardo alla diffusione di documenti riservati da parte dell'organizzazione Wikileaks, ha dichiarato che i responsabili dell'operazione dovrebbero essere condannati a morte.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ WikiLeaks: guilty parties 'should face death penalty' The Telegraph, 1 dicembre 2010

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 71566001 LCCN: n97073659

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie