Miguel da Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miguel da Silva
cardinale di Santa Romana Chiesa
Brasão de Manuel da Silva, Cardeal.jpg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Viseu
Amministratore apostolico di Massa Marittima
 
Nato1480, Évora
Consacrato vescovodicembre 1529
Creato cardinale19 dicembre 1539 da papa Paolo III
Pubblicato cardinale2 dicembre 1541
Deceduto5 giugno 1556, Roma
 

Miguel da Silva, a volte anche Sylva o Silvio (Évora, 1480Roma, 5 giugno 1556), è stato un cardinale e vescovo cattolico portoghese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Diogo, primo conte di Portalegre, e Maria de Ayala, fu secondogenito di sette figli. Compì i suoi studi oltre che in Francia, specie a Parigi, soprattutto in Italia, tra le città di Siena, Bologna e Roma. Tra il 1512 ed il 1517 partecipò al Concilio Lateranense V. Fu ambasciatore del Portogallo, durante i pontificati dei papi Leone X (1513-1521), Adriano VI (1522-1523) e Clemente VII (1523-1534). Nel 1526 ritornò in Portogallo dove divenne anche consigliere del re Giovanni III. Fu molto amico del pittore Raffaello Sanzio e dello scrittore e letterato Baldassarre Castiglione, il quale gli dedicò la sua opera più famosa, Il Cortegiano.

Carriera ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 novembre 1526, all'età di 46 anni, venne designato vescovo della diocesi di Viseu e fu ordinato nel dicembre 1529. Si dimise dalla carica il 22 aprile 1547. Contro la volontà del re, partì per Roma e durante il concistoro del 19 dicembre 1539 venne creato cardinale in pectore da papa Paolo III. La creazione fu pubblicata il 2 dicembre 1541. Il 6 febbraio dello stesso anno assunse il titolo cardinalizio dei Santi XII Apostoli divenendone cardinale presbitero. Fu poi anche cardinale prete di Santa Prassede (5 ottobre 1543), San Marcello (27 giugno 1552), San Pancrazio fuori le mura (29 novembre 1553) e Santa Maria in Trastevere (11 dicembre 1553). Venne nominato legato pontificio di Venezia, Marca anconitana e Bologna. Dal 1548 al 1549 fu Camerlengo del Sacro Collegio. Nel 1549, durante il soggiorno romano, venne nominato amministratore apostolico della diocesi di Massa Marittima.

Morì a Roma il 5 giugno 1556 e fu sepolto all'interno della basilica di Santa Maria in Trastevere.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo cardinalato Miguel da Silva partecipò ai seguenti conclavi:

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25753263 · ISNI (EN0000 0000 7138 9923 · LCCN (ENn90708731 · GND (DE132056631 · BNF (FRcb122192252 (data) · CERL cnp01331217