Melchiorre Bega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torre Galfa, Milano. Foto di Paolo Monti, 1965 (Fondo Paolo Monti, BEIC).

Melchiorre Bega (Crevalcore, 20 luglio 1898Milano, 22 aprile 1976[1]) è stato un architetto e designer italiano, che operò a partire dagli anni venti sino alla sua morte avvenuta nel 1976.

I suoi progetti colpirono per qualità ed eleganza Gio Ponti.

Palazzo dei congressi, Bologna. Foto di Paolo Monti, 1976 (Fondo Paolo Monti, BEIC).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Melchiorre Bega nacque a Caselle di Crevalcore (BO) nel 1898.

Si laureò in architettura all'Accademia di belle arti di Bologna.

Dal 1941 al 1944 diresse, dopo il fondatore Gio Ponti, la rivista Domus, insieme a Pagano e Bontempelli.

Numerosi i suoi lavori di riqualificazione di vecchi edifici, ville e attività commerciali all'inizio della sua carriera. Successivamente si affermò in Italia e all'estero. Nel dopoguerra si dedicò maggiormente alla progettazione architettonica e urbanistica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Grattacielo SIP, Genova

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano Zironi. Melchiorre Bega architetto. Editoriale Domus

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN42765098 · LCCN: (ENn84057964 · SBN: IT\ICCU\RAVV\052911 · ULAN: (EN500059112