Maximilian Ulysses Browne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Conte Maximilian Ulysses Browne (Basilea, 23 ottobre 1705Praga, 26 giugno 1757) è stato un generale austriaco, figlio di Ulysses (von) Browne e Annabella Fitzgerald, discendeva da parte di padre da una antica stirpe di nobili Giacobiti irlandesi, parenti e Peter Lacy e Georg von Browne de Brùn.

Studiò all'Università Carolina, e come ufficiale entrò nell'Imperiale e regio Esercito austro-ungarico, combattendo in Polonia e in Baviera.

La sua fama è dovuta soprattutto alle sue gesta nella Prima guerra di Slesia, dove con Wilhelm Reinhard von Neipperg e con Carlo Alessandro di Lorena, partecipò alle Battaglie di Mollwitz, contro Kurt Christoph von Schwerin, e di Chotusitz.

Nel 1738 venne promosso tenente generale e decorato con l'Ordine della Croce stellata. Nel 1748 partecipò a varie campagne in Italia e fu governatore del Ducato di Parma e Piacenza nel 1752.

Il 1º ottobre 1756, alla guida di una forza di 34.000 uomini diretta in soccorso della Sassonia invasa da Federico II di Prussia, pur intercettato da Federico e sconfitto a Lobositz inflisse pesanti perdite ai prussiani, che abbandonarono la Boemia ritornando in Sassonia. Fu il primo scontro tra austriaci e prussiani della guerra dei Sette Anni.

Nella campagna dell'anno seguente venne rilevato al comando dal principe Carlo di Lorenza. Pur amareggiato, chiese di servire sotto il Lorena. Alla testa dell'ala destra austriaca nella Battaglia di Praga del 6 maggio 1757, fu ferito mentre guidava una carica di granatieri. Ricoverato nella città, morì per le conseguenze delle ferite il 26 giugno.

Controllo di autorità VIAF: (EN37726589 · GND: (DE119435225 · CERL: cnp00406017
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie