Wilhelm Reinhard von Neipperg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wilhelm Reinhard von Neipperg
Wilhelm-reinhard-neipperg.jpg
27 maggio 1684 – 26 maggio 1774
Morto a Vienna
Dati militari
Paese servito Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero
Forza armata Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Esercito del Sacro Romano Impero
Anni di servizio 17021774
Grado Feldmaresciallo
Guerre Guerra austro-turca (1716-1718)
Guerra russo-turca (1735-1739)
Prima guerra di Slesia
Guerra di successione austriaca
Battaglie Assedio di Belgrado (1717)
Battaglia di Mollwitz
Battaglia di Dettingen

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Wilhelm Reinhard von Neipperg (27 maggio 1684Vienna, 26 maggio 1774) è stato un generale austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Discendente da un'antica famiglia originaria della Svevia, il conte Wilhelm Reinhard von Neipperg, figlio del feldmaresciallo barone Eberhard Friedrich von Neipperg (1656-1725), entrò nel 1702 nell'esercito imperiale e nel 1717 divenne colonnello di un reggimento di fanteria. Egli si segnalò nella sesta guerra austro turca (1716–1718) a Temesvár e Belgrado e nel 1723 divenne maggiore generale e precettore del duca Francesco Stefano di Lorena, il futuro imperatore Francesco I ed il suo fiduciario. Nel 1730 divenne comandante del Lussemburgo, combatté in Italia come luogotenente generale, fu nominato Feldzeugmeister nel 1735 e nel 1737 divenne governatore di Timișoara e combatté nella settima guerra austro-turca.

Il 1º settembre 1739 concluse affrettatamente, senza averne i poteri, il trattato di Belgrado e fu per questo arrestato. Dapprima fu rinchiuso a Győr e successivamente nella fortezza di Glatz. Nel 1741 Maria Teresa d'Austria, in occasione della sua ascesa al trono e dello scoppio della prima guerra di Slesia, fece archiviare il procedimento contro di lui e lo inviò nel 1741 in Slesia come comandante di un'armata contro Federico il Grande. Qui tuttavia egli fu sconfitto il 10 aprile a Mollwitz da Federico II di Prussia. Poco dopo la battaglia egli fu comunque promosso feldmaresciallo e poté ricondurre la sua armata in Boemia.

Successivamente richiamato, nel 1743 partecipò ancora alla battaglia di Dettingen (Guerra di successione austriaca), dopo la quale dovette lasciare il campo di battaglia e fu trasferito a Vienna, ove nel 1753 divenne comandante militare della piazza. Nel 1755 divenne membro del Consiglio di Guerra (Hofkriegsrat).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (austriaco)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Feldmaresciallo del Sacro Romano Impero Successore Héraldique meuble Aigle bicéphale éploye.svg
Otto Ferdinand von Abensberg und Traun 1741 Georg Christian von Lobkowitz
Controllo di autorità VIAF: (EN45083323 · GND: (DE117549886 · CERL: cnp01088211