Mauro Picenardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mauro Picenardi (Crema, 15 gennaio 1735Bergamo, 30 maggio 1809) è stato un pittore italiano.

Figlio d'arte del pittore Tommaso, Mauro Picenardi (o Piccinardi, Picinardi), dopo aver appreso l'arte dal padre, lavora presso l'Accademia di Pittura di Verona, presso la quale, nel 1769, diviene accademico d'onore. Dall'esperienza veronese acquisisce la sua tipica pennellata di ispirazione tiepolesca. La permanenza a Verona lo porta alla notorietà giungendo ad avere importanti commissioni, soprattutto in ambito religioso, ma anche in ambito profano. Muore nella parrocchia di Sant'Andrea a Bergamo nel 1809.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Dipinti[modifica | modifica wikitesto]

Affreschi[modifica | modifica wikitesto]

  • Decorazione degli scaloni di Villa Ghisetti-Giavarina a Ricengo (CR).
  • Apparizione a Caterina (attribuzione), Santuario della Madonna del Pilastello, Dovera (CR).
  • Decorazioni della Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, Verdello (BG).
  • Decorazioni della Chiesa Parrocchiale di San Donnino, Credera (CR).
  • Assunzione, affresco della navata centrale della Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Rotonda, Ripalta Arpina (CR).
  • Madonna Assunta, Chiesa Parrocchiale di San Benedetto, Trigolo (CR).
  • Affresco distrutto, Chiesa Parrocchiale dei Santi Cornelio e Cipirano, Vaiano Cremasco (CR).
  • Affreschi della Chiesa Parrocchiale di S. Lorenzo, Casazza (BG)
  • Affreschi della Chiesa Parrocchiale di S.Giorgio, Zandobbio (BG)
  • Affresco "Compianto su Gesù Cristo morto" 1790 - Chiesa parrocchiale di S. Alessandro Martire in Cortenuova (Bg)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN39273306 · ISNI (EN0000 0000 8222 514X · LCCN (ENnr96005710 · ULAN (EN500191587