Maria di Borgogna (1298-1336)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria di Borgogna (129825 marzo prima del 1336) fu contessa consorte di di Bar, dal 1310 alla sua morte.

Stemma dei Duchi di Borgogna

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la Histoire des ducs de Bourgogne de la race capétienne, vol. VI, Giovanna era la figlia femmina quartogenita del Duca di Borgogna e re titolare di Tessalonica, Roberto II e della moglie, Agnese di Francia[1] (1260-1325), che, come ci viene confermato dalla Chronique anonyme des rois de France, era la figlia minore (ultimogenita) del re di Francia, San Luigi IX (12151270) e di Margherita di Provenza[2] (12211295), che, come riportato dal Vincentii Bellovacensis Memoriale Omnium Temporum era la figlia primogenita del conte di Provenza e conte di Forcalquier, Raimondo Berengario IV (11981245) e della moglie (come risulta dalla cronaca del monaco benedettino inglese, cronista della storia inglese, Matteo Paris (12001259), quando descrive il matrimonio della figlia Eleonora con il re d'Inghilterra, Enrico III[3]), Beatrice di Savoia[4] (12061266).
Roberto II di Borgogna, come ci viene confermato nel testamento del padre del 1272, era il figlio quintogenito ed anche ultimogenito del Duca di Borgogna ed in seguito re titolare di Tessalonica, Ugo IV di Borgogna[5] e della prima moglie, Iolanda di Dreux[6], che, come ci viene confermato dalla Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, era figlia del conte di Dreux e di Braine, Roberto III[7] e della moglie (come ci viene confermato dal documento n° LXXIX del Cartulaire du comté de Ponthieu[8]), Eleonora, signora di Saint-Valéry, come appendiamo dalla Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France[9].
Due sue sorelle furono regine di Francia: prima, dal 1314 al 1315, Margherita, moglie di Luigi X di Francia, e poi, dal 1328 al 1349, Giovanna la zoppa, moglie di Filippo VI di Francia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre, Roberto II fu incaricato di importanti missioni dai re di Francia, Filippo III l'Ardito e Filippo il Bello. Da quest'ultimo fu nominato gran ciambellano di Francia.
Nel 1297, Filippo il Bello lo scelse per una delicata missione a Roma, per cui Roberto fece testamento, nominando suo successore il figlio, Ugo e affidando la reggenza alla moglie, Agnese di Francia, sinché Ugo non avesse raggiunto la maggior età, citando inoltre, oltre i figli ancora in vita, un figlio che doveva ancora nascere e che nacque pochi mesi dopo: Maria[10].

Dopo che, nel 1305, si era ammalato[11], suo padre, Roberto II morì il 21 marzo 1306 lasciando erede il figlio Ugo, sotto la tutela della madre, Agnese di Francia[10].

Secondo la storico inglese, Thomas Rymer (ca. 1643 – 13 Dicembre 1713) il re inglese, Edoardo I Plantageneto, nel 1306, scrisse una lettera alla mamma di Maria, la duchessa reggente di Borgogna, Agnese di Francia, proponendo un matrimonio, tra la figlia di Agnese, Maria e un nipote di Edoardo I, anche lui di nome Edoardo[12].
Il contratto di matrimonio tra Edoardo di Bar e Maria fu redatto a Bar-sur-Aube, il 13 giugno 1306, dal fratello di Maria, il duca di Borgogna, Ugo V, come da documento n° 577 del Cartulaire de Hugues de Chalon (1220-1319)[13].

A Montbard, l'11 febbraio 1310, Maria sposò il conte di Bar, Edoardo I, figlio del conte di Bar, Enrico III e di Eleonora d'Inghilterra[1], figlia del re d'Inghilterra e duca d'Aquitania Edoardo I Plantageneto e della sua prima moglie, Eleonora di Castiglia, figlia secondogenita del re di Castiglia, Ferdinando III il Santo e di Giovanna di Dammartin, Contessa di Ponthieu (contea nel dipartimento della Somme le cui città principali erano Abbeville e Montreuil-sur-Mer).
Enrico III di Bar era figlio di Tebaldo II di Bar e di Giovanna di Toucy.

Maria morì prima del marito, prima del 1336[12]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Maria ed Edoardo ebbero tre figli[14][15]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) #ES Histoire des ducs de Bourgogne de la race capétienne, tome VI, pag. 116
  2. ^ (FR) Recueil des historiens des Gaules et de la France. Tome 21, Chronique anonyme des rois de France, Pag 81
  3. ^ (LA) Matthæi Parisiensis, Monachi Sancti Albani, Chronica Majora, volume III, anno 1236, pagg 334 e 335
  4. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, Tomus XXIV, Ancentii Bellovacensis Memoriale Omnium Temporum, anno 1233, pag 161
  5. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 75
  6. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 97
  7. ^ (LA) Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium, anno 1229, Pag 924, con relativa nota 6
  8. ^ (LA) Cartulaire du comté de Ponthieu, doc. LXXIX, pagg 116 -119
  9. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 72
  10. ^ a b (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pagg. 100 e 101
  11. ^ (FR) #ES Histoire généalogique des ducs de Bourgogne de la maison de France, pag. 103
  12. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : duchi di Borgogna - MARIE de Bourgogne
  13. ^ (LA) Cartulaire de Hugues de Chalon (1220-1319), doc. 557, Pag 442
  14. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : Conti di Bar - MARIE de Bourgogne (EDOUARD de Bar)
  15. ^ a b (EN) #ES Genealogy : Bar 2 - Marie de Bourgogne (Edward I)
  16. ^ (LA) Histoire généalogique de la maison de Dreux de Bar le Duc, de Luxembourg et..., Preuves de l'histoire, Pag 50

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]