Maçanet de Cabrenys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maçanet de Cabrenys
comune
Maçanet de Cabrenys – Stemma Maçanet de Cabrenys – Bandiera
Maçanet de Cabrenys – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of Catalonia.svg Catalogna
Provincia Bandera antiga de la provincia de Girona.svg Girona
Territorio
Coordinate 42°23′19″N 2°45′07″E / 42.388611°N 2.751944°E42.388611; 2.751944 (Maçanet de Cabrenys)Coordinate: 42°23′19″N 2°45′07″E / 42.388611°N 2.751944°E42.388611; 2.751944 (Maçanet de Cabrenys)
Altitudine 370 m s.l.m.
Superficie 67,9 km²
Abitanti 723 (2008)
Densità 10,65 ab./km²
Comuni confinanti Albanyà, Amélie-les-Bains-Palalda (FR-66), Céret (FR-66), Darnius, Maureillas-las-Illas (FR-66), Reynès (FR-66), Saint-Laurent-de-Cerdans (FR-66), Sant Llorenç de la Muga, La Vajol
Altre informazioni
Cod. postale 17720
Prefisso (+34)...
Fuso orario UTC+1
Targa GI
Comarca Alt Empordà
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Maçanet de Cabrenys
Maçanet de Cabrenys

Maçanet de Cabrenys è un comune spagnolo situato nell' Alt Empordà (Catalogna) e conta 700 abitanti. Fa anche parte della subcomarca della Alta Garrotxa. Si trova ai piedi del versante orientale dei Pirenei. Il villaggio, a 370 mt. di altitudine, si trova in una valle tra i punti più alti del suo territorio: il Puig de Les Salines (1.331 m) e l' El roc di Frausa (1.445 m.)

Entità de popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Il campanile della chiesa di Sant Martí dietro le case del vecchio ponte
  • Maçanet de Cabrenys
  • Arnera
  • Les Creus
  • Les Mines
  • Les Salines
  • Tapis
  • Els Vilars
  • Oliveda

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La valle fu abitata fin dai tempi preistorici. Viene citato per la prima volta in un precetto di Ludovico il Pio nel corso dell'anno 814, che stabilisce che Céret confina al sud con "villam quae dicitur Macanetum". Nel 954 Guifré II di Besalú donò al monastero di Sant Pere de Camprodon una proprietà fondiaria di Tapis per consentire la costruzione del santuario di Les Salines.

Nel 1553 la peste uccide metà della popolazione del paese. Nel luglio 1675 il tenente generale francese Le Bret[1], con 1.500 uomini, saccheggia il villaggio.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La presenza di un ottimo clima e diverse fonti economiche, ha favorito lo sviluppo del turismo, principale fonte di reddito del paese, insieme ad aziende di costruzione, all’agricoltura pluviale ed al bestiame. Nel territorio del comune è presente anche un impianto di imbottigliamento di acqua. Nel passato erano presenti aziende di prodotti tessili, di materiali ferrosi, e fabbriche di tappi di sughero.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant Martí[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant Martí, XII°-XIII° secolo, appartiene al tardo romanico. È costituita da una navata rettangolare coperta a volta ad arco ogivale e un' abside semicircolare coperto da una cupola a forma di mandorla. Il portale è costituito da un timpano a sbalzo liscio, quattro archi e un archivolto, con la porta di legno.

Cappella di Sant Sebastià[modifica | modifica wikitesto]

La cappella di Sant Sebastià venne costruita a seguito del focolaio di peste nel XVI° secolo, con contributi popolari. La cappella attuale è stata ricostruita nel XVIII° secolo.

Santuario della Madonna de Les Salines[modifica | modifica wikitesto]

Si trova vicino alla cima del monte Les Salines. E' situato a 1.100 metri s.l.d.m. e si trova a 15 chilometri dalla città. Venne costruito nel 1271 e ristrutturato nel XVIII° secolo.

Tapis[modifica | modifica wikitesto]

Tapis dalla strada tra Costoja e Maçanet de Cabrenys

Tapis è un villaggio situato nel comune di Maçanet de Cabrenys. È citato per la prima volta in un documento del 954. Nel 2005 contava 25 abitanti.

La chiesa di Sant Briç[modifica | modifica wikitesto]

E' un edificio risalente alla fine del XII° secolo o l'inizio del XIII°. E' formato da una sola navata, due cappelle laterali, e un transetto. L'abside, semicircolare, con volta a forma di mandorla, si apre sulla nave per mezzo di un doppio arco. La snellezza del turno, le proporzioni, lo stile e la struttura dei capitelli del portale, sono elementi che rappresentano la fase finale dal romanico.

Montagne de Maçanet de Cabrenys[modifica | modifica wikitesto]
  • Roc de Frausa
  • Roc del Comptador
  • Roc de la Campana
  • Castell de Bac Grillera
  • Puig d'Avall
  • Puig del Boixer
  • Puig Brosser
  • Puig de Calabuig
  • Puig del Coll dels Pins
  • El Cornell
  • Puig de la Creu
  • La Creu del Canonge
  • El Moixer
  • Puig de l'Evangeli
  • Puig del Faig
  • Puig Falcó
  • Puig Farner
  • Puig de la Guàrdia
  • Puig de la Jana
  • Roca Saquer
  • Puig de la Màquina
  • Puig de Milà
  • Puig de les Pedrisses
  • Puig de la Quera
  • Roc de la Sentinella
  • Roc del Pou
  • Rocacinta
  • Puig de les Roques
  • Puig de Rovirós
  • Puig del Solà de Sant Pere

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] David Steward: Assimilation and acculturation in seventeenth-century Europe: Roussillon and France 1659-1715

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316734040
Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna