Bolvir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bolvir
comune
Bolvir – Stemma
Bolvir – Veduta
Localizzazione
StatoSpagna Spagna
Comunità autonomaFlag of Catalonia.svg Catalogna
ProvinciaGerona
Territorio
Coordinate42°25′13″N 1°52′56″E / 42.420278°N 1.882222°E42.420278; 1.882222 (Bolvir)Coordinate: 42°25′13″N 1°52′56″E / 42.420278°N 1.882222°E42.420278; 1.882222 (Bolvir)
Altitudine1 145 m s.l.m.
Superficie10,3 km²
Abitanti267 (2001)
Densità25,92 ab./km²
Comuni confinantiFontanals de Cerdanya, Ger, Guils de Cerdanya, Puigcerdà
Altre informazioni
Cod. postale17539
Fuso orarioUTC+1
Codice INE17024
TargaGI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Bolvir
Bolvir
Sito istituzionale

Bolvir è un comune spagnolo di 267 abitanti situato nella comunità autonoma della Catalogna. Fa parte della regione storica nota come Cerdagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune si blasona:

«scudo a losanga: di verde alla stella d’argento accompagnata da due vomeri di aratro di nero; timbrato da una corona muraria di villaggio.»

Adottato ufficialmente il 13 dicembre 1991. La stella d'argento è un simbolo tradizionale di Bolvir. I vomeri ai lati della stella fanno riferimento all'importanza dell'agricoltura nell'economia del paese.[1]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Cecilia di Bolvir
  • Chiesa di Santa Cecilia, costruita alla fine del XII secolo in stile romanico a navata unica, in seguito vennero aggiunti la sacrestia e due cappelle. È a pianta rettangolare con un'abside semicircolare. Il portale, oggi nella sua posizione originale sulla facciata sud (grazie ad un restauro del 1928, dopo esser stato traslato nel 1886 ai piedi del campanile), ha tre archivolti, di cui quello centrale poggia su colonne con capitelli zoomorfi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Manuel Bassa i Armengol, Els escuts heràldics dels pobles de Catalunya, Barcelona, Millà, 1968, pp. 85 e 97.
  2. ^ Enric Ventosa i Serra, Les esglésies Romàniques de la Cerdanya, Barcelona, Farell Editors, 2004, ISBN 978-8495695390.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316733628
Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Spagna