Ludi Triumphales

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ludi Triumphales
Rome-Capitole-StatueConstantin.jpg
Tipo di festareligiosa
Periodo18 settembre
Celebrata aRoma
ReligioneReligione romana
Oggetto della celebrazioneFestività romana con la quale si celebrava la vittoria di Costantino I su Licinio nella battaglia di Calcedonia.

I Ludi Triumphales (in italiano: Ludi trionfali) erano dei giochi nell'antica Roma celebranti la vittoria di Costantino I su Licinio nella battaglia di Calcedonia.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questi giochi sono attestati nella Cronografo del 354, un calendario illustrato dell'anno 354, secondo il quale i ludi duravano dal 18 al 22 settembre. Il giorno dell'anniversario celebrato era il 18 settembre; normalmente i ludi sarebbero quindi iniziati il 13 settembre in modo da terminare nell'anniversario della vittoria, ma dal 13 al 18 settembre c'erano già i Ludi Romani e per questo motivo i Ludi Triumphales furono spostati al 18.[2]

Il 18 settembre 335 Costantino nominò suo nipote Flavio Dalmazio cesare.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ H. Stern, Le calendrier du 354, p. 82.
  2. ^ H. Stern, Le calendrier du 354, p. 81; A. Degrassi, Inscriptiones Italiae, volume 13, Rome, 1963, pp. 509-511.
  3. ^ Chronicon Paschale, 335.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Fraser, "Constantine and the Encaenia", Studia Patristica 39. Ed. Elizabeth A. Livingstone. Leuven: Peeters, 1997: pp. 25–28.