Lemuria (cerimonie)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lemuria
Tiporeligiosa
Data9, 11 e 13 maggio
Celebrata inAntica Roma ed Europa
ReligioneRomana e Cristiana
Oggetto della ricorrenzaFestività romana in onore dei Lemuri, cioè gli "spiriti della notte"
Altri nomiHalloween o Samhain

I Lemuria o Lemuralia erano delle feste dell'antica Roma, che venivano celebrate il 9, l'11 e il 13 maggio, per esorcizzare gli spiriti dei morti, i lemuri.[1]

La tradizione voleva che ad istituire queste festività fosse stato Romolo per placare lo spirito del fratello Remo, da lui ucciso[2].

Il rituale prevedeva che il pater familias gettasse alle sue spalle alcune fave nere per il numero simbolico di nove volte, recitando formule propiziatorie.

Nel 609 Papa Bonifacio IV sostituì Lemuria, con il giorno di Tutti i Santi, festeggiato il 13 maggio fino al 732, quando Papa Gregorio III trasferì il festeggiamento del giorno dei Tutti i Santi il 1º novembre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lemuri, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ Ovidio, Fasti V, 473 ss.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]