Armilustrium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Armilustrium
Tiporeligiosa
Data19 ottobre
Celebrata aRoma
ReligioneReligione romana
Oggetto della ricorrenzaFestività romana in onore di Marte, dio della guerra. Celebrava in origine la fine delle campagne militari e la purificazione delle armi

L'Armilustrium era una festività dell'antica Roma in onore di Marte, dio della guerra, celebrata il 19 ottobre.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In questo giorno le armi dei soldati subivano una purificazione rituale e riposte per l'inverno. La cerimonia della lustratio si svolgeva sul colle Aventino, luogo dove si presume fosse stato stato sepolto il re, coreggente con Romolo, Tito Tazio. Oggi vi sorge piazza dei Cavalieri di Malta, ornata da Giovanni Battista Piranesi con rilievi secondo il tema dell'Armilustrium. L'ordine sacerdotale danzante dei Salii, dedicato a Marte, aveva parte rilevante nel cerimoniale.[1]

I cittadini-soldati svolgevano poi il rituale di ripresa delle armi in primavera, ma l'oggetto principale della festività erano le trombe, di qui il nome Tubilustrium da tubae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniele Vanni Vedi tutti i posts, Nell’Antica Roma, 19 ottobre: Armilustrium, fine delle campagne militari e purificazione delle armi, su Verde Azzurro - Notizie, 18 ottobre 2018. URL consultato il 19 ottobre 2021.