Luciano Robotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luciano Robotti
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1951 - giocatore
1960 - allenatore
Carriera
Giovanili
1929-1930 Alessandria
Squadre di club1
193?-1934 Juventus 0 (0)
1934-1935 Pavia 20 (0)
1935-1941 Alessandria 125 (41)
1941-1943 Modena 52 (5)
1945-1946 Biellese 16 (0)
1946-1951 Catanzaro 30 (1)
Carriera da allenatore
1948-1951 Catanzaro
1954-1955 Alessandria Vice
1955 Alessandria
1955-1957 Alessandria Vice
1957-1960 Alessandria
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luciano Robotti (Alessandria, 11 ottobre 1914[1]Novi Ligure, 17 dicembre 1988) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

In gioventù militò nell'Alessandria[2] e nella Juventus.[3]

Vanta 38 presenze e 9 reti in Serie A con l'Alessandria nel periodo 1935-1937. Esordì in A il 29 settembre 1935 in Alessandria-Sampierdarenese (1-1) e seguì poi la squadra grigia in Serie B dopo la retrocessione; collezionò in totale 125 presenze (più i due spareggi-promozione contro Modena e Novara del 1937-38). Con 41 reti è ancora oggi il settimo cannoniere assoluto della squadra grigia.

Giocò nuovamente in A col Modena nel 1941-42.

Nel dopoguerra giocò in Calabria con il Catanzaro.[4] Al periodo in giallorosso risalgono anche le prime esperienze da allenatore.

Negli anni cinquanta entrò a far parte dello staff dell'Alessandria, in Serie B. Promosso primo allenatore assieme a Franco Pedroni nel febbraio 1957 dopo l'esonero di Sperone, condusse la squadra alla promozione in massima serie (1956-57) e la allenò poi per tre stagioni in Serie A.

Morì nel dicembre 1988, a 75 anni.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Modena: 1942-1943

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda Personale Alessandria U.S., Robotti Luciano, 1957-58, consultabile sul sito Museogrigio.it. Il dato è confermato dal Servizio di verifica e corrispondenza tra il codice fiscale e i dati anagrafici di una persona fisica dell'Agenzia delle Entrate, mentre risulta non veritiero quello del 21 febbraio 1914, riportato da altre fonti.
  2. ^ Liste di trasferimento su Il Littoriale, 8 agosto 1930, pag.6
  3. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, da «Il Littoriale», 7 agosto 1934, pp. 4-5
  4. ^ Sito non ufficiale sul Catanzaro, su webalice.it. URL consultato il 19 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2012).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ugo Boccassi, Enrico Dericci, Marcello Marcellini. Alessandria U.S.: 60 anni. Milano, G.E.P., 1973.
  • Marcello Marcellini. Giorni di grigio intenso. Campionato di Serie A 1957-58, la più bella Alessandria del dopoguerra. Alessandria, Litografia Viscardi, 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]