Luca Fanfoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luca Fanfoni (San Secondo Parmense, 5 luglio 1964) è un violinista italiano.

Biografia e carriera artistica[modifica | modifica wikitesto]

Nato a San Secondo Parmense, figlio del clarinettista Ercole Fanfoni (Torrile 1936 – Parma 2010), ha iniziato lo studio del violino al Conservatorio di Parma con Giuseppe Alessandri per proseguire al Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano, ove si è diplomato con il massimo dei voti sotto la guida di Gigino Maestri.Giovanissimo, vince il primo premio al Concorso Internazionale di Stresa, il primo premio al Concorso Nazionale di Pescara e il primo premio alla Rassegna Nazionale Violinistica di Vittorio Veneto. Decisivi per la sua formazione musicale gli incontri e lo studio con musicisti e violinisti di fama internazionale quali Leonid Kogan e Franco Gulli all'Accademia Chigiana di Siena, dove ha ottenuto una borsa di studio che gli ha consentito di studiare con questi prestigiosi musicisti accordandogli nel contempo sia il Diploma di merito che il Diploma d'onore. Ha partecipato con successo a numerosi Concorsi Internazionali, conseguendo nel 1988 il primo premio al Concorso Internazionale "Romano Romanini - Premio Città di Brescia" dopo essersi brillantemente laureato ai Concorsi Internazionali "Giovan Battista Viotti" di Vercelli nel 1987 e al Concorso Internazionale di Genova " Niccolo' Paganini " nel 1989. Negli anni 1989/90 è stato "violino di spalla" dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano dopo aver vinto il concorso a soli 24 anni

Si è esibito in prestigiose sale da concerto, quali: Carnegie Hall di New York, Palazzo del Quirinale di Roma, Philharmonie Hall di Anversa, Kaikan Hall di Kyoto e Geijutsu Gekijo di Tokyo, Sala Verdi di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Music Hall dell'Hochschule di Vienna, Sala dei Concerti del Conservatorio di Lucerna , Pantheon di Roma, Toppan Hall di Tokyo, Concert Hall di Sapporo, Symphony Hall di Okayama, Granship di Shizuoka, Across di Fukuoka, Concert Hall di Nagoya, Bartók Hall - Szombathely , Teatro Municipale di Piacenza, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica, così da poter essere oggi considerato uno fra i violinisti italiani di maggior spicco.

Nel febbraio del 2002 ha debuttato a New York alla Carnegie Hall, dove è stato nuovamente ospite nel febbraio 2003, concerto d'apertura della sua tournée negli Stati Uniti.

nel 2003 ha registrato per Dynamic l'integrale dei 12 Concerti Op.III con i 24 Capricci " L'Arte del Violino " di Pietro Antonio Locatelli con il complesso cameristico "Reale Concerto", sia in veste di solista e direttore. La registrazione ha ricevuto strepitosi consensi da parte della critica specializzata

..Luca Fanfoni con questa edizione integrale dell'Arte del Violino ha realizzato un'autentica impresa ...(AMADEUS aprile 2003)

Nell'ottobre 2004, l'importante rivista musicale italiana Amadeus ha prodotto e pubblicato le sei sonate per violino solo di Eugene Ysaye, interpretate da Luca Fanfoni.

E' stato più volte invitato alle trasmissioni in diretta radiofonica di Rai Radio Tre " I Concerti dal Palazzo del Quirinale" "La Stanza della Musica" e "Piazza Verdi".

Con l'orchestra dello Stato di San Marino nel 2006 ha interpretato e diretto il VI° Concerto in mi min di Niccolò Paganini.

Nell'ottobre 2007 Dynamic pubblica l'integrale dei dieci concerti per violino e orchestra di Antonio Lolli in collaborazione con il Reale Concerto di cui Luca Fanfoni è solista e direttore. Sempre dalla casa discografica Dynamic nel 2010 sono state pubblicate le Sonate per violino e basso continuo di Antonio Lolli.

... Lolli fu un violinista straordinario... Pieno merito va riconosciuto a Luca Fanfoni, che ne propone qui l'integrale dei concerti ... Fanfoni ha realizzato un altro progetto importante. Il virtuosismo è risolto in interpretazioni esemplari per forza, gusto e nitore, nel segno di un vivido temperamento che s'ispira ad una prassi esecutiva storicamente informata, capace di infondere nella scrittura slancio e flessibilità nonché di restituire le capriole e gl'imprevedibili giri di frase.''

AMADEUS ***** Febbraio 2008 Cesare Fertonani

Nel dicembre 2011 ha effettuato una prestigiosa tournee in Guatemala come solista con l'Orchestra Sinfonica Juvenil Municipal a sostegno del progetto Muni Joven in collaborazione con "Enel Cuore" e con l'orchestra di Los Altos di Xela. In Nicaragua si è esibito in qualità di direttore e solista con l'Orchestra dello Stato del Nicaragua.

Con il complesso cameristico Reale Concerto nel maggio 2012 ha effettuato una lunga tournée in Giappone in qualità di direttore e solista esibendosi nelle più importanti sale da concerto giapponesi. Il concerto di Tokyo è stato trasmesso in diretta televisiva dalla NHK e registrato su Cd per Octavia Japan Records.

Nell'ottobre 2012 la rivista musicale Amadeus ha pubblicato le due sonate per violino e pianoforte di Ferruccio Busoni in collaborazione con il pianista Luca Ballerini.

La "Nuova Classicità" di Busoni " ... Aprire un ciclo di concerti dedicati al nostro novecento nel nome di Busoni appare senza dubbio come segnale profetico ... Luca Fanfoni e Luca Ballerini hanno sostenuto questo arduo impegno con forte determinazione strumentale, ben consapevoli del senso ideale che, dietro l'arduo virtuosismo, permea la scrittura busoniana

Gazzetta di Parma 7 novembre 2012 Gian Paolo Minardi

Nel 2013 ha registrato per Dynamic le Sonate e Partite per violino solo di J.S.Bach

" ..l'interpretazione è freschissima,avvincente per capacità d'invenzione,impreziosita da tocchi di autentica poesia... Ascoltando Luca Fanfoni si ha l'impressione di un atteggiamento molto eclettico e pragmatico nei confronti di Bach. C'è una forte impronta virtuosistica ( nel senso migliore e più illustre del termine ), ma c'è anche la consapevolezza - generazionale, verrebbe da dire, oltre che personale- con la quale Fanfoni interroga il testo bachiano e che è figlia appunto delle conoscenze apportate dalla prassi esecutiva storica ... ciò che piace di più è il senso di libertà che guida Fanfoni ... "

AMADEUS ★ ★ ★ ★ ★ gennaio 2013 Cesare Fertonani

" ... Fanfoni conferma intonazione sicura e bel suono,cura dei dettagli, scorrevolezza esecutiva e pulizia notevole.Appunto un'autentica natura violinistica... "

MUSICA ★ ★ ★ ★ ★ aprile 2014 Alberto Cantù

Sempre in collaborazione con Luca Ballerini ha registrato per Amadeus on line il cd "Streghe e Demoni" comprendente musiche di Tartini, Paganini e Locatelli, uscito nel numero di dicembre 2013 e poi pubblicato nel 2016 dalla casa discografica Dynamic.

" ... Mit dieser Cd erinnern Luca Fanfoni und Luca Ballerini an drei exzellente Geiger, die nicht nur ihr instument, sondern auch diese Kunst offenbar ziemlich gut beherrschten ...Luca Fanfoni erweist sich als ein hervorragender Geiger mit einer sehr guten Technik und ausgepragtem Sinn fur musikalische Strukturen. Ihm Goffredo Cappa aus Jahre 1690 auch ein phantastisches Instrument spielt. Zurücklehnen und genießen!

OUVERTURE 30 May 2016

Nel 2014 è stato impegnato nel Tour Festival "Pietro Antonio Locatelli 1695 - 1764" in occasione del 250° anniversario con concerti in Europa e in Italia a Bergamo, Roma al Pantheon e a Venezia in collaborazione con il complesso Reale Concerto.

"... Protagonista di tutti i concerti l'eccellente violinista parmense Luca Fanfoni insieme all'ensemble "Reale Concerto" che hanno spaziato all'interno della più ampia composizione locatelliana,offrendone una lezione esecutiva e interpretativa di assoluto valore artistico. In particolare Luca Fanfoni, sottoponendosi a un autentico tour de force tecnico strumentale, ha dato dimostrazione della sua limpida ancorché ineguagliabile bravura, affrontando con estrema naturalezza ogni sorta di difficoltà e virtuosismi di cui sono ricche le pagine locatelliane tutte riservate all'arte del violino, soprattutto nei celebri capricci. Opere, quelle del bergamasco,assai rare da udire nelle normali programmazioni concertistiche,proprio per le caratteristiche arditezze ai limiti delle possibilità umane che richiedono solisti d'eccezione ma anche musicisti sensibili e intelligenti. proprio come Fanfoni ... molto buono l'apporto del pubblico che ha manifestato la propria soddisfazione con interminabili applausi al superbo solista e a tutti gli altri musicisti, in tutti e tre incontri di Bergamo

AMADEUS agosto 2014 Antonio Brena

Inoltre nel 2014 e 2015 la casa discografica olandese Brilliant Classics ha pubblicato due Cd dedicati a Luigi Dallapiccola

...musiche che meriterebbero più diffusione per la concezione strumentale nobile, la bellezza delle soluzioni dialettica, e la scioltezza delle curvature cantabili. Così come ce le restituisce Fanfoni con sicurezza e forza, intensificando il coltissimo neoclassicismo dallapiccoliano ma senza rinunciare alla naturale autorevolezza virtuosistica

SUONARE NEWS ottobre 2015 Angelo Foletto

e ad Antonio Bazzini, violinista virtuoso italiano ottocentesco.

E' da poco uscito l'ultimo Cd prodotto da Dynamic "Paganini Rediscovered played on Paganini's violin" con sei inediti Paganiniani scoperti da Luca Fanfoni e il musicologo Dott. Danilo Prefumo ed eseguiti da Luca Fanfoni con il famoso Guarneri del Gesù "Il Cannone" appartenuto a Niccolò Paganini.

"... Luca Fanfoni suona con scintillante bravura ma al tempo stesso con fine sensibilità il violino di Paganini, il celeberrimo "Cannone" ( il Cd è stato registrato a Palazzo Tursi a Genova ) valore aggiunto di questa registrazione..."

AMADEUS ***** marzo 2016 Cesare Fertonani

" ... Luca Fanfoni, par sa dextérité et son goùt du risque, fait honneur à son illustre prèdècesseur ... "

DIAPASON dicembre 2015 Jean-Michel Molkhou

" ...Eccolo,Fanfoni,in un disco nuovamente per l'etichetta discografica genovese, prendere in mano il Guarneri appartenuto a Paganini che lo donò a Genova e che la città ha concesso per la registrazione e un concerto a Palazzo Tursi del 2015. Questo per immortalare l'acquisizione musicologia paganiniana di maggior peso di questi ultimi decenni ... La voce baritonale e mordente del violino di Paganini e la varietà di registri di strumento sono bene evidenziati nel Mosè come lo restituisce Fanfoni ( ancora più avvincente e davvero immacolata fu l'esecuzione a concerto di ottobre) e gli inediti, affrontati con carattere e temperamento, vanno ascoltati e meditati a dovere ..."

MUSICA luglio-agosto 2016 Alberto Cantù

" ... Fanfoni, rara primizia Paganiniana ... Il nostro violinista Luca Fanfoni torna alla ribalta discografica, da sempre frequentata con proposte di forte impegno e originalità, con una importante rarità paganiniana, impreziosita dalla eccezionale opportunità di imbracciare lo strumento di Paganini, conservato a Genova. La "scoperta" contenuta nel disco della Dynamic "Paganini Rediscovered" riguarda il completamento della "Sonata a Preghiera" per violino sulla quarta corda ... Un esito assai rilevante che può essere paragonato al completamento di un polittico di cui erano andate disperse alcune parti ... così da creare una prospettiva drammatica che consentisse al grande cantabile rossiniano di liberare il suo intenso lirismo, a sua volta innesco per il vertiginoso decollo virtuosistico delle variazioni che Fanfoni affronta con sicura determinazione e pienezza di visione..."

Gazzetta di Parma 4 gennaio 2016 Gian Paolo Minardi

" ... In any case, it sounds magnificent in Fanfoni's readings of works written by its most illustrious owner and perhaps once played by him on it. Those who admire Paganini as a violinist or as a composer will need to acquire Fanfoni's collection, but all aficionados of the violin and its literature should find it almost equally desirable. Urgently recommended, therefore, across the board."

FANFARE May/June 2016 Robert Maxham

" ... Fanfoni proves to be a worthy heir and it is impossible to listen to this disc and not applaud the sheer scale of the act of learning over an hours-worth of such technically demanding music. I also like the fact that he plays with - one imagines - Paganini-like bravura and attack. There's no treading on historic eggshells here. He plays this priceless instrument as though it were fresh from the workshop and fully deserving its 'cannone' nickname which Paganini gave it to reflect the power and brilliance of its sound. "

MusicWeb - International January 2016 Nick Barnard


E' docente della cattedra di violino al Conservatorio di Musica Arrigo Boito di Parma e suona un violino di Goffredo Cappa del 1690

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Lolli: Complete Violin Concertos, Reale Concerto (Dynamic)
  • Eugène Ysaÿe: Sei sonate per violino op. 27 (Amadeus)
  • Maurice Ravel: Tzigane rapsodie de concert per violino e pianoforte (Phoenix)
  • Edvard Grieg: Sonata in do minore op.45 per violino e pianoforte (Phoenix)
  • Nathan Milstein: Paganiniana, Variations per violino solo (Phoenix)
  • Astor Piazzola: Cuarto Estaciones per violino e pianoforte (Phoenix)
  • Antonio Vivaldi: Le quattro stagioni op. 8, Concerti F. III n.23 e F. XII n.38 (Tactus)
  • Giuseppe Verdi: dall'"A Solo" per violino dai Lombardi alla Prima Crociata, trascrizione e cadenze di Arturo Toscanini (1887) (Dynamic)
  • Luigi Arditi: da Fantasia brillante per violino e pianoforte dal Trovatore (Dynamic)
  • Pietro Antonio Locatelli: L'Arte del Violino 12 concerti e 24 capricci op.3 Luca Fanfoni e Reale Concerto (Dynamic)
  • Ferruccio Busoni : Sonate per violino e pianoforte op.29 e op.36a Luca Fanfoni / Luca Ballerini (Amadeus)
  • Streghe e Demoni : Paganini,Tartini,Locatelli Luca Fanfoni ( Dynamic)
  • Antonio Bazzini : Sonata e brani virtuosi Luca Fanfoni/Maria Semeraro (Brilliant classics)
  • Antonio Vivaldi: Concerti vari Luca Fanfoni / I Solisti Italiani (Denon)
  • Niccolò Paganini : Paganini Rediscovered played on Paganini's violin ( Dynamic )

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34143586
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie