Luca Dalmonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luca Dalmonte
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
1983-1986Basket Rimini(assist.)
1986-1987Basket Rimini(vice)
1987-1989Virtus Imola
1989-1991Basket Brescia(vice)
1991-1992Basket Brescia5-11
1992-1993Libertas Forlì(giov.)
1993-1996Fortitudo Bologna(vice)
1996Fortitudo Bologna1-0
1996-1997Fortitudo Bologna(vice)
1998-1999Mens Sana Siena4-10
1999-2002Scandone Avellino46-54
2002-2003Reggiana18-14
2003-2004Roseto8-13
2004-2006B.C. Ferrara35-25
2006-2007Teramo Basket7-11
2007-2009Pall. Cantù32-37
2009-2012V.L. Pesaro44-46
2010-2016Italia Italia(vice)
2012-2013Fenerbahçe Ülker(vice)
2012Fenerbahçe Ülker
2013-2015Virtus Roma29-31
2016-2019Scaligera Verona
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 dicembre 2019

Luca Dalmonte (Imola, 3 ottobre 1963) è un allenatore di pallacanestro italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983 entra nello staff del Basket Rimini ricoprendo prima il ruolo di assistente di Pasini poi quello di vice di Dado Lombardi. Dal 1987 per due stagioni è il capoallenatore della Virtus Imola in Serie B1. Nel 1989 è nuovamente vice di Pasini, questa volta al Basket Brescia in A2 dove resta anche l'anno seguente, quando a dicembre viene lanciato alla guida della squadra in sostituzione del capoallenatore Riccardo Sales.

Dopo una stagione da responsabile delle giovanili della Libertas Forlì, passa alla Fortitudo Bologna: qui rimane nelle vesti di vice dal 1993 al 1997. Durante questo periodo, dopo l'esonero di Scariolo avvenuto nel novembre 1996, Dalmonte esordisce da capoallenatore in A1 vincendo il derby cittadino contro la Virtus nell'unica partita condotta nelle vesti di primo allenatore[1]. In seguito torna a svolgere il compito di vice, rispettivamente di Bianchini e Skansi.

Nel 1998-99 diventa allenatore della Mens Sana Siena, ma viene esonerato all'inizio del mese di gennaio. Dall'estate seguente assume la guida tecnica di Avellino, portando la squadra dalla A2 alla A1 al primo anno. Dopo tre stagioni trascorse in terra irpina, torna in seconda serie firmando con la Reggio Emilia[2] (promozione sfumata all'ultima partita delle finali playoff) per poi passare un anno dopo al Roseto Basket in Serie A.

Scende invece in Legadue nel 2004-05, quando allena per due stagioni il Basket Club Ferrara: al secondo anno la sua formazione rimane in corsa per la promozione diretta fino alla penultima giornata[3]. Torna stabilmente in Serie A a partire dall'annata successiva quando è di scena a Teramo, ma viene esonerato dopo 18 gare. Dal 2007 al 2009 allena per un biennio la Pallacanestro Cantù, mentre a partire dal 2009 siede sulla panchina della Victoria Libertas Pesaro.

Passa poi al Fenerbahçe come assistente allenatore; dal 4 luglio 2013 ricopre l'incarico di allenatore della Pallacanestro Virtus Roma[4].

Nel novembre 2016 assume la guida tecnica della Scaligera Basket Verona[5], con la quale raggiunge i play-off. Nel dicembre 2019 viene sollevato dall'incarico.[6]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al rapporto lavorativo con la squadra di club, Dalmonte è stato dal 2010 al 2016 anche il vice (di Pianigiani prima e Messina poi) della Nazionale italiana.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recordman Messina, Brunamonti a secco Dalmonte unico vice entrato nella storia, Lega Basket, 28 febbraio 2008.
  2. ^ Bipop, è Luca Dalmonte il nuovo coach[collegamento interrotto], Legadue Basket, 7 agosto 2002.
  3. ^ La Carife assiste alla festa di Scafati[collegamento interrotto], Legadue Basket, 14 giugno 2006.
  4. ^ virtusroma.it Archiviato il 7 luglio 2013 in Internet Archive.
  5. ^ Tezenis, panchina a Luca Dalmonte, su scaligerabasket.it, 24 novembre 2016. URL consultato il 24 novembre 2016 (archiviato il 24 novembre 2016).
  6. ^ scaligerabasket.it, https://www.scaligerabasket.it/comunicato-ufficiale-dalmonte-sollevato-dallincarico/.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]