Love and Monsters

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Love and Monsters
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Canada
Anno2020
Durata109 min
Rapporto2,35:1
Genereavventura, commedia, azione, fantascienza
RegiaMichael Matthews
SoggettoBrian Duffield
SceneggiaturaBrian Duffield, Matthew Robinson
ProduttoreDan Cohen, Shawn Levy
Produttore esecutivoJohn H. Starke
Casa di produzione21 Laps Entertainment, Entertainment One, MTV Films, Paramount Pictures
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaLachlan Milne
MontaggioDebbie Berman, Nancy Richardson
Effetti specialiBrian Cox
MusicheMarco Beltrami, Marcus Trumpp
ScenografiaDan Hennah
CostumiLuis Sequeira
TruccoLauren Oliver
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Love and Monsters è un film del 2020 diretto da Michael Matthews.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Joel e Aimee stanno passando una notte romantica quando un'esplosione in lontananza li interrompe. Dei mostri, insetti e animali geneticamente modificati da radiazioni sprigionate sul nostro pianeta da missili sparati dall'uomo nel tentativo di colpire un meteorite in rotta di collisione con la Terra stessa, iniziano ad invadere e a distruggere le città del mondo. Nella concitazione generale, i due finiscono per separarsi e si troveranno loro malgrado in bunker sotterranei: l'uomo infatti non può sopravvivere sulla superficie ed è costretto a rifugiarsi in luoghi dove gli spaventosi mostri non possono raggiungerli. Sette anni dopo, nonostante le infinite difficoltà, Joel cerca di rintracciare Aimee attraverso una vecchia radio ancora funzionante. Quando riesce a contattarla, decide di raggiungerla e parte così per un lungo viaggio alla ricerca della sua amata lasciando il bunker e tutto il suo gruppo, avventurandosi sulla superficie. Grazie all'incontro con due sopravvissuti, imparerà a difendersi dalle gigantesche bestie.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo originale del film era Monster Problems.[1]

Le riprese del film, iniziate il 25 marzo 2019 in Australia nella città di Gold Coast, sono terminate nel maggio dello stesso anno.[2]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 15 settembre 2020.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti la pellicola, inizialmente fissata per il 6 marzo 2020,[1] poi al 17 aprile,[1] poi al 12 febbraio 2021,[4] è stata distribuita on demand a partire dal 16 ottobre 2020,[3][5] mentre in Italia, e nel resto del mondo, dal 14 aprile 2021 sulla piattaforma Netflix.[6]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 93% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 7,3 su 10 basato su 82 critiche,[7] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 61 su 100 basato su 12 critiche.[8]

Giorgio Viaro, di Best Movie, posiziona il film al ventinovesimo posto tra i migliori del 2020.[9]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Erik Pedersen, ‘Monster Problems’: Paramount Moves Dylan O’Brien Pic To Pre-Summer Slot, su Deadline Hollywood, 23 ottobre 2019. URL consultato il 15 settembre 2020.
  2. ^ (EN) Monster Problems to be filmed in Queensland, su mumbrella.com.au, 10 febbraio 2019. URL consultato il 15 settembre 2020.
  3. ^ a b Filmato audio Paramount Pictures, LOVE AND MONSTERS - Official Trailer, su YouTube, 15 settembre 2020. URL consultato il 15 settembre 2020.
  4. ^ (EN) Bruce Haring, Controversial Gang Saga ‘Blue Story’ Release Date Moved By Paramount, su Deadline Hollywood, 14 febbraio 2020. URL consultato il 15 settembre 2020.
  5. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Dylan O’Brien Paramount ‘Love And Monsters’ Movie Heading To PVOD, su Deadline Hollywood, 20 agosto 2020. URL consultato il 15 settembre 2020.
  6. ^ Filmato audio Netflix Italia, Love and Monsters con Dylan O'Brien - Trailer ufficiale - Netflix, su YouTube, 17 marzo 2021. URL consultato il 17 marzo 2021.
  7. ^ (EN) Love and Monsters, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 15 aprile 2021. Modifica su Wikidata
  8. ^ (EN) Love and Monsters, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 15 aprile 2021. Modifica su Wikidata
  9. ^ Giorgio Viaro, TOP 30: i migliori film del 2020, su Best Movie, 30 dicembre 2020. URL consultato il 30 dicembre 2020.
  10. ^ Filmato audio Oscars, 93rd Oscars Nominations, su YouTube, 15 marzo 2021. URL consultato il 15 marzo 2021.
  11. ^ Davide Stanzione, Critics Choice Super Awards 2021: trionfano Palm Springs, Soul e The Boys. Ecco tutti i vincitori, su Best Movie, 11 gennaio 2021. URL consultato l'11 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]