Leonardo Vittorio Arena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Leonardo Vittorio Arena (Ripatransone, 1953) è un filosofo, orientalista, storico delle religioni e saggista italiano.

Leonardo Vittorio Arena insegna "Religioni e filosofie dell'Asia orientale" e "Storia della filosofia moderna e contemporanea" presso l'Università di Urbino. Filosofo e studioso della "cultura orientale", del Buddhismo Zen e del Taoismo, argomenti cui ha dedicato una vasta produzione saggistica, è anche autore di romanzi e traduzioni sui medesimi temi. Insegna tecniche di meditazione tratte da pratiche buddhiste. Collabora ai programmi religiosi della Radio Svizzera.

Pensiero[modifica | modifica wikitesto]

La sua visione filosofica è esposta principalmente nelle due opere Nonsense o il senso della vita e Note ai margini del nulla dove si propone una sintesi delle grandi correnti filosofiche orientali e occidentali, con particolare riguardo a Nietzsche, Wittgenstein, Zhuangzi e il Buddhismo Chan/Zen.

Il nonsense, come dall'opera Nonsense o il senso della vita, è da intendere come la meta di ogni autentica indagine filosofica, realizzando la "distruzione delle opinioni" sulla scorta del Buddhismo. La filosofia del nonsense non è teoria, bensì non teoria: come la zattera del Buddhismo o la scala di Wittgenstein, serve ad arrivare a una sorta di consapevolezza speciale, per poi essere tranquillamente accantonata. Punto di partenza: non è possibile formulare una filosofia esente da contraddizioni.[1] Nelle pagine di ogni filosofo si cela il tarlo dell'incoerenza. Traendo tutte le conseguenze logiche di ogni filosofia se ne attesta la contraddittorietà.

L'idealismo, base di ogni filosofia, dovrà sfociare nel vuoto e nel nonsense, laddove se ne sviluppi il suo principio-base, che è esistenziale prima ancora che teoretico, secondo cui il mondo è la rappresentazione del soggetto o di una mente cosmica. La posizione del nonsense spinge a riconoscere che le cose stanno proprio così (Tathatā), cioè sono caratterizzate da una nudità che non può essere interpretata o espressa attraverso alcuna dottrina od opinione.

Non c'è senso nascosto, e tutto è già qui, direttamente accessibile nella vita quotidiana all'uomo comune e al Risvegliato, mai così tanto accomunati. Lo strumento del nonsense è l'arte, specialmente la musica[2] e si procede verso la dimensione del non suono, già cara a John Cage, nella sua composizione 4'33", cui Arena dedica una lunga disamina, nella sua opera La durata infinita del non suono.[3] La stessa tematica viene ripresa e ampliata in Il tao del non suono [4], nonché nell'analisi di alcuni solisti o gruppi di musica contemporanea, come John Lennon [5], David Sylvian[6], Brian Eno[7] , Robert Wyatt[8] e Giacinto Scelsi[9]. Musica e filosofia si intersecano, entrambe sono mezzi di conoscenza, addirittura intercambiabili. Arena è influenzato dalla beat generation, e riconduce parte del suo interesse di lunga data per l'Oriente ai Beatles e ai grandi gruppi rock dei '60 e '70.[10]

Nella poesia, l'haiku esprime lo yugen, un senso di "profondità misteriosa" che convive con la semplicità del "qui e ora". Nonsense implica il superamento degli opposti, quindi permette di giungere alla non dualità, al di là della logica formale di Aristotele, perseguita dall'esorcista del nudo, il quale pretende di cogliere e congelare in una articolazione sistematica il caotico divenire della vita; operazione votata all'insuccesso, e alla contraddittorietà. Come per Nagarjuna[11] e Wittgenstein,[12] anche per Arena la logica può servire a invalidare se stessa, ma nella dimensione radicale del koan, come è concepita nel Chan/Zen.[13] L'insegnamento si trasmette grazie a una sorta di empatia o comunicazione energetica tra maestro e allievo -, di baraka nel senso che il termine acquista nel Sufismo -, veicolata dal silenzio e dal non suono.

Nella sua opera più recente, Note ai margini del nulla, Arena riprende la posizione di Bodhidharma,[14] relativa al "non sapere, non distinzione" (fushiki),[15] in direzione epistemologica ed ermeneutica, sottolineando la complessità della diffusione del nonsense nell'ambito del collettivo e attraverso una sintesi di varie figure della filosofia orientale e occidentale, tra le quali Max Stirner, Pessoa e i maestri del Taoismo, specie Zhuangzi. Il nonsense propone un nichilismo costruttivo, dove le "ragioni" del nulla non vengano concepite attraverso la modalità unilaterale del nihil privativum, negativum[16] od oggettivizzato. Arena rovescia la conclusione del Tractatus Logico-Philosophicus: di tutto ciò su cui si dovrebbe tacere occorre proprio parlare.[17]

Arena propone di sondare il nonsense attraverso il nudo, una comprensione che sfoci nella non comprensione e nel non pensiero,[18] ben più fecondi di quanto la riflessione logico-formale non abbia dato da vedere all'Occidente. Nietzsche, Bob Dylan e i maestri Zen si rivelano, al momento, i suoi principali ispiratori nei toni di una filosofia non accademica, nemica del dogmatismo e della necrofilia della teoresi. La musica elettronica contemporanea sembra particolarmente adatta a sondare la nudità, nei modi della improvvisazione radicale, cui Arena dedica anche una attività concertistica con il suo gruppo Atman Sound Project.

Di recente, Arena sta pubblicando una serie di ebook sull'analisi di maestri e filosofi alla luce delle categorie del nonsense e del nudo, sondandone tratti indipendenti dai "punti nodali", riscontrabili nei compendi od opere manualistiche, e considerando queste figure nella loro alterità: Beckett, Derrida, Nietzsche e Wittgenstein rientrano nel novero, ma anche Jacques Lacan (cfr. la voce Opere). Parallelamente, sta sondando le illusioni e i condizionamenti dell'animo, che non lasciano percepire il nudo/nonsense.[19]

La produzione romanzesca è iniziata con La lanterna e la spada, dove Arena analizza la figura di Qinshi Huangdi, il primo imperatore della Cina, famoso per l'unificazione della lingua, del Paese, e il forte impulso dato alla costruzione della Grande Muraglia, ma anche per il rogo dei libri, che ha ispirato Ray Bradbury in Farenheit 451, e varie efferatezze. La produzione letteraria è proseguita con un altro romanzo, L'imperatrice e il dragone (ripubblicato come Il Tao del sesso), in cui si rievoca un'altra figura molto discussa, stavolta nella Cina medioevale, quella di Wu Zhao, la quale regnò per virtù propria, fondatrice di una sua dinastia, e non come semplice imperatrice vedova, altresì famosa per gli eccessi e le passioni sessuali. Anche di questa figura Arena dà un ritratto senza giudizi moralistici ed esaminandone i multiformi aspetti, come per il primo imperatore. In L'Ordine nero, ripubblicato come La svastica sul Tibet, si tratta della spedizione Schaefer, alla ricerca delle origini della razza umana e di ineffabili segreti magici. Nel gruppo di nazisti, anche il filosofo Leonard Mayer,alla ricerca del segreto della mente. In Il coraggio del samurai, si parla dell'arcano connubio tra samurai e ninja, e dei segreti di questi ultimi, descritti attraverso un gruppo di donne guerriere, la cui sovrana è la misteriosa Padrona, di cui si dice che abbia quattro secoli; si parla anche di Minamoto Yoshitsune, un samurai sfortunato quanto valoroso, ostile al fratello Yoritomo. Nell'ultimo romanzo pubblicato, La corda e il serpente, Arena si discosta dal romanzo storico e scrive un'opera sperimentale, dove la trama è un pretesto, e si nota l'influsso di William Burroughs - anche di Lovecraft, per certi aspetti: nell'opera si parla di Atlantide, un mondo sommerso, distrutto da una catastrofe; il protagonista L., darà vita a una nuova specie umana.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nietzsche-Wagner-Schopenhauer (Fermo, 1981)
  • Il Vaisheshika Sutra di Kanada (Quattroventi, 1987)
  • La filosofia di Novalis (Franco Angeli, 1987)
  • Comprensione e creatività. La filosofia di Whitehead (Franco Angeli, 1989)
  • Novalis, Polline (Studio Editoriale, 1989)
  • Antologia della filosofia cinese (Arnoldo Mondadori Editore, 1991)
  • Storia del buddhismo Ch'an (Mondadori, 1992)
  • Il canto del derviscio (Mondadori, 1993)
  • Il Nyaya Sutra di Gautama (Asram Vidya Edizioni, 1994)
  • Antologia del Buddhismo Ch'an (Mondadori, 1995)
  • Diario Zen (Rizzoli, 1995)
  • I maestri (Mondadori, 1995)
  • Haiku (Rizzoli, 1995; nuova ristampa: Al profumo dei pruni. L'armonia e l'incanto degli haiku giapponesi, Rizzoli 2015).
  • Realtà e linguaggio dell'inconscio (Borla, 1995)
  • Novalis, Enrico di Ofterdingen (Mondadori, 1995)
  • Vivere il Taoismo (Mondadori, 1996)
  • Il Sufismo (Mondadori, 1996)
  • Il bimbo e lo scorpione (Mondadori, 1996)
  • La grande dottrina e Il Giusto mezzo (opere confuciane) (Rizzoli, 1996)
  • La filosofia indiana (Newton, 1996)
  • Buddha (Newton, 1996)
  • La via buddhista dell'illuminazione (Mondadori, 1997)
  • Del nonsense (Quattroventi, 1997)
  • Sun-tzu, L'arte della guerra (Rizzoli, 1997)
  • Iniziazione all'autorealizzazione. Un percorso verso la consapevolezza (Edizioni Mediterranee, 1998)
  • Chuang-tzu, Il vero libro di Nan-hua (Mondadori, 1998); Zhuangzi (Rizzoli, 2009).
  • Poesia cinese dell'epoca T'ang (Rizzoli, 1998)
  • La barriera senza porta (Mondadori, 2000)
  • La filosofia cinese (Rizzoli, 2000)
  • La storia di Rama (Mondadori, 2000)
  • Nei-ching, canone di medicina cinese (Mondadori, 2001)
  • I-ching (Rizzoli, 2001)
  • Samurai (Mondadori, 2002)
  • Musashi, Il libro dei cinque anelli (Rizzoli, 2002)
  • Kamikaze (Mondadori, 2003) (riedizione: ebook 2014)
  • Hagakure, Il codice dei samurai (Rizzoli, 2003)
  • La mente allo specchio (Mondadori, 2003)
  • Il sogno della farfalla (Pendragon, 2003)
  • Il libro della tranquillità (Mondadori, 2004)
  • Sun Pin, La strategia militare (Rizzoli, 2004)
  • Dogen, Shobogenzo (Mondadori, 2005)
  • Tecniche della meditazione taoista (Rizzoli, 2005; poi: Il tao della meditazione, Rizzoli, 2007)
  • I 36 stratagemmi (Rizzoli, 2006)
  • I guerrieri dello spirito (Mondadori, 2006) (riedizione: ebook, 2014).
  • La lanterna e la spada (Piemme, 2007)
  • Lo spirito del Giappone (Rizzoli, 2007)
  • L'imperatrice e il dragone (Piemme, 2008)
  • La pagoda magica e altri racconti per trovare la felicità dentro di sé (Piemme, 2008; poi: Il libro nella felicità, ebook, 2013)
  • II pensiero indiano (Mondadori, 2008)
  • Orient Pop (Castelvecchi, 2008)
  • L'arte della guerra e della strategia (Rizzoli, 2008)
  • Il lago incantato (Piemme, 2009)
  • L'ordine nero (Piemme, 2009)
  • L'innocenza del Tao (Mondadori, 2010; reprint: ebook, 2015)
  • Il maestro e lo sciamano (Piemme, 2010)
  • Incontri di filosofia. La biblioteca di Babele, vol. I (Città di Ripatransone, 2010).
  • Xunzi, L'arte confuciana della guerra (Rizzoli, 2011)
  • Confucio (Mondadori, 2011)
  • Il coraggio del samurai (Piemme, 2011)
  • Nietzsche in Cina (ebook, 2012)
  • Incontri di filosofia. La filosofia come conoscenza di sé, vol. II (Città di Ripatransone, 2012).
  • Memorie di un funambolo (ebook, 2012)
  • Note ai margini del nulla (ebook, 2013)
  • Nonsense o il senso della vita (ebook, 2013)
  • La durata infinita del non suono (Mimesis, 2013)
  • Il pennello e la spada (Mondadori, 2013)
  • Introduzione al Sufismo (ebook, 2013).
  • Un'ora con Heidegger (Mimesis, 2013).
  • Introduzione alla storia del Buddhismo Ch'an (ebook, 2013).
  • Il libro della tranquillità (Congronglu) (ebook, 2013).
  • L'arte del governo (Huainanzi) (Rizzoli, 2014).
  • Heidegger, il Tao e lo Zen (ebook, 2014).
  • Il tao del sesso: La storia di Wu Zhao (ebook, 2014).
  • La lanterna e la spada (riedizione: ebook, 2014).
  • La svastica sul Tibet (ebook, 2014).
  • Il libro dei segreti d'amore (ebook, 2014).
  • All'ombra del maestro (ebook, 2014).
  • Il Tao del non suono (ebook, 2014).
  • La filosofia di David Sylvian. Incursioni nel rock postmoderno (Mimesis, 2014).
  • Ikkyu poeta zen (ebook, 2014).
  • La filosofia di Brian Eno. Filosofia per non musicisti (Mimesis, 2014).
  • Novalis come alchimista (ebook, 2014)
  • La filosofia di Robert Wyatt. Dadaismo e voce - unlimited (Mimesis, 2014).
  • Yogasutra (di Patanjali) (Rizzoli 2014).
  • Sun-tzu: l'arte della guerra per conoscersi (ebook, 2014)
  • La barriera senza porta (Wu-men kuan) (ebook, 2014).
  • La comprensione negata (ebook, 2014).
  • Buddha: La via del risveglio (ebook, 2014).
  • Nagarjuna: la dottrina della via di mezzo (Zhonglun) (ebook, 2014).
  • Il libro rosso di Jung (ebook, 2014).
  • La storia di Rama (Ramayana) (nuova edizione: ebook, 2014).
  • Sul nudo. Introduzione al Nonsense (Mimesis, 2015).
  • Storia del pensiero indiano, vol. I (nuova edizione: ebook, 2015).
  • Lacan Zen, L'altra psicoanalisi (Mimesis, 2015).
  • Storia del pensiero indiano, vol. II (nuova edizione: ebook, 2015).
  • Oltre il nirvana, ebook, 2015.
  • L'altro Derrida, ebook, 2015.
  • Watt, la cosa e il nulla. L'altro Beckett, ebook, 2015.
  • L'altro Wittgenstein, ebook, 2015.
  • Nietzsche, lo Zen, Bob Dylan. Un'autobiografia, vol. I, ebook, 2015.
  • L'altro Nietzsche, ebook, 2015.
  • Una introduzione alla filosofia di John Lennon, ebook, 2015.
  • Scelsi: Oltre l'Occidente, Crac Edizioni 2016.
  • La corda e il serpente, ebook, 2016.
  • Illusioni, ebook, 2016.

In Inglese[modifica | modifica wikitesto]

  • Nonsense as the Meaning, ebook, 2012.
  • Nietzsche in China in the 20th Century, ebook, 2012.
  • The Shadows of the Masters, ebook, 2013.
  • An Introduction to Sufism, ebook, 2013.
  • The Dervish, ebook, 2013.
  • Cage Nagarjuna Wittgenstein, ebook, 2014.
  • Nosound, ebook, 2014.
  • The Red Book of Jung, ebook, 2014.
  • Illusions, ebook, 2014.
  • The Book On Happiness, ebook 2015.
  • On Nudity. An Introduction to Nonsense, Mimesis International 2015.
  • David Sylvian As A Philosopher, Mimesis International 2016.

In Spagnolo[modifica | modifica wikitesto]

  • El canto del derviche. Parabolas de la sabiduria Sufi, Grijalbo, Barcelona 1997.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L. V. Arena, Nonsense o il senso della vita, ebook 2013, cap. 1
  2. ^ Nonsense o il senso della vita,|cap. 6
  3. ^ L. V. Arena, La durata infinita del non suono, Mimesis 2013
  4. ^ L. V. Arena, Il tao del non suono, ebook 2014
  5. ^ L. V. Arena, Una introduzione alla filosofia di John Lennon, Kindle Edition 2015
  6. ^ L. V. Arena, La filosofia di David Sylvian. Incursioni nel rock postmoderno, Milano, Mimesis 2014
  7. ^ L. V. Arena, La filosofia di Brian Eno, Milano, Mimesis, 2014.
  8. ^ L. V. Arena, La filosofia di Robert Wyatt, Milano, Mimesis, 2014.
  9. ^ L. V. Arena, Scelsi: Oltre l'Occidente, Falconara Marittima, Crac Edizioni, 2016.
  10. ^ L. V. Arena, Orient pop. La musica dello spirito, Roma, Castelvecchi, 2007.
  11. ^ Nagarjuna. The Philosophy of the Middle Way, a cura di D. Kalupahana, Albany 1986
  12. ^ L. Wittgenstein, Tractatus Logico-philosophicus, Torino, Einaudi 1984
  13. ^ L. V. Arena, Note ai margini del nulla, ebook 2013, passim
  14. ^ L. V. Arena, Note ai margini del nulla, ebook 2013, cap. 1
  15. ^ Biyanlu, 1
  16. ^ Contra Kant, Critica della ragion pura, Roma-Bari, Laterza 1979, p.281
  17. ^ Nonsense o il senso della vita, Appendice
  18. ^ L. V. Arena, La comprensione negata, ebook, 2014.
  19. ^ L. V. Arena, Illusioni, Kindle Edition, 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN118263847 · LCCN: (ENn88036359 · SBN: IT\ICCU\CFIV\044271 · ISNI: (EN0000 0000 8348 5779 · BNF: (FRcb121378871 (data) · BAV: ADV10061339