Lathyrus odoratus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cicerchia odorosa
Lathyrus odoratus Painted Lady.jpg
Infiorescenza
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Tribù Vicieae
Genere Lathyrus
Specie L. odoratus
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Nomenclatura binomiale
Lathyrus odoratus
L.
Nomi comuni

Pisello odoroso
Cicerchia odorosa

La cicerchia odorosa (Lathyrus odoratus L.), nota anche come pisello odoroso, è una pianta erbacea della famiglia delle Fabaceae[1], largamente utilizzata come pianta ornamentale[2].

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

La pianta predilige terreni mediamente umidi e ricchi di humus, con un clima fresco, ben ventilato e soleggiato[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Semi di L.odoratus.

L.odoratus è un rampicante annuale provvisto di viticci alle sommità dei sottili fusti verdi, i quali presentano foglie di colore verde scuro disposte a coppie. Tendenzialmente la pianta supera il metro di altezza e può arrivare fino a 2,5 m se ancorata ad opportuni supporti verticali, mentre la diffusione orizzontale della chioma è mediamente compresa tra i 60 e i 90 cm. Fiorisce tra maggio e luglio con fiori molto profumati (da cui il nome odoratus, dal latino: "odoroso", "profumato") e dalla forma caratteristica, di colore variabile dal bianco al viola-bluastro a seconda della cultivar. Il frutto è un baccello verde contenente i semi[2] che maturano tra agosto ed ottobre[3].

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

I semi di L.odoratus sono ricchi di vitamina A, tuttavia non risultano commestibili, dal momento che contengono una tossina vegetale che li rende tossici per l'uomo[2], ed in particolare possono causare artrite degenerativa ed ipofertilità. La pianta non sembra invece causare latirismo, sindrome neurotossica che insorge in seguito al consumo di alcune specie del genere Lathyrus[3].

Usi[modifica | modifica wikitesto]

L'olio essenziale ottenuto dai fiori viene usato in profumeria[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Lathyrus odoratus, in The Plant List. URL consultato il 28 marzo 2015.
  2. ^ a b c d (EN) Lathyrus odoratus, Sito web dell'orto botanico del Missouri. URL consultato il 5 maggio 2015.
  3. ^ a b c (EN) Ken Fern, Lathyrus odoratus, Plants For A Future website. URL consultato il 5 maggio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN: (ENsh85131179
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica