La ragazzina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La ragazzina
Titolo originale La ragazzina
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1974
Durata 95 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere commedia, erotico
Regia Mario Imperoli
Soggetto Mario Imperoli
Sceneggiatura Arpad DeRiso, Nino Scolaro, Mario Imperoli
Casa di produzione Roma International Film, Screen Film
Distribuzione (Italia) Seven Stars Cinematografica
Fotografia Alvaro Pianezzi
Montaggio Sandro Lena
Musiche Nico Fidenco
Costumi Osanna Guardini
Trucco Renzo Caroli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La ragazzina è un film del 1974 diretto da Mario Imperoli, con attrice principale Gloria Guida. Alla sua prima pellicola. La Guida recita appena 18enne, e inizia con l'interpretazione appunto di una adolescente, ma con aspetti della personalità già molto maturi e meno bigotti, rispetto gli adulti che la circondano, a cominciare dai Familiari. Tutta via avendo 16 anni si presenta molto insicura e inesperta in materia di amore, sesso e di Vita. Questo ruolo verrà poi ripreso in molte sue interpretazioni successive, dove farà sempre la parte della Ragazza-Donna in quel periodo di transizione e non sarà mai solo "Femmina".

Monica è una 16enne di ricca famiglia. Nella prima parte del Film si presenta nel mezzo di una svogliata realzione con un coetaneo poco raccomandabile di nome "Leo", coinvolto in "giri loschi". La storia prosegue vedendo Monica che si avvicina sempre di più ad un suo professore: Bruno de Angelis, insegnante di Arte anticonformista quasi esistenzialista. Grazie a questo suo stile bohemien egli è molto seguito dalle sue alunne e anche Monica ne è attratta. In seguito ad un episodio inappropriato alla propria festa di compleanno Monica decide che Leo non è il ragazzo che fa per lei, e inizia ad innamorarsi del Prof. De Angelis. Quest'ultimo e Monica un giorno intrattengono una interessante conversazione sull'Amore e sul suo significato dal punto di vista di Monica. Questo intriga il professore e fa finire la conversazione con un Bacio. L'intreccio ora si complica. Il Professore e Monica fanno l'amore ma egli è l'amante della moglie dell'avvocato Moroni, il quale a sua volta è perversamente e ironicamente invaghito di Monica. Quando Monica Scopre il doppio gioco del professore Moroni cerca di conosolarla, ma esagera e costringe Monica Alla fuga, durante l'inseguimento l'avvocato perde la vita investito. La pellicola si chiude con Monica che passeggia nel cimitero con un ombrello blu.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]