Kolinda Grabar-Kitarović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kolinda Grabar-Kitarović
Kolinda Grabar-Kitarovićile (34771463620).jpg

Presidente della Croazia
Durata mandato 19 febbraio 2015 –
18 febbraio 2020
Capo del governo Zoran Milanović
Tihomir Orešković
Andrej Plenković
Predecessore Ivo Josipović
Successore Zoran Milanović

Ministro degli affari esteri e dell'integrazione europea della Croazia
Durata mandato 7 febbraio 2005 –
12 gennaio 2008
Capo di Stato Stjepan Mesić
Capo del governo Ivo Sanader
Predecessore Miomir Žužul (Esteri)
se stessa (Integrazione europea)
Successore Gordan Jandroković

Ministro dell'integrazione europea della Croazia
Durata mandato 23 dicembre 2003 –
16 febbraio 2005
Capo di Stato Stjepan Mesić
Capo del governo Ivo Sanader
Predecessore Neven Mimica
Successore carica abolita

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2015)
Unione Democratica Croata (1993-2015)
Università Università di Zagabria
Accademia diplomatica di Vienna
Firma Firma di Kolinda Grabar-Kitarović

Kolinda Grabar-Kitarović (Fiume, 29 aprile 1968) è una politica croata, Presidente della Croazia dal 2015 al 2020.

Laureata in lingue straniere e relazioni internazionali, ha lavorato nei primi anni '90 come alto funzionario ministeriale. Nel 1997 è entrata a far parte del corpo diplomatico croato.

Membro dell'Unione Democratica Croata (HDZ), è stata eletta deputato al Parlamento nel 2003, in seguito nominata ministro dell'Integrazione europea nel primo governo di Ivo Sanader. Il rimpasto del 2005 l'ha resa la prima donna ad assumere la carica di ministro degli Esteri. Non è stata riconfermata nel 2008, ma ha ottenuto l'incarico di ambasciatore negli Stati Uniti, prima di essere nominata nel 2011 Vicesegretario generale per la diplomazia pubblica della NATO.

Alla fine del suo mandato di tre anni, si candida per l'HDZ alle elezioni presidenziali croate del 2015. Ha vinto di misura al secondo turno sul capo di Stato uscente, Ivo Josipović, diventando la prima donna eletta alla presidenza della Croazia e anche la persona più giovane eletta per questo incarico.

A lungo favorita per un nuovo mandato, alla fine non è riuscita a vincere le elezioni presidenziali del 2020 per la rinomina, venendo sconfitta al secondo turno dall'ex primo ministro socialdemocratico Zoran Milanović.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La presidente Kolinda Grabar-Kitarovic in visita in Minnesota il 2 gennaio 2016.

Kolinda Grabar nasce il 29 aprile 1968 a Fiume, in Croazia, allora parte della Jugoslavia. Crebbe principalmente a Lopača, frazione di Jelenje, sito appena a nord di Fiume, paese natale dei suoi genitori e dove la famiglia possedeva una macelleria e un ranch. Da studentessa alle scuole superiori, partecipò a un programma di scambio studentesco e a 17 anni si trasferì a Los Alamos, nel Nuovo Messico (Stati Uniti d'America), diplomandosi successivamente alla Los Alamos High School nel 1986.

Al suo ritorno in Jugoslavia, si iscrisse alla Facoltà di Scienze Umanistiche e Sociali presso l'Università di Zagabria, diplomandosi nel 1993 con un Bachelor of Arts in inglese e lingue e letteratura spagnola. Dal 1995 al 1996, ha frequentato il Corso di perfezionamento presso l'Accademia diplomatica di Vienna. Nel 2000 ha conseguito un master in relazioni internazionali presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Zagabria.

Negli anni 2002-2003 ha frequentato la Elliott School of International Affairs della George Washington University come studiosa di Fulbright. Ha anche ricevuto una borsa di studio Luksic per la John F. Kennedy School of Government presso l'Università di Harvard ed è stata visiting scholar presso la School of Advanced International Studies della Johns Hopkins University.

Nel dicembre 2015, Grabar-Kitarović ha iniziato un Dottorato in Relazioni Internazionali presso la Facoltà di scienze politiche di Zagabria.

Dirigente dell'Unione Democratica Croata, nel 2003 viene nominata ministro delle Integrazioni Europee della Croazia, fino al 2005, quando diviene ministro degli Esteri e lo resta fino al 2008. Quell'anno diviene ambasciatore presso le Nazioni Unite e nel 2011 assistente diplomatico del segretario generale della NATO fino al 2014.

Presidente della Repubblica di Croazia[modifica | modifica wikitesto]

Kolinda Grabar-Kitarović con Emmanuel Macron al campionato del mondo 2018.

È stata eletta l'11 gennaio 2015 presidente della Croazia al secondo turno delle elezioni con il 50,7%[1], vincendo il ballottaggio con il presidente uscente Ivo Josipović. Si è insediata il 18 febbraio divenendo la prima donna ad assumere l'incarico nella storia del Paese. È stata anche la Presidente più giovane mai eletta. A seguito delle elezioni parlamentari del 2016, ha affidato ad Andrej Plenković l'incarico di formare un nuovo Governo.

Dal 29 marzo 2019 è la presidente del Council of Women World Leaders.

Ricandidatasi a un secondo mandato, Grabar-Kitarović il 5 gennaio 2020 perde il ballottaggio contro lo sfidante socialdemocratico Zoran Milanović, già arrivato primo al primo turno delle elezioni presidenziali col 29,6%.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Il presidente di Israele Reuven Rivlin in visita di Stato in Croazia da Kolinda Grabar-Kitarović, 24 luglio 2018.
La presidente Kolinda Grabar-Kitarović al Congresso del PPE di Zagabria con Ursula von der Leyen (20-21 novembre 2019).

Onorificenze croate[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua funzione di Presidente della Croazia dal 2015 al 2020 è stata:

Gran maestro del Grand'ordine del re Tomislavo - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro del Grand'ordine del re Tomislavo
Gran maestro del Grand'ordine della regina Jelena - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro del Grand'ordine della regina Jelena
Gran maestro del Grand'ordine del re Petar Krešimir IV - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro del Grand'ordine del re Petar Krešimir IV
Gran maestro del Grand'ordine del re Dmitar Zvonimir - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro del Grand'ordine del re Dmitar Zvonimir
Gran maestro dell'Ordine del duca Trpimir - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine del duca Trpimir
Gran maestro dell'Ordine del duca Branimir - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine del duca Branimir
Gran maestro dell'Ordine del duca Domagoj - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine del duca Domagoj
Gran maestro dell'Ordine di Nikola Šubić Zrinski - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine di Nikola Šubić Zrinski
Gran maestro dell'Ordine di Ban Jelačić - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine di Ban Jelačić
immagine del nastrino non ancora presente Gran maestro dell'Ordine di Petar Zrinski e Fran Krsto Frankopan
Gran maestro dell'Ordine di Ante Starčević - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine di Ante Starčević
immagine del nastrino non ancora presente Gran maestro dell'Ordine di Stjepan Radić
Gran maestro dell'Ordine della Danica Hrvatska - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine della Danica Hrvatska
Gran Maestro dell'Ordine della croce croata - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine della croce croata
Gran Maestro dell'Ordine del trifoglio croato - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del trifoglio croato
Gran Maestro dell'Ordine del canneto croato - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del canneto croato

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Prima Classe dell'Ordine di Skanderbeg (Albania) - nastrino per uniforme ordinaria Prima Classe dell'Ordine di Skanderbeg (Albania)
— 19 luglio 2018
Dama dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine dell'Aquila Bianca (Polonia)
— 25 maggio 2022
Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Collare dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 27 aprile 2018
Collare dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— 2017[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Croazia Successore Coat of arms of the President of Croatia.svg
Ivo Josipović 19 febbraio 2015 – 18 febbraio 2020 Zoran Milanović
Predecessore Ministro degli affari esteri e dell'integrazione europea della Croazia Successore
Miomir Žužul (Esteri)
sé stessa (Integrazione europea)
17 febbraio 2005 – 12 gennaio 2008 Gordan Jandroković
Predecessore Ministro dell'integrazione europea della Croazia Successore
Neven Mimica 23 dicembre 2003 – 16 febbraio 2005 carica abolita
Controllo di autoritàVIAF (EN89757339 · GND (DE1099915384 · NSK (HR000030655 · CONOR.SI (SL92261731 · WorldCat Identities (ENviaf-89757339