Kaukana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kaukana
frazione
Kaukana – Veduta
L'entrata al parco archeologico
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Ragusa-Stemma.png Ragusa
Comune Santa Croce Camerina-Stemma.png Santa Croce Camerina
Territorio
Coordinate 36°47′16″N 14°29′34″E / 36.787778°N 14.492778°E36.787778; 14.492778 (Kaukana)Coordinate: 36°47′16″N 14°29′34″E / 36.787778°N 14.492778°E36.787778; 14.492778 (Kaukana)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Kaukana
Kaukana

Kaukana (o Caucana) è una località marinara del comune di Santa Croce Camerina in provincia di Ragusa, sulla costa meridionale della Sicilia, sorta nei pressi di Kaucana (Καυκάνα in greco antico), un'antica città portuale del periodo della colonizzazione greca in Sicilia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città antica, nota per i suoi scavi archeologici, si trova a poche centinaia di metri da Punta Secca, a pochi chilometri da Marina di Ragusa, balzata alla notorietà come sito della casa del commissario Montalbano grazie a una fortunata serie televisiva. Il territorio fertile e ricco d'acqua, nel periodo greco, divenne presto sede di piccoli insediamenti abitativi che presero insieme il nome di Kaucanae. Quando, nel 258 a.C., il console romano Attilio Calatino distrusse Kamarina i suoi abitanti sfuggiti alla morte vi trovarono rifugio. I romani in epoca imperiale potenziarono il porto di Kaucanae che fu importante per secoli anche in periodo bizantino: infatti nel 533 la flotta del generale Belisario vi sostò prima di partire per Malta alla riconquista dell'Africa, che nel 439 era stata conquistata dai Vandali. Vi sono nell'antico villaggio anche i resti di una chiesa cimiteriale a tre navate con tombe ricavate nel pavimento, sempre del periodo bizantino. Kaucana venne distrutta dai Saraceni intorno all'827.

Gli scavi hanno portato alla luce un abitato urbanisticamente interessante con case semplici di forma rettangolare da due o tre stanze ed edifici con molte stanze e a più piani con scale e cortili. L'area è stata visitata e studiata dal famoso archeologo Paolo Orsi. I reperti dell'area si trovano esposti nel Museo archeologico ibleo di Ragusa.

L'area costituisce il Parco archeologico di Kaukana con ruderi di un approdo commerciale di epoca tardo-romana e bizantina.

Caucana oggi[modifica | modifica wikitesto]

In epoca recente è stata oggetto di notevoli insediamenti turistico-balneari, occupati principalmente nel periodo estivo. Nei pressi i centri balneari di Punta Secca, Punta Braccetto, Casuzze. Le due grandi spiagge di Caucana sono caratterizzate da sabbia fine e un mare meraviglioso (anch'esso a fondo sabbioso). Soffia solitamente una leggera brezza da ponente o scirocco dall'Africa.

Il circolo velico di Kaucana è un punto d'incontro ben noto ai velisti e ogni anno accoglie importanti manifestazioni sportive come i campionati siciliani di classe 470.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]