Karakuri Circus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Karakuri Circus
からくりサーカス
(Karakuri Sākasu)
Karakuri Circus 1.jpg
Copertina del primo volume dell'edizione italiana, raffigurante il protagonista Masaru Saiga
Genereazione[1], dark fantasy[2]
Manga
AutoreKazuhiro Fujita
EditoreShogakukan
RivistaWeekly Shōnen Sunday
Targetshōnen
1ª edizione1997 – 2006
Tankōbon43 (completa)
Editore it.Play Press (2002-2003), RW Edizioni - Goen (2014-in corso)
Collana 1ª ed. it.Yokai Collection
1ª edizione it.8 febbraio 2014 – in corso
Periodicità it.Mensile
Volumi it.18 / 46 Completa al 39% Goen
Testi it.Valentina Vignola (traduzione, Goen), Francesca Règine (lettering, Goen)
Serie TV anime
RegiaSatoshi Nishimura
ProduttoreTwin Engine
Composizione serieToshiki Inoue, Kazuhiro Fujita
Char. designTakahiro Yoshimatsu
MusicheYūki Hayashi
StudioStudio VOLN
ReteTokyo MX, BS11
1ª TV11 ottobre 2018 – 27 giugno 2019
Episodi36 (completa)
Aspect ratio16:9
Durata ep.24 min
1º streaming it.Amazon Video (sottotitolata)

Karakuri Circus (からくりサーカス Karakuri Sākasu?) è un manga scritto e illustrato da Kazuhiro Fujita pubblicata sulle pagine della rivista Weekly Shōnen Sunday fra il 1997 ed il 2006 dalla casa editrice Shogakukan.

In Italia il manga è stato pubblicato per la prima volta da Play Press fino al sesto volume ed è stata poi ripubblicata, da febbraio 2014, da Goen[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Karakuri Circus.

Kato Narumi è un ex-combattente affetto da una rara malattia che lo costringe a far ridere le persone. Mentre lavora come mascotte per un circo viene avvicinato da Masaru Saiga, un bambino con un'enorme valigia che gli chiede come raggiungere il circo più vicino ma, proprio sotto gli occhi di Kato, il bambino viene rapito da un gruppo di persone in nero. Con l'intervento di Kato e, successivamente, dell'atleta circense Shirogane, il bambino viene salvato e si rivela essere l'unico erede della famiglia Saiga con un patrimonio che ammonta a 18 miliardi di yen, cosa che ha provocato l'ira dei fratellastri e dello zio che lo attaccano allo scopo di impossessarsi di tutta l'eredità della famiglia con l'utilizzo di bambole meccaniche chiamate marionette.

In seguito allo scontro con lo zio di Masaru, Kato sarà creduto morto lasciando così Shirogane e Masaru, che tentano di trascorrere una vita normale, ma l'eredità della famiglia Saiga metterà in pericolo i compagni di classe di Masaru. Il bambino, insieme a Shirogane, decide così di scappare unendosi al circo Nakamichi, un circo ormai in rovina con solo tre artisti: il signor Nakamichi ed i suoi due figli adottivi Hiro e Nori.

Intanto dall'altra parte del mondo, in America, Kato si risveglia nello studio di un dottore dai capelli argentati che gli spiega che il compito dei marionettisti è quello di uccidere le marionette automatiche, dei veri e propri robot che uccidono ed assorbono i fluidi degli esseri umani per diventarlo a loro volta.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Manga[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone il manga è stato pubblicato da Shogakukan tra il 1997 ed il 2006[4] sulla rivista Weekly Shōnen Sunday in 426 capitoli divisi in 43 volumi. L'opera è stata poi ripubblicata in una perfect edition a partire dal 18 agosto 2011 con nuove copertine e volumi di 350 pagine[5].

In Italia il manga è stato prima portato da Play Press col titolo Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale nel 2002 che pubblicò solo i primi 6 volumi, ripartiti in 12 uscite, fino al 2003[6]. A partire dall'8 febbraio 2014[3], l'opera è stata ripubblicata in Italia da Goen con cadenza mensile nella collana Yokai Collection nel formato dell'edizione originale ma con le illustrazioni di copertina della perfect edition giapponese[6]. La serie verrà pubblicata in 46 volumi (invece dei 43 dell'edizione originale) per inserire anche i contenuti extra dell'edizione kanzenban[7].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
1dicembre 1997[8]ISBN 4-09-125331-8 1º luglio 2002[9] (Play Press)
1º agosto 2002[10] (Play Press)
8 febbraio 2014[11] (Goen)
ISBN 978-88-6712-146-5
2febbraio 1998[12]ISBN 4-09-125332-6 1º settembre 2002[13] (Play Press)
1º ottobre 2002[14] (Play Press)
8 marzo 2014[15] (Goen)
ISBN 978-88-6712-198-4
3maggio 1998[16]ISBN 4-09-125333-4 1º novembre 2002[17] (Play Press)
1º dicembre 2002[18] (Play Press)
5 aprile 2014[19] (Goen)
ISBN 978-88-6712-209-7
4settembre 1998[20]ISBN 4-09-125334-2 1º gennaio 2003[21] (Play Press)
1º febbraio 2003[22] (Play Press)
3 maggio 2014[23] (Goen)
ISBN 978-88-6712-220-2
5novembre 1998[24]ISBN 4-09-125335-0 1º aprile 2003[25] (Play Press)
1º maggio 2003[26] (Play Press)
7 giugno 2014[27] (Goen)
ISBN 978-88-6712-227-1
6febbraio 1999[28]ISBN 4-09-125336-9 1º giugno 2003[29] (Play Press)
18 luglio 2003[30] (Play Press)
12 luglio 2014[31] (Goen)
ISBN 978-88-6712-232-5
71º aprile 1999[32]ISBN 4-09-125337-7 6 settembre 2014[33]ISBN 978-88-6712-242-4
8giugno 1999[34]ISBN 4-09-125338-5 20 settembre 2014[35]ISBN 978-88-6712-253-0
9settembre 1999[36]ISBN 4-09-125339-3 25 ottobre 2014[37]ISBN 978-88-6712-266-0
10dicembre 1999[38]ISBN 4-09-125340-7 31 gennaio 2015[39]ISBN 978-88-6712-279-0
11febbraio 2000[40]ISBN 4-09-125681-3 28 febbraio 2015[41]ISBN 978-88-6712-298-1
12maggio 2000[42]ISBN 4-09-125682-1 4 aprile 2015[43]ISBN 978-88-6712-315-5
13luglio 2000[44]ISBN 4-09-125683-X 12 marzo 2016[45]ISBN 978-88-6712-395-7
14settembre 2000[46]ISBN 4-09-125684-8 5 agosto 2016[47]ISBN 978-88-6712-518-0
15novembre 2000[48]ISBN 4-09-125685-6 7 aprile 2017[49]ISBN 978-88-6712-551-7
16gennaio 2001[50]ISBN 4-09-125686-4 1º luglio 2017[51]ISBN 978-88-6712-564-7
17aprile 2001[52]ISBN 4-09-125687-2 6 gennaio 2018[53]ISBN 978-88-6712-578-4
18giugno 2001[54]ISBN 4-09-125688-0 5 maggio 2018[55]ISBN 978-88-6712-592-0
19settembre 2001[56]ISBN 4-09-125689-9
20novembre 2001[57]ISBN 4-09-125690-2
21gennaio 2002[58]ISBN 4-09-126361-5
2218 aprile 2002[59]ISBN 4-09-126362-3
2318 giugno 2002[60]ISBN 4-09-126363-1
249 agosto 2002[61]ISBN 4-09-126364-X
2518 ottobre 2002[62]ISBN 4-09-126365-8
2618 gennaio 2003[63]ISBN 4-09-126366-6
2718 marzo 2003[64]ISBN 4-09-126367-4
2818 giugno 2003[65]ISBN 4-09-126368-2
2918 settembre 2003[66]ISBN 4-09-126369-0
3018 novembre 2003[67]ISBN 4-09-126370-4
3118 febbraio 2004[68]ISBN 4-09-127071-9
3218 maggio 2004[69]ISBN 4-09-127072-7
3316 luglio 2004[70]ISBN 4-09-127073-5
3418 ottobre 2004[71]ISBN 4-09-127074-3
3517 dicembre 2004[72]ISBN 4-09-127075-1
3618 febbraio 2005[73]ISBN 4-09-127076-X
3718 maggio 2005[74]ISBN 4-09-127077-8
3815 luglio 2005[75]ISBN 4-09-127078-6
3918 ottobre 2005[76]ISBN 4-09-127079-4
4015 dicembre 2005[77]ISBN 4-09-127080-8
4117 febbraio 2006[78]ISBN 4-09-120109-1
4218 maggio 2006[79]ISBN 4-09-120379-5
4311 agosto 2006[80]ISBN 4-09-120570-4

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Un adattamento anime di 36 episodi prodotto da Studio VOLN diretto da Satoshi Nishimura, con la sceneggiatura ad opera di Toshiki Inoue e Kazuhiro Fujita e il character design di Takahiro Yoshimatsu è stato trasmesso dall'11 ottobre 2018 al 27 giugno 2019 su Tokyo MX e BS11[81][82]. La colonna sonora è stata curata da Yūki Hayashi mentre Twin Engine ne ha finanziato la produzione[83]. La serie è stata trasmessa in simulcast a livello internazionale su Amazon Prime Video[84][85][83].

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigle di apertura
Sigle di chiusura
  • Marionette di Lozareena[87]
  • Yūdachi di Memai Siren[88]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Suona il gong
「開幕ベル」 - Kaimaku beru
11 ottobre 2018
2Promessa
「約束」 - Yakusoku
18 ottobre 2018
3Abisso
「奈落」 - Naraku
25 ottobre 2018
4Tigre rotante
「コラン」 - Koran
1º novembre 2018
5Il circo – Partenza
「サーカス〜出発」 - Sākasu 〜 Shuppatsu
8 novembre 2018
6Inferno
「地獄」 - Jigoku
15 novembre 2018
7Demoniaco
「Demonic」
22 novembre 2018
8Inizio e fine improvvisi
「瞬の始まりと終わり」 - Shun no hajimari to owari
29 novembre 2018
9Ricordi
「記憶」 - Kioku
6 dicembre 2018
10Francine
「フランシーヌ」 - Furanshīnu
13 dicembre 2018
11Fanfare
「ファンファーレ」 - Fanfāre
20 dicembre 2018
12Il comandante senza volto
「顔無し」 - Kao nashi
27 dicembre 2018
13Lucille
「ルシール」 - Rushīru
10 gennaio 2019
14Al mare, sul finire della notte
「夜更けの海」 - Yofuke no umi
17 gennaio 2019
15Ritorno al punto di partenza
「はじまりの場所へ」 - Hajimari no basho e
31 gennaio 2019
16Incontro
「出会い」 - Deai
7 febbraio 2019
17Visitatori
「訪れし者」 - Otozureshi mono
14 febbraio 2019
18Un sorriso
「微笑」 - Bishō
21 febbraio 2019
19La verità dietro l'ombra
「影の正体」 - Kage no shōtai
28 febbraio 2019
20Sole nero
「黒い太陽」 - Kuroi taiyō
7 marzo 2019
21Dee d'argento
「銀色の女神」 - Gin'iro no megami
14 marzo 2019
22Andiamo da "Harry"!
「「ハリー」へ向かう!!」 - 'Harī' e Mukau!!
21 marzo 2019
23Il ritorno del demone
「悪魔再び」 - Akuma futatabi
28 marzo 2019
24Fuga
「脱出へ」 - Dasshutsu e
4 aprile 2019
25A Mont Saint-Michel
「モン・サン・ミッシェルにて」 - Mon-San-Missheru nite
11 aprile 2019
26Animal show
「アニマル・ショウ」 - Animaru shō
18 aprile 2019
27Download
転送(ダウンロード) - Daunrōdo
25 aprile 2019
28Il piccolo porcellino
「ぶたちゃんはあるいていった」 - Buta-chan wa aru ite itta
2 maggio 2019
29Quanto fece Shirogane
「しろがねのやったこと」 - Shirogane no yatta koto
9 maggio 2019
30Pietà
「Pieta」
16 maggio 2019
31Stella cadente nera
「黒の流星」 - Kuro no ryūsei
23 maggio 2019
32Commiato
「暇乞い」 - Itomagoi
30 maggio 2019
33Trio Nakamachi contro Lady Spider
「仲町三人VSレディ・スパイダー」 - Nakamachi San'nin VS Redi・Supaidā
6 giugno 2019
34Retroguardia
「背中を守る者」 - Senaka o mamoru mono
13 giugno 2019
35Abbraccio
「抱擁」 - Hōyō
20 giugno 2019
36Cala il sipario
「閉幕」 - Heimaku
27 giugno 2019

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il manga è stato nominato per il 38° Seiun Award nel 2007, ma senza vincerlo[89]. In Italia l'edizione del manga Goen ha registrato buone vendite[90].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mikikazu Komatsu, Karakuri Circus will Also Get Stage Play Adaptation in January 2019, in Crunchyroll, 12 ottobre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  2. ^ (JA) BUMP OF CHICKEN、アニメ『からくりサーカス』OPに新曲書き下ろし。一部が聴けるPVも, in Rockin'On Japan, 26 settembre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  3. ^ a b La vostra opinione sul primo numero di Karakuri Circus, AnimeClick.it, 21 marzo 2014. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  4. ^ Marcello Durante, Karakuri Circus n.1, l'opera di Kazuhiro Fujita in edicola con Rw-Goen (Comicsblog), 6 febbraio 2014. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  5. ^ Giappone : Perfect Edition per Karakuri Circus di Kazuhiro Fujita!, Comicsblog, 31 luglio 2011. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  6. ^ a b Karakuri Circus di Kazuhiro Fujita (Ushio e Tora, Springald, Moonlight Act) per GOEN! (Comicsblog), 24 novembre 2012. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  7. ^ Michele Fidati, Goen: annunci e novità da Lucca Comics (Mangaforever), 1º novembre 2013. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  8. ^ (JA) からくりサーカス (1) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  9. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 1, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  10. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 2, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  11. ^ Karakuri Circus 1, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  12. ^ (JA) からくりサーカス (2) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  13. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 3, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  14. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 4, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  15. ^ Karakuri Circus 2, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  16. ^ (JA) からくりサーカス (3) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  17. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 5, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  18. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 6, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  19. ^ Karakuri Circus 3, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  20. ^ (JA) からくりサーカス (4) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  21. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 7, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  22. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 8, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  23. ^ Karakuri Circus 4, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  24. ^ (JA) からくりサーカス (5) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  25. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 9, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  26. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 10, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  27. ^ Karakuri Circus 5, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  28. ^ (JA) からくりサーカス (6) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  29. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 11, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  30. ^ Karakuri Circus - Battaglia non convenzionale 12, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  31. ^ Karakuri Circus 6, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  32. ^ (JA) からくりサーカス (7) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  33. ^ Karakuri Circus 7, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  34. ^ (JA) からくりサーカス (8) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  35. ^ Karakuri Circus 8, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  36. ^ (JA) からくりサーカス (9) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  37. ^ Karakuri Circus 9, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  38. ^ (JA) からくりサーカス (10) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  39. ^ Karakuri Circus 10, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  40. ^ (JA) からくりサーカス (11) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  41. ^ Karakuri Circus 11, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  42. ^ (JA) からくりサーカス (12) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  43. ^ Karakuri Circus 12, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  44. ^ (JA) からくりサーカス (13) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  45. ^ Karakuri Circus 13, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  46. ^ (JA) からくりサーカス (14) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  47. ^ Karakuri Circus 14, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  48. ^ (JA) からくりサーカス (15) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  49. ^ Karakuri Circus 15, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  50. ^ (JA) からくりサーカス (16) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  51. ^ Karakuri Circus 16, AnimeClick.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  52. ^ (JA) からくりサーカス (17) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  53. ^ Karakuri Circus 17, AnimeClick.it. URL consultato il 6 gennaio 2018.
  54. ^ (JA) からくりサーカス (18) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  55. ^ Karakuri Circus 18, AnimeClick.it. URL consultato il 6 maggio 2018.
  56. ^ (JA) からくりサーカス (19) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  57. ^ (JA) からくりサーカス (20) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  58. ^ (JA) からくりサーカス 21 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  59. ^ (JA) からくりサーカス (22) 少年サンデーコミックス, Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  60. ^ (JA) からくりサーカス 23 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  61. ^ (JA) からくりサーカス 24 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  62. ^ (JA) からくりサーカス 25 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  63. ^ (JA) からくりサーカス 26 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  64. ^ (JA) からくりサーカス (27) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  65. ^ (JA) からくりサーカス (28) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  66. ^ (JA) からくりサーカス (29) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  67. ^ (JA) からくりサーカス 30 (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  68. ^ (JA) からくりサーカス (31) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  69. ^ (JA) からくりサーカス (32) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  70. ^ (JA) からくりサーカス (33) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  71. ^ (JA) からくりサーカス (34) 少年サンデーコミックス, Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  72. ^ (JA) からくりサーカス (35) 少年サンデーコミックス, Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  73. ^ (JA) からくりサーカス (36) 少年サンデーコミックス, Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  74. ^ (JA) からくりサーカス (37) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  75. ^ (JA) からくりサーカス (38) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  76. ^ (JA) からくりサーカス (39), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  77. ^ (JA) からくりサーカス (40) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  78. ^ (JA) からくりサーカス (41) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  79. ^ (JA) からくりサーカス (42) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  80. ^ (JA) からくりサーカス (43) (少年サンデーコミックス), Amazon. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  81. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Karakuri Circus Manga by Ushio & Tora's Kazuhiro Fujita Gets TV Anime, in Anime News Network, 12 marzo 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  82. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Karakuri Circus Anime Gets 36 Episodes, in Anime News Network, 27 marzo 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  83. ^ a b (EN) Crystalyn Hodgkins, Karakuri Circus Anime Unveils Cast, Staff, Video, October Debut, Amazon Streaming, in Anime News Network, 31 luglio 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  84. ^ Roberto Addari, Amazon Prime Video Italia aggiunge Karakuri Circus agli anime dell’Autunno 2018, in MangaForever, 20 ottobre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  85. ^ Karakuri Circus, da oggi su Amazon Prime Video: ultimo PV e nuova key visual, in AnimeClick.it, 10 ottobre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  86. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Karakuri Circus Anime's 2nd Promo Reveals More Cast, Bump of Chicken Opening, October 10 Debut, in Anime News Network, 25 settembre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  87. ^ (EN) Jennifer Sherman, Karakuri Circus Anime's Promo Video Previews Lozareena Ending Song, in Anime News Network, 3 ottobre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  88. ^ (EN) Rafael Antonio Pineda, Karakuri Circus Anime Reveals New Theme Songs' Artists in Promo, in Anime News Network, 20 dicembre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  89. ^ Death Note e Karakuri Circus al 38th Seiun Award: lista vincitori, AnimeClick.it, 13 settembre 2007. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  90. ^ Intervista esclusiva a Goen, AnimeClick.it, 10 settembre 2014. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga