MAO (manga)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mao
マオ
Genereavventura, horror[1]
Manga
AutoreRumiko Takahashi
EditoreShogakukan - Shōnen Sunday Comics
RivistaWeekly Shōnen Sunday
Targetshōnen
1ª edizione8 maggio 2019 – in corso
Tankōbon1 (in corso)

MAO (マオ Mao?)[2] è un manga scritto da Rumiko Takahashi, pubblicato a partire dall'8 maggio 2019 sulla rivista Weekly Shōnen Sunday di Shogakukan, dopo più di un anno dalla conclusione della sua precedente opera, Rinne.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia inizia con Nanoka Kiba, una ragazza che da bambina è andata vicina alla morte a causa di un incidente. Un giorno, mentre passeggia in una strada di negozi abbandonati, si ritrova catapultata nel periodo Taishō, dove incontra Mao, un onmyōji e medico di Ayakashi, i quale potrebbe sapere di più sull'incidente che l'ha coinvolta e su degli strani eventi che la coinvolgono.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Mao (摩緒?)
È il protagonista della storia, misterioso onmyōji e medico di Ayakashi alla ricerca di una creatura chiamata Byōki ("Demone gatto"), da cui è stato maledetto diversi anni prima.
Nanoka Kiba (黄葉 菜花 Kiba Nanoka?)
È la coprotagonista della storia, all'apparenza una normale ragazza che frequenta il terzo anno delle scuole medie. In un incidente di otto anni prima, i suoi genitori persero la vita e anche lei andò vicino alla morte per mano di un mostro, ma in qualche modo riuscì a sopravvivere.
Otoya (乙弥?)
Uno shikigami, assistente di Mao, dall'aspetto di un bambino.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

L'opera viene pubblicata in Giappone su Weekly Shōnen Sunday con cadenza settimanale e, il 18 settembre 2019, viene pubblicato il primo tankōbon[3].

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

GiapponeseKanji」 - RōmajiData di prima pubblicazione
Giapponese
1「MAO 1」 - Mao 118 settembre 2019[4]
ISBN 978-4-09-129310-7
Capitoli
  • 1. Nanoka[5] (菜花 Nanoka?)
  • 2. Mao[5] (摩緖 Mao?)
  • 3. Oltre il gate[5] (門(ゲート)の向こう Geeto no mukou?)
  • 4. Il visconte senza faccia[5] (顔のない子爵 Kao no nai shishaku?)
  • 5. La donna ragno[5] (蜘蛛女 Kumo onna?)
  • 6. La persona maledetta[5] (呪われた者 Norowareta Mono?)
  • 7. L'incidente dello sprofondamento[5] (陥没事故 Kanbotsu Jiko?)
  • 8. Controllare la durata vitale[5] (寿命を操る Jumyō wo ayatsuru?)
2「MAO 2」 - Mao 218 novembre 2019[6]
ISBN 978-4-09-129446-3
Capitoli
  • 9. L'origine dei Kishin[5] (鬼神の出処 Kishin no shussho?)
  • 10. Il lato oscuro dell'organizzazione[5] (教団の裏側 Kyōdan no uragawa?)
  • 11. La restituzione della maledizione[5] (呪い返し Noroi Gaeshi?)
  • 12. La profezia delle venerabile Shoko[5] (鐘呼さまの予言 Shouko-sama no yogen?)
  • 13. La pietra di volta[5] (要石 Kanameishi?)
  • 14. I guardiani della barriera[5] (結界の守人 Kekkai no Moribito?)
  • 15. L'esca[5] ( Otori?)
  • 16. La mascella d'acqua[5] (水の顎 Mizu no agito?)
  • 17. Il ricordo di quel giorno[5] (あの日の記憶 Ano hi no kioku?)
  • 18. L'inizio[5] (始まり Hajimari?)

Capitoli non ancora in formato tankōbon[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti capitoli sono apparsi su Weekly Shōnen Sunday in Giappone, ma non sono ancora stati stampati in formato tankōbon.

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

  • 19. Byoki[5] (猫鬼 Byōki?)
  • 20. Le sette code[5] (七又の尾 Nanamata no o?)
  • 21. Un nuovo involucro[5] (新しい器 Atarashī utsuwa?)
  • 22. Lo shikigami protettore[5] (守護の式神 Shugo no shikigami?)
  • 23. La signora Uozumi[5] (魚住さん Uozumi-san?)
  • 24. Il Ryōunkaku[5] (凌雲閣 Ryōunkaku?)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ANIME NEWS: ‘Inuyasha’ creator’s new manga ‘MAO’ now available, in Asahi Shinbun, 15 giugno 2019. URL consultato il 12 novembre 2019.
  2. ^ Sul volume giapponese e su rivista viene anche segnalata la trascrizione giapponese in katakana. Tuttavia, sul sito ufficiale e nei store online giapponesi, viene solo riportato il titolo "MAO" in caratteri latini.
  3. ^ Mao: ecco il nuovo lavoro di Rumiko Takahashi, in AnimeClick.it, 16 aprile 2019. URL consultato il 27 agosto 2019.
  4. ^ (JA) MAO 1, Shogakukan. URL consultato il 27 agosto 2019.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x In quanto il volume è inedito nell'edizione italiana, il titolo non è quello ufficiale, ma una mera traduzione del titolo originale.
  6. ^ (JA) MAO 2, Shogakukan. URL consultato il 3 novembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]