Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kazuhiro Fujita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kazuhiro Fujita (藤田 和日郎 Fujita Kazuhiro?) (Asahikawa, 24 maggio 1964) è un fumettista giapponese. È principalmente conosciuto per il manga Ushio e Tora, per il quale ha vinto anche un Shogakukan Manga Award nella categoria shōnen nel 1992 ed un Seiun Award nel 1997, e per Karakuri Circus.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi presso la Nihon University, Fujita ha debuttato professionalmente nel 1989 disegnando per Shōnen Sunday. Inizia nel 1990 il manga Ushio e Tora su Weekly Shōnen Sunday, per il quale ha vinto anche un Shogakukan Manga Award nella categoria shōnen nel 1992[1] ed un Seiun Award nel 1997, ed animato in una serie OAV. La serie termina nel 1996 con 33 volumi[2]. Inizia, nuovamente su Shōnen Sunday, Karakuri Circus nel 1998 e poi terminato nel maggio 2006[3] con 426 raccolti in 43 volumi e col quale viene nominato al 38° Seiun Award nel 2007 ma senza vincerlo[4].

Nel 2007, sulla rivista Morning di Kodansha, pubblica The Black Museum Springald, una storia breve composta da 9 capitoli raccolti in 1 volume ambientato nell'Inghilterra vittoriana[5], col primo volume che è risultato quarto nella classifica dei manga seinen più venduti del mese di settembre nella classifica Taiyosha[6]. Torna su Shonen Sunday con l'opera Moonlight Act - L'editto della Luna dal marzo 2008[7] ad aprile 2014[8], poi concluso con 29 volumi.

Nel 2012, insieme ad altri autori, partecipa al progetto di Shogakukan per aiutare le persone colpite dal terremoto del 2011 realizzando alcune illustrazioni[9] e poi disegnando un capitolo autoconclusivo di Ushio e Tora[10] pubblicato in due parti, la prima nel dicembre 2012 e la seconda nel gennaio 2013[11].

Stile ed influenze[modifica | modifica wikitesto]

Le sue opere presentano sempre ambientazioni oscure[12], accentuate da uno stile di disegno con ambientazioni ricche di dettagli grazie allo stile di disegno sporco e rude che da maggiore espressività ai personaggi[13].

In Karakuri Circus introduce l'ambientazione circense e si ispira particolarmente ai karakuri ningyō, le bambole meccaniche giapponesi. Per The Black Museum Springald Fujita si è ispirato ad uno studio folcloristico del professore Jinka Katsuo sulla figura di Jack il saltatore, mentre l'ambientazione è basata sugli edifici realmente esistenti di Londra come il Black Museum, un magazzino in cui venivano conservate le prove dei crimini[13]. In Moonlight Act - L'editto della Luna l'autore prende spunto dalle numerose favole occidentali ed orientali[14], presentando i loro personaggi e sviscerandone la psicologia per mostrare tutte le loro ansie e paure, mostrando di fatto dei personaggi completamente nuovi[15].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (JA) 小学館漫画賞:歴代受賞者, Shogakukan. URL consultato il 19 agosto 2007.
  2. ^ Ushio & Tora ritornano per beneficenza!, Nanodà.com, 30 novembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2014.
  3. ^ È finito Karakuri Circus di Kazuhiro 'Ushio e Tora' Fujita, AnimeClick.it, 25 maggio 2006. URL consultato il 24 settembre 2014.
  4. ^ Death Note e Karakuri Circus al 38th Seiun Award: lista vincitori, AnimeClick.it, 13 settembre 2007. URL consultato il 22 settembre 2014.
  5. ^ Il nuovo manga di Kazuhiro Fujita, creatore di Ushio e Tora, AnimeClick.it, 10 aprile 2007. URL consultato il 24 settembre 2014.
  6. ^ Torna K. Fujita (Ushio e Tora)! Immagini e info sul nuovo manga, AnimeClick.it, 13 ottobre 2007. URL consultato il 24 settembre 2014.
  7. ^ (EN) Daily Links of the Day: Disney, Urushihara, Gundam Seed, Anime News Network, 17 marzo 2008. URL consultato il 24 settembre 2014.
  8. ^ News manga in pillole: Liar Game, Shaman King, Knights of Sidonia, L’Attacco dei Giganti, Mangaforever.net, 17 marzo 2014. URL consultato il 24 settembre 2014.
  9. ^ Yasuhiko, Yamazaki e Fujita disegnano per le vittime dello tsunami, Mangaforever.net, 24 aprile 2012. URL consultato il 24 settembre 2014.
  10. ^ Rumiko Takahashi, Kazuhiro Fujita e Hiromu Arakawa insieme per aiutare i terremotati, Mangaforever.net, 23 ottobre 2012. URL consultato il 24 settembre 2014.
  11. ^ “Ushio e Tora” ritorna a Dicembre e Gennaio, Mangaforever.net, 11 dicembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2014.
  12. ^ Black Museum Springald – Recensione, Mangaforever.net, 7 febbraio 2012. URL consultato il 24 settembre 2014.
  13. ^ a b The Black Museum - Springald di Kazuhiro Fujita: Recensione, AnimeClick.it, 29 ottobre 2009. URL consultato il 24 settembre 2014.
  14. ^ Moonlight Act, Nanodà.com, 11 maggio 2010. URL consultato il 24 settembre 2014.
  15. ^ Moonlight Act di Kazuhiro Fujita: Recensione, AnimeClick.it, 18 giugno 2013. URL consultato il 24 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 7594590