Jiří Bělohlávek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jiří Bělohlávek alla Suntory Hall di Tokyo nell'ottobre 2013

Jiří Bělohlávek (Praga, 24 febbraio 1946Praga, 31 maggio 2017) è stato un direttore d'orchestra ceco. Suo padre era un avvocato e giudice.[1] Da giovane Bělohlávek studiò violoncello con Miloš Sádlo[2] e si diplomò poi al Conservatorio di Praga e all'Accademia delle arti della stessa città. Dopo il diploma studiò direzione d'orchestra, per due anni, con Sergiu Celibidache.[3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bělohlávek vinse il Concorso nazionale ceco di direzione d'orchestra nel 1970 e divenne, per due anni, assistente direttore dell'Orchestra Filarmonica Ceca.[4] Dal 1972 al 1978 diresse la Brno Philharmonic portandola in tournée in Austria, Germania e Stati Uniti. Dal 1977 al 1989 fu direttore principale dell'Orchestra sinfonica di Praga.

Bělohlávek divenne direttore principale della Filarmonica Ceca nel 1990, ma, nel 1991, l'orchestra decise di riorganizzarsi e votò per affidare la direzione a Gerd Albrecht in sostituzione di Bělohlávek. Poiché non volle rimanere sotto Albrecht, Bělohlávek rassegnò le dimissioni nel 1992.[5] Successivamente fondò la Prague Philharmonia (Pražskou komorní filharmonii) nel 1993, dopo che il ministro della difesa della Repubblica Ceca aveva messo a disposizione dei fondi per l'istruzione di 40 giovani musicisti. Bělohlávek aveva fatto delle audizioni di musicisti per la nuova orchestra, ma il ministero ritirò i finanziamenti l'anno dopo. Successivamente giunsero dei finanziamenti privati ed egli fu il primo direttore musicale della nuova orchestra.[3] Sin dal debutto del 1994, egli si è esibito in tutto il mondo ed ha effettuato registrazioni discografiche.[6] Diresse la Prague Philharmonia alla sua prima partecipazione ai BBC Proms nel 2004 in un concerto teletrasmesso.[7] Nel 2005 lasciò l'incarico alla Prague Philharmonia ed ora è il direttore emerito.

Nel 1997, Bělohlávek divenne insegnate di direzione d'orchestra all'Accademia musicale di Praga e divenne direttore principale del Národní divadlo di Praga l'anno seguente.[8] Egli è anche presidente del Prague Spring International Music Festival. Nel dicembre 2010 venne annunciata la sua assunzione a direttore principale della Filarmonica Ceca, a far data dalla stagione 2012-2013, con un contratto iniziale di 4 anni.[9]

Carriera internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1995 al 2000 Bělohlávek fu direttore principale ospite della BBC Symphony Orchestra (BBC SO). Nel febbraio 2005, venne nominato dodicesimo direttore principale, con incarico dal luglio 2006 e con contratto iniziale di 3 anni.[10][11] Bělohlávek è stato il primo direttore ospite ad esser stato nominato direttore principale della BBC SO.[12] La sua direzione alla BBC SO iniziò con la Prima serata delle Proms 2006[13] e diresse Last Night of the Proms nel 2007,[14] primo direttore di Last Night non di lingua madre inglese.[12] Nel settembre 2007 Bělohlávek prolungò il suo contratto con la BBC Symphony fino al 2012.[15][16] Fece una apparizione, nel 2009, a Last Night in A Grand Grand Overture di Malcolm Arnold.[17] Bělohlávek diresse nuovamente la Last Night of the Proms nel 2010[18] e nel 2012.[19] Concluse la sua collaborazione alla BBC SO nel 2012 divenendo direttore emerito.[20] Nell'aprile 2012, Bělohlávek venne insignito dell'Ordine dell'Impero Britannico "per meriti musicali".[21]

In campo operistico Bělohlávek ha diretto Jenůfa, Tristan und Isolde e Rusalka alla Glyndebourne Opera[22] ed ha debuttato al Metropolitan Opera (Met) il 17 dicembre 2004 dirigendo Kát'a Kabanová con Karita Mattila nel ruolo della protagonista.[23] È tornato al Metropolitan nel gennaio e febbraio 2007 per dirigere Jenůfa e ancora nel febbraio e marzo 2009 per Eugene Onegin e Rusalka.

Belohlávek è stato direttore ospite della Rotterdam Philharmonic Orchestra (RPhO) nel 1994 e nell'aprile 2012 è stato nominato direttore principale dalla stagione 2012-2013.[24]

Bělohlávek ha registrato per la Supraphon,[25] Chandos, Harmonia Mundi,[26] Warner Classics,[27], Decca e Deutsche Grammophon.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Beethoven: Complete Piano Concertos - Paul Lewis/BBC Symphony Orchestra/Jiří Bělohlávek, 2010 BBC/harmonia mundi
  • Beethoven: Violin Concerto, Op. 61, "Kreutzer" Sonata - Alexander Melnikov/Isabelle Faust/Jiří Bělohlávek/The Prague Philharmonia, 2007 harmonia mundi
  • Dvorak, Conc. vlc./Rondò/Silent Woods/Songs my mother taught me/Lass mich allein op. 82/Danza slava n. 8 - Weilerstein/Belohlavek/Polonsky, 2013 Decca
  • Dvorak, Danze slave op. 46, 72 - Belohlavek/Czech PO, 2016 Decca
  • Dvorak, Sinf. n. 1-9/Conc. vl./Conc. vlc./Conc. pf. - Belohlavek/Zimmermann/Ohlsson/Weilerstein, 2012/1013 Decca
  • Dvorak, Stabat Mater - Belohlavek/Czech PO, 2016 Decca
  • Dvořák: Rusalka - Ana María Martínez/Brandon Jovanovich/Larissa Diadkova/Mischa Schelomianski/Tatiana Pavlovksaya/Jiří Bělohlávek/London Philharmonic Orchestra/The Glyndebourne Chorus, 2013 Glyndebourne Enterprises - X5
  • Dvorak: Svata Ludmila - Prague Philharmonic Chorus/Jiří Bělohlávek/Czech Philharmonic Orchestra/Bernarda Fink/Peter Mikuláš/Bambini di Praga/Stanislav Matis/Ales Briscein/Eva Urbanova, 2012 ArcoDiva
  • Janácek: Sinfonietta - Martinu: Symphony No. 6 - Suk: Fantasticke Scherzo - Czech Philharmonic Orchestra/Jiří Bělohlávek, 1990 Chandos
  • Smetana: Dalibor - BBC Symphony Orchestra & Singers/Jiří Bělohlávek/Andrew Griffiths, 2015 BBC
  • Smetana: The Bartered Bride - BBC Symphony Orchestra/Jiří Bělohlávek, 2012 harmonia mundi
  • Smetana: Má Vlast - Jiří Bělohlávek/Czech Philharmonic Orchestra, 2018 Decca
  • Tchaikovsky: Eugene Onegin - Thomas Hampson (cantante)/Karita Mattila/Piotr Beczala/Jiří Bělohlávek/The Metropolitan Opera Orchestra & Chorus, 2009 MetOpera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Norman Lebrecht, The man who's changing the sound of the BBC, in The Scotsman, 10 luglio 2006. URL consultato il 6 marzo 2009.
  2. ^ Miloš Sádlo (obituary), in The Telegraph, 23 ottobre 2003. URL consultato il 13 dicembre 2007.
  3. ^ a b Tim Ashley, The sound of freedom, in The Guardian, 1º marzo 2001. URL consultato il 25 aprile 2009.
  4. ^ Allan Kozinn, Czech Philharmonic With Its New Leader, in New York Times, 11 ottobre 1990. URL consultato il 25 ottobre 2007.
  5. ^ John Rockwell, Czech Philharmonic Faces Perilous Times In Dividing Country, in New York Times, 30 dicembre 1992. URL consultato il 25 ottobre 2007.
  6. ^ Geoffrey Norris, I've never been to the Last Night, in The Telegraph, 8 giugno 2006. URL consultato il 27 agosto 2007.
  7. ^ Erica Jeal, Prague Philharmonia (review of Prom 4, 2004), in The Guardian, 24 luglio 2004. URL consultato il 10 settembre 2007.
  8. ^ Graham Melville-Mason, Obituary: Zdenek Kosler, in The Independent, 23 agosto 1995. URL consultato il 16 maggio 2010.
  9. ^ Bělohlávek to become Czech Philharmonic's chief conductor in 2012 [collegamento interrotto], in Prague Daily Monitor, 23 dicembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  10. ^ Jirí Belohlávek appointed Chief Conductor of the BBC Symphony Orchestra, BBC Press Office, 1º febbraio 2005. URL consultato il 28 marzo 2008.
  11. ^ Geoffrey Norris, I'm here to raise the standard, in The Telegraph, 2 febbraio 2005. URL consultato il 27 agosto 2007.
  12. ^ a b Andrew Clark, The quiet cosmopolitan, in Financial Times, 6 luglio 2007. URL consultato il 28 settembre 2007.
  13. ^ Tom Service, BBCSO/Belohlavek, in The Guardian, 17 luglio 2006. URL consultato il 27 agosto 2007.
  14. ^ Tim Ashley, Prom 72, in The Guardian, 10 settembre 2007. URL consultato il 10 settembre 2007.
  15. ^ Stephen Moss, 'If I understand the heckles, I'll respond', in The Guardian, 6 settembre 2007. URL consultato l'8 settembre 2007.
  16. ^ Geoffrey Norris, BBC Proms 2007: Last Night of the Proms, in Telegraph, 10 settembre 2007. URL consultato il 10 settembre 2007.
  17. ^ Edward Seckerson, Prom 76: The Last Night of the Proms, Royal Albert Hall, London, in The Independent, 14 settembre 2009. URL consultato il 19 settembre 2009.
  18. ^ Prom 76: The Last Night of the Proms, su BBC, 11 settembre 2010. URL consultato l'11 settembre 2010.
  19. ^ George Hall, Prom 76: Last Night of the Proms – review, in The Guardian, 9 settembre 2012. URL consultato il 18 settembre 2012.
  20. ^ BBC Symphony Orchestra announces new Chief Conductor, BBC, 23 febbraio 2012. URL consultato il 24 febbraio 2012.
  21. ^ Jiri Bělohlávek awarded an honorary CBE for services to music, BBC, 10 maggio 2012. URL consultato il 12 maggio 2012.
  22. ^ Charlotte Higgins, 'Grumpy? What's that?', in The Guardian, 2 febbraio 2005. URL consultato il 28 settembre 2007.
  23. ^ Anthony Tommasini, A Love Triangle Contorted by Authority Figures, in New York Times, 20 dicembre 2004. URL consultato il 19 settembre 2009.
  24. ^ Jirí Belohlávek CBE vaste gastdirigent Rotterdams Philharmonisch, Rotterdam Philharmonic Orchestra, 13 aprile 2012. URL consultato il 12 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2012).
  25. ^ Andrew Clements, Dvorak: The Stubborn Lovers: Kloubova/ Brezina/ Sykorova/ Belacek/ Janal/ Prague Philharmonia/ Belohlavek, in The Guardian, 2 aprile 2004. URL consultato il 10 settembre 2007.
  26. ^ Andrew Clements, Mozart: Symphonies Nos 35 & 36, Prague Philharmonia/ Belohlavek, in The Guardian, 19 agosto 2005. URL consultato il 10 settembre 2007.
  27. ^ Andrew Clements, Dvorak: Symphonies Nos 5 & 6; Scherzo Capriccioso; The Hero's Song, BBCSO/ Belohlavek, in The Guardian, 3 novembre 2006. URL consultato il 10 settembre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56795361 · ISNI (EN0000 0001 0904 5158 · LCCN (ENn81015323 · GND (DE123752450 · BNF (FRcb138913226 (data)