Malcolm Arnold

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Malcolm Henry Arnold (Northampton, 21 ottobre 1921Norwich, 23 settembre 2006) è stato un compositore, direttore d'orchestra e trombettista inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'età di 17 anni studiò al Royal College of Music di Londra, frequentando i corsi di Composizione con Gordon Jacob e di tromba con Ernest Hall. Nel 1941 vinse il Premio "Cobbet" per la composizione e entrò come Terza Tromba nella London Philharmonic Orchestra, di cui divenne Prima Tromba nel 1942. Durante la guerra fu esonerato dal servizio militare per la sua valenza musicale e dopo una stagione nel 1944 alla BBC Symphony ritornò alla LPO nel 1946. Ma già in questi anni alla carriera di strumentista si era affiancata quella di compositore, producendo un catalogo di brani attraenti, come la Beckus the Dandipratt comedy ouverture Op.5 (1943), registrata nel 1948 dalla LPO sotto la direzione del Direttore Principale Eduard van Beinum. Nello stesso anno vince la Mendelssohn Scholarship, che gli permette di passare un anno in Italia e al suo ritorno decide di concentrarsi interamente alla composizione. La sua esperienza come professore d'orchestra gli è d'aiuto nella composizione e nell'orchestrazione e si costruisce rapidamente una reputazione di compositore fluente e versatile ma anche di brillante orchestratore.

Più che al cinema, con oltre 90 partiture originali ed un totale di 132 colonne sonore, Arnold preferì l'opera concertistica. Nella sua produzione ha scritto brani per quasi ogni genere, per dilettanti e professionisti, comprendendo nove sinfonie, cinque balletti, due opere, 20 concerti, ouverture e danza orchestrali, due quartetti d'archi e altra musica da camera, musica corale, cicli di canzoni e brani per fiati e gruppi d'ottoni., in questo settore, è composta da pezzi per balletti, scene, opere, musica da camera e corale, quartetti, ecc. Ha inoltre composto 9 sinfonie. La caratteristica delle sue partiture cinematografiche sta nella musica a blocco unico, senza presenza di temi aggiuntivi nelle varie situazioni, ma di sviluppo tonale del tema conduttore.

Nel 1958 la colonna sonora del film La locanda della sesta felicità gli fruttò l'Ivor Novello Awards e quella per Il ponte sul fiume Kwai il Premio Oscar. In realtà, il motivo più celebre del film, quello fischiettato dai prigionieri di guerra, si chiama Colonel Bogey March ed è stato scritto nel 1914 da Kenneth J. Alford (al secolo Frederick Joseph Ricketts e conosciuto come The British March King[1]), mentre Malcolm Arnold scrisse una contromelodia (nota come The River Kwai March) che nel film viene suonata dall'orchestra, fuori dallo schermo. Una parte del successo della colonna sonora è da ricercare nel fatto che durante la Seconda guerra mondiale la melodia di Alford aveva simboleggiato il coraggio e la dignità britannica, anche a fronte di un testo offensivo nei confronti di Hitler, (Hitler Has Only Got One Ball).[2][3]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 settembre del 1969 ha diretto la Royal Philharmonic Orchestra nel famoso concerto dei Deep Purple (Concerto for Group and Orchestra) tenutosi nella Royal Albert Hall a Londra.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • 1969 - Bard of the Cornish Gorseth
  • 1970 - CBE
  • 1983 - Fellow of the Royal College of Music
  • 1983 - Honorary R.A.M
  • 1985 - Hon. F.T.C.L.
  • 1985 - Ivor Novello Award per "Outstanding Services to British Music"
  • 1985 - Wavendon Award
  • 1993 - knighthood in the New Year’s Honours List for his services to music.

Laurea Honoris Causa in Musica dalle Università di Exeter, Durham, Leicester, Miami University di Oxford, Ohio.

Il primo Malcolm Arnold Festival ha avuto luogo nell’ottobre 2006 al Royal and Derngate Theatre di Northampton.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Colonel Bogey March (Original). URL consultato il 23 maggio 2020.
  2. ^ “Malcolm Arnold, an introduction to his music”, by Hugo Cole, 13 luglio 2014. URL consultato il 23 maggio 2020.
  3. ^ (EN) Sir Malcolm Arnold. URL consultato il 23 maggio 2020.
  4. ^ https://www.malcolmarnoldsociety.co.uk/the-malcolm-arnold-festival-2020/. URL consultato il 23 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2655382 · ISNI (EN0000 0001 0863 4364 · Europeana agent/base/148484 · LCCN (ENn79140955 · GND (DE118942840 · BNE (ESXX1010157 (data) · BNF (FRcb13890898k (data) · J9U (ENHE987007334061805171 · NDL (ENJA01037023 · CONOR.SI (SL23862371 · WorldCat Identities (ENlccn-n79140955