Il bandito senza nome

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il bandito senza nome
Titolo originale Somewhere in the Night
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1946
Durata 110 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Rapporto 1,37 : 1
Genere giallo, noir
Regia Joseph L. Mankiewicz
Soggetto Marvin Borowsky
Sceneggiatura Howard Dimsdale, Joseph L. Mankiewicz
Produttore Anderson Lawler
Produttore esecutivo Darryl F. Zanuck
Casa di produzione Twentieth Century Fox Film Corporation
Fotografia Norbert Brodine
Effetti speciali Fred Sersen
Musiche David Buttolph
Scenografia James Basevi, Maurice Ransford
Costumi Kay Nelson
Trucco Ben Nye
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il bandito senza nome (Somewhere in the Night) è un film statunitense del 1946 diretto da Joseph L. Mankiewicz.

È un film noir basato sul racconto The Lonely Journey di Marvin Borowsky. Una versione radiofonica del film, interpretata da John Hodiak e Lynn Bari, fu trasmessa nella serie antologica Lux Radio Theatre, il 3 marzo 1947.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo tre anni trascorsi al fronte durante la seconda guerra mondiale, il soldato George Taylor, rimasto gravemente ferito dall'esplosione di una granata, rientra negli Stati Uniti.

Sofferente di amnesia, George cerca di recuperare la sua vecchia identità seguendo una traccia lasciata dal misterioso signor Larry Cravat. Esaminando i documenti che ha ritrovato nel proprio portafoglio, viene a sapere che un amico di nome Larry Cravat ha depositato per lui in banca un'ingente somma di denaro.

Quando cerca di prelevare il denaro, nota gli atteggiamenti sospettosi dell'impiegato di banca e fugge finendo in un night club di Los Angeles. Perseguitato da loschi individui, il suo tentativo di rintracciare il misterioso Cravat a poco a poco lo coinvolge in un complotto in cui un'ingente quantità di denaro è stata illegalmente inviata ad un paese nazista e diversi omicidi sono stati commessi da persone che volevano rubare quel denaro. George scopre che lui e Larry Cravat sono sospettati della paternità di questi crimini.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Joseph L. Mankiewicz su una sceneggiatura di Howard Dimsdale e Joseph L. Mankiewicz con il soggetto di Marvin Borowsky,[1] fu prodotto da Twentieth Century Fox Film Corporation[2] e girato nei 20th Century Fox Studios a Century City e a Bunker Hill, nella Downtown di Los Angeles (per le scene nella residenza di Conroy) in California[3] dal 21 dicembre 1945 al 24 gennaio 1946.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito negli Stati Uniti dal 1º giugno 1946 al cinema dalla Twentieth Century Fox. È stato poi pubblicato in DVD negli Stati Uniti dalla stessa Twentieth Century Fox nel 2005.[2]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[5]

  • in Svezia il 23 settembre 1946 (Jagad i natten)
  • in Spagna il 13 marzo 1947 (Solo en la noche)
  • in Finlandia il 7 novembre 1947 (Takaa-ajettuna yössä)
  • in Portogallo il 4 maggio 1948
  • in Francia il 2 giugno 1948 (Quelque part dans la nuit)
  • in Danimarca l'8 luglio 1964 (Et sted i mørket, in prima TV)
  • in Germania Ovest il 27 ottobre 1977 (Irgendwo in der Nacht, in prima TV)
  • in Belgio (Ergens in de nacht)
  • nei Paesi Bassi (Ergens in het duister)
  • in Grecia (Kapou mes' ti nyhta)
  • in Portogallo (Uma Aventura na Noite)
  • in Italia (Il bandito senza nome)

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è un noir "piuttosto aggrovigliato e un po' verboso" che si avvale però di alcune scene girate in notturna che risultano "assai suggestive" e di una serie azzeccata di personaggi minori "tra cui spicca quello del tedesco Fritz Kortner"[6]. Paolo Mereghetti, nel suo Dizionario dei Film, lo definisce "uno dei noir più affascinanti e meglio girati del periodo"[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il bandito senza nome - IMDb - Cast e crediti completi, imdb.it. URL consultato il 22 agosto 2012.
  2. ^ a b Il bandito senza nome - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione, imdb.it. URL consultato il 22 agosto 2012.
  3. ^ Il bandito senza nome - Luoghi delle riprese, imdb.it. URL consultato il 22 agosto 2012.
  4. ^ Il bandito senza nome - Box office / incassi, imdb.it. URL consultato il 22 agosto 2012.
  5. ^ Il bandito senza nome - IMDb - Date di uscita, imdb.it. URL consultato il 22 agosto 2012.
  6. ^ Scheda di Il bandito senza nome su MYmovies
  7. ^ Dizionario dei Film - 1996, a cura di Paolo Mereghetti, Baldini & Castoldi, Milano, 1996

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema