Il Pianeta dei Morti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Pianeta dei Morti
fumetto
Lingua orig.lingua italiana
PaeseItalia
TestiAlessandro Bilotta
DisegniCarmine Di Giandomenico, Daniela Vetro, Paolo Martinello, Giampiero Casertano, Giulio Camagni, Sergio Gerasi
EditoreSergio Bonelli Editore
1ª edizioneagosto 2008
Periodicitàannuale

Il Pianeta dei Morti è una serie a fumetti dedicata al personaggio di Dylan Dog, creata e scritta da Alessandro Bilotta, disegnata da diversi artisti e pubblicata da Sergio Bonelli Editore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

«Un eroe che ha visto tempi migliori. Una perdita irreparabile. Un mondo abominevole.»

(La casa delle memorie, Dylan Dog Speciale 29[1])

La trama verte su un Dylan Dog più vecchio di quindici anni rispetto al personaggio classico, che vive in una Londra di qualche anno nel futuro. In questo mondo colpito da un’epidemia di morti che ritornano in vita, chiamati Ritornanti, Dylan Dog è un personaggio oscuro e crepuscolare che vive in preda ai sensi di colpa per non aver trovato il coraggio di sparare al suo eterno amico Groucho, portatore del virus che ha contagiato il mondo.

Pur ambientando la serie nel futuro, nelle intenzioni dell’autore c’è quella di attingere a piene mani dalla storia di Dylan Dog[2], come in un’ideale ripartenza. All’origine dell’idea c’è il pensiero che inserire il personaggio in estreme condizioni esistenziali potrebbe riportarlo ad affrontare grandi temi[3].

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

«Quindi un’ambientazione nel futuro, ma non per essere moderni e innovatori, ma per inseguire lo spirito più classico del personaggio. Ecco, proprio questa per me potrebbe essere la definizione di quello che ho cercato di fare con Il Pianeta dei Morti.»

(Alessandro Bilotta[4])

Il primo episodio omonimo è un breve racconto autoconclusivo disegnato da Carmine Di Giandomenico e pubblicato sul numero 2 della collana Color Fest, scritto con l’intenzione di realizzare l’ultima storia di Dylan Dog [5] e quindi per restare unico. A seguito del riscontro avuto da quell’episodio[3], l’autore ne ha realizzati altri due, ancora per il Color Fest numero 10 e per il Gigante numero 22, finché la serie dal 2015 ha trovato posto nello Speciale annuale su cui è ancora in corso di pubblicazione.

Edizione da libreria[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014, in vista della serie annuale in uscita l'anno successivo, Bao Publishing, su licenza di Sergio Bonelli Editore, ha raccolto in un volume da libreria i tre episodi che fanno da prologo alla serie.

  • Dylan Dog - Cronache Dal Pianeta Dei Morti, luglio 2014: contiene le storie pubblicate sul Dylan Dog Color Fest n. 2, sul Dylan Dog Gigante n. 22 e sul Color Fest n. 10.

Gli episodi non sono raccolti secondo l'ordine di pubblicazione, ma seguendo quello narrativo, cominciando dalla fine, ovvero dall'omonima Il Pianeta dei Morti, che è la storia della morte di Dylan Dog, tornando indietro ad Addio, Groucho, che racconta l'origine dell'epidemia e delle vicende che danno inizio alla serie. La narrazione si sviluppa quindi al contrario: il primo episodio in ordine di lettura è quello finale, mentre l’ultimo racconta la genesi della storia. Questa soluzione aumenta ancora di più il senso di disperazione e il pessimismo che si respira nelle pagine [6]. Il volume contiene alcune introduzioni dell'autore che spiegano l'origine della serie, accompagnate dai progetti dei disegnatori che mostrano uno studio laborioso sull'invecchiamento di Dylan Dog che in origine doveva essere "sessantenne e imbolsito, vagamente ispirato a Marlon Brando"[4].

Serie annuale[modifica | modifica wikitesto]

A partire da settembre 2015, Il Pianeta dei Morti trova posto sullo Speciale annuale. Non potendo proseguire dall'ultimo episodio, l'omonimo Il Pianeta dei Morti in cui Dylan Dog muore, le nuove storie raccontano tutto quello che è successo in precedenza e che, secondo le intenzioni dell'autore, terminerà appunto con l'ultima già raccontata.

Speciale nr. Titolo Pubblicazione Soggetto Sceneggiatura Disegni Copertina
29 La casa delle memorie settembre 2015 Alessandro Bilotta Alessandro Bilotta Giampiero Casertano Massimo Carnevale
30 La fine è il mio inizio settembre 2016 Alessandro Bilotta Alessandro Bilotta Giulio Camagni Massimo Carnevale
31 Nemico pubblico n. 1 settembre 2017 Alessandro Bilotta Alessandro Bilotta Sergio Gerasi Marco Mastrazzo
32 Nel nome del figlio settembre 2018 Alessandro Bilotta Alessandro Bilotta Giampiero Casertano Marco Mastrazzo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Bilotta, Carmine Di Giandomenico, Daniela Vetro, Paolo Martinello, Dylan Dog - Cronache Dal Pianeta Dei Morti, BAO Publishing, Milano 2014, ISBN 978-88-6543-237-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dylan Dog Speciale 29, La casa delle memorie, Sergio Bonelli Editore, ottobre 2015.
  2. ^ Andrea Antonazzo, Ritorno al Pianeta dei Morti, in Fumettologica, 17 settembre 2015. URL consultato il 7 ottobre 2016.
  3. ^ a b Salvatore Cervasio e Ilaria Mencarelli, Inserire Dylan Dog in un Pianeta di morti, in Lo Spazio Bianco, 15 settembre 2014. URL consultato il 7 ottobre 2016.
  4. ^ a b Alessandro Bilotta, Carmine Di Giandomenico, Daniela Vetro, Paolo Martinello, Dylan Dog - Cronache Dal Pianeta Dei Morti, BAO Publishing, 2 luglio 2014. ISBN 978-88-6543-237-2.
  5. ^ Gennaro Costanzo, Dal Dylan alternativo a Mercurio Loi, in Comicus, 9 gennaio 2015. URL consultato il 7 ottobre 2016.
  6. ^ Marcello Bertonazzi, Recensione: Dylan Dog – Cronache dal pianeta dei morti, in C4 Comic, 11 giugno 2014. URL consultato il 20 settembre 2018.