Hockey Milano Rossoblu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hockey Milano Rossoblu
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Hockey Milano Rossoblu.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu2.png rosso/blu
Dati societari
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Paese Italia Italia
Confederazione IIHF
Federazione Italia FISG
Campionato Serie B
Fondazione 2008
Presidente Italia Fabio Cambiaghi
Allenatore Italia Massimo Da Rin
Capitano Italia Alessandro Re
Impianto di gioco Stadio del ghiaccio Agorà
(4.000 posti)
Sito web www.hockeymilano.it
Palmarès
Titoli nazionali 1 Serie A2
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

L'Hockey Milano Rossoblu è una squadra di hockey su ghiaccio di Milano. È stata fondata nel 2008, dopo che l'HCJ Milano Vipers, squadra di serie A cinque volte campione d'Italia, venne sciolta il 12 giugno 2008[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Contestualmente alla scomparsa dei Milano Vipers veniva annunciata, per iniziativa di Ico Migliore, ex direttore generale e responsabile tecnico, e Tiziano Terragni, ex responsabile organizzativo, la nascita di una nuova società, l'Hockey Milano Rossoblu[2]. Una petizione[3] ed una raccolta fondi[4] lanciate da un sito internet di tifosi milanesi, convinsero la neonata società ad allestire una squadra, che - mentre nelle intenzioni iniziali avrebbe dovuto prender parte alla serie C Under 26 2008-09[5] - fosse in grado di iscriversi alla serie A2[6].

La conferma dell'iscrizione alla seconda serie arrivò poi l'ultimo giorno utile, il 31 luglio 2008[7]. Nella prima stagione in A2, la panchina fu affidata ad Adolf Insam, già allenatore dell'HCJ Milano Vipers, che lasciò il posto dopo una stagione a Murajca Pajic, già suo vice, per divenire coordinatore tecnico.[8]

Il 28 aprile 2010, la società comunica di aver trovato l'accordo con Massimo Da Rin affidandogli la guida tecnica dell'Hockey Milano Rossoblu per il Campionato Italiano di Serie A2 edizione 2010/11. Una scelta dettata dalla convinzione che il quarantanovenne allenatore di Cortina abbia tutte quelle caratteristiche necessarie per sposare e condurre il progetto tecnico dell'Hockey Milano Rossoblu: esperienza, entusiasmo, mentalità vincente e ottima gestione dello spogliatoio in special modo per quel che riguarda la crescita degli elementi più giovani. Il primo importante traguardo della compagine meneghina arriva il 6 aprile 2012, quando la squadra vince in trasferta gara 6 della finale contro l'HC Gardena diventando così Campione di Serie A2 2011/12; la vittoria conquistata ha inoltre permesso di ottenere un posto in serie A per la stagione successiva.[9]

Con grande sorpresa degli addetti ai lavori la società stringe poi un accordo di collaborazione con la KHL, per la partecipazione dalla stagione sportiva 2013/14 alla Kontinental Hockey League, il secondo campionato di hockey a livello mondiale.[10]. Tuttavia, per vari problemi, soprattutto di natura economica ma anche di impiantistica, l'accordo salterà[11]. Ma durante la stagione in corso, la squadra ha la grande occasione di confrontarsi in una partita amichevole giocata a Leukerbad con l'Avtomobilist Ekaterinburg, una delle formazioni più importanti del massimo campionato di hockey russo[12]. La squadra termina la sua corsa allo scudetto dopo l'eliminazione ai quarti di finale dei playoff da parte del Vipiteno[13].

La stagione 2014/15, dopo vari cambiamenti del panorama hockeistico italiano[14][15][16], inizia con una considerevole modifica dello staff tecnico della società. Viene sostituito infatti l'allenatore in carica Adolf Insam, con il nuovo head coach della squadra Pat Curcio[17] in arrivo in Italia dopo la sua esperienza di allenatore e general manager dei San Francisco Bulls in ECHL. Inoltre la società stringe un accordo di partnership e farm team con la formazione chiavennasca HC Chiavenna che milita nella Serie B italiana[18]. Il grande lavoro compiuto da coach Curcio sulla squadra durante la prima parte di campionato ha portato con sé una nuova mentalità e approccio nel gioco, ciò ha permesso il raggiungimento di un importante obiettivo ovvero la Final Four di Coppa Italia 2014-2015 che si svolgerà, dopo 9 stagioni di assenza (ultima edizione nel 2005/06), proprio al palaghiaccio Agorà di Milano[19]; inoltre vedendo i brillanti successi raggiunti proprio durante la prima fase di regular season la società ha deciso di prolungare la permanenza di Pat Curcio siglando un accordo biennale, dando in questo modo forma e continuità al progetto iniziato[20]. La città, dopo esser stata confermata come sede organizzatrice della fase finale di Coppa Italia, ha anche l'opportunità di ospitare 2 partite amichevoli della Nazionale contro la Polonia. Il Blue Team mancava dal capoluogo lombardo dal 2006 quando si giocò una partita contro la nazionale del Kazakistan in preparazione delle Olimpiadi Invernali di Torino[21]. La stagione sportiva del Milano si conclude con l'eliminazione in semifinale dei playoff da parte dell'Asiago[22].

Poche settimane dopo dall'inizio della regular season il grande entusiasmo vissuto dalla città meneghina, grazie all'importante manifestazione Expo Milano 2015, si è andato a riflettere anche sulla realtà hockeistica milanese; infatti nell'ottobre 2014 l'agenzia di stampa russa ITAR-TASS rese pubblica un'intervista rilasciata dal presidente della società Ico Migliore dove ipotizzava, proprio durante il periodo dell'esposizione universale, lo svolgimento al Mediolanum Forum di un mini-torneo di hockey composto da 4 squadre provenienti dai 2 campionati più prestigiosi del mondo: NHL e KHL[23]. Naturalmente la riuscita di questo evento avrebbe potuto dare una grande visibilità a tutto il movimento italiano, ma data la grande difficoltà organizzativa si è risolto con un nulla di fatto[24]. Un altro importante segnale di crescita dell'hockey milanese che ha caratterizzato la stagione firmata da coach Curcio, arrivò direttamente dal sito ufficiale della MHL, ovvero la Minor Hockey League russa; campionato che accoglie le squadre giovanili della Russia ma anche di altri paesi europei (come per esempio il junior team dei Red Bull Salzburg). Viene proposta infatti l'ammissione della squadra giovanile milanese alla MHL a partire dalla stagione 2015/16 permettendo in questo modo di avere un ottimo punto di partenza per lo sviluppo dei giovani atleti meneghini e italiani; l'importante questione si trova ancora in fase embrionale e tutta da definire[25].

Il 7 dicembre 2014 il sodalizio meneghino è stato insignito con la più alta onorificenza concessa dalla città milanese, l'Ambrogino d'Oro. L'attestato di civica benemerenza è stato assegnato grazie al grande lavoro che la società sta svolgendo sul territorio milanese e lombardo, sia con la propria prima squadra che con le selezioni giovanili[26].

Al termine di una brillante stagione sportiva, con il raggiungimento della semifinale di Serie A e la finale di Coppa Italia, la stagione 2015/2016 inizia con un importante comunicato che è causa di grande perplessità tra gli addetti ai lavori ma soprattutto tra gli affezionatissimi tifosi milanesi: l'Hockey Milano Rossoblu disputerà la Serie B 2015/16 di hockey su ghiaccio[27]. I motivi della retrocessione voluta dalla dirigenza milanese sono da attribuire principalmente alle difficoltà economiche della società, ma il presidente Migliore al momento dell'annuncio ha assicurato che questo passo indietro fa parte di un progetto più grande chiamato "Hockey Milano 2016"; un'iniziativa che traghetterà la compagine milanese attraverso il campionato cadetto dove si investirà maggiormente nel settore giovanile, cercando quindi di far avvicinare più ragazzi a questo sport. Questa importante decisione ha inciso anche sulla rosa dei giocatori e su tutto lo staff tecnico della squadra infatti dopo solo un anno di permanenza a Milano, nonostante il rinnovo biennale già siglato nella stagione passata, viene sostituito l'Head Coach della squadra Pat Curcio con l'attuale allenatore della Nazionale Italiana di Sledge Hockey, Massimo Da Rin che avrà anche il ruolo di coordinatore sportivo del settore giovanile[28]. La stagione termina con l'eliminazione del Milano ai quarti di finale dei playoff da parte della compagine altoatesina dell'Egna[29].

Durante la pausa estiva del 2016 viene annunciato sul sito ufficiale[30] un importante cambio di ruolo come Presidente della società: infatti dopo 8 anni consecutivi di dirigenza Ico Migliore cede il posto al nuovo presidente Fabio Cambiaghi, già presente da 4 stagioni nell'organico dell'Hockey Milano Rossoblu in qualità di vicepresidente. L'ex presidente Migliore continuerà comunque la sua attività all'interno della società occupandosi principalmente delle relazioni con le istituzioni e dei progetti di sviluppo della squadra, anche a livello internazionale.

Palaghiaccio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio del ghiaccio Agorà.

Fin dalla sua fondazione, la squadra gioca le sue partite casalinghe allo Stadio del ghiaccio Agorà, che con i suoi 4000 posti rappresenta al giorno d'oggi la struttura milanese più capiente per gli sport del ghiaccio[31]. Nel settembre 2014, la società che gestisce il palazzetto, raggiunge un nuovo accordo con il Comune di Milano per il prolungamento di altri 30 anni del diritto di superficie, ovvero lo sfruttamento dell'area concessa. Durante questo periodo confluiranno investimenti (circa 4 milioni di euro) necessari per apportare migliorie alla struttura divenuta ormai, da un punto di vista energetico, inefficiente e quindi con costi di manutenzione elevati; infatti il rinnovo dell'impianto di refrigerazione e la costruzione di pannelli solari saranno i primi passi della modernizzazione[32].

Milano però potrebbe ricevere, dopo diverso tempo, un nuovo palazzetto del ghiaccio. La grande occasione arriverebbe da una parte dei terreni utilizzati durante l'Expo Milano 2015 che al termine della manifestazione saranno venduti all'asta e rivalorizzati[33]; già nel marzo 2014 l'Assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, propose la realizzazione di un'area sportiva all'interno della zona Expo dove sorgerebbero degli impianti sportivi polifunzionali tra cui una pista da ghiaccio. In questo modo, una struttura più moderna e capiente potrebbe favorire l'ascesa dell'Hockey Milano verso competizioni nazionali ed internazionali di grande prestigio[34].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2011-2012

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Hockey Milano Rossoblu
  • 2008 - Fondazione dell' Hockey Milano Rossoblu da parte di Ico Migliore e Tiziano Terragni.
  • 2008-09: Serie A2 - 7º in regular season, eliminato ai quarti dei playoff dal Vipiteno. Eliminato al turno preliminare di Coppa Italia.
  • 2009-10: Serie A2 - 6º in regular season, eliminato ai quarti dei playoff dal Vipiteno. Eliminato agli ottavi di finale di Coppa Italia.
  • 2010-11: Serie A2 - 4º in regular season, eliminato in semifinale dei playoff dal Gherdëina.
  • 2011-12: Serie A2 - 2° in regular season, vince in finale dei playoff contro il Gherdëina e Campione Serie A2. Promozione in Serie A. Green Arrow Up.svg
  • Serie A 2012-2013 - 7° in regular season, eliminato ai quarti dei playoff dal Val Pusteria.
  • Elite.A 2013-2014 - 6° in regular season, eliminato ai quarti dei playoff dal Vipiteno.
  • Serie A 2014-2015 - 4° in regular season, eliminato in semifinale dei playoff dall'Asiago. Eliminato in finale di Coppa Italia. Autoretrocessione in Serie B. Red Arrow Down.svg
  • Serie B 2015-2016 - 7° in regular season, eliminato ai quarti dei playoff dall'Egna.
  • Serie B 2016-2017 - in corso

Roster 2016/17[modifica | modifica wikitesto]

Portieri

Numero Nome e Cognome Data di Nascita Nazionalità Altezza Peso
31 Riccardo Pignatti 13-01-1995 ITA 180 82
65 Alessandro Tura 26-05-1991 ITA 182 85

Difensori

Numero Nome e Cognome Data di Nascita Nazionalità Altezza Peso
5 Alessandro Re "C" 20-07-1986 ITA 186 80
6 Andreas Radin 17-04-1994 ITA 180 86
13 Federico Betti 18-05-1985 ITA 185 90
17 Stefan Ilic 27-03-1990 SRB 188 86
21 Andrea Fadani 20-07-1999 ITA 180 73
32 Andrea Schina 09-11-1993 ITA 180 75
46 Niccolò Latin 18-03-1992 ITA 188 93

Attaccanti

Numero Nome e Cognome Data di Nascita Nazionalità Altezza Peso
4 Dominic Perna 16-01-1977 CAN 165 76
8 Andrea Pirelli 08-04-1998 ITA 178 87
9 Alexander Petrov 25-05-1983 EST 183 88
11 Nicola Zandegiacomo 29-06-1997 ITA 174 73
12 Samuele Finessi 15-04-1999 ITA 170 61
14 Simone Asinelli 30-09-1998 ITA 180 82
16 Andrea Vanetti 25-08-1990 ITA 170 70
19 Alessandro Malerba 23-08-1997 ITA 184 80
23 Marcello Borghi 22-03-1993 ITA 185 87
26 Marco Pozzi 17-04-1988 ITA 178 75
55 Stefano Gherardi 30-03-1993 ITA 178 78
61 Matteo Mondon Marin 25-02-1994 ITA 180 93
71 Lorenzo Piccinelli 21-09-1992 ITA 182 85
88 Mattia Alario 03-09-1997 ITA 186 79
91 Tommaso Migliore 02-12-1988 ITA 185 87

Allenatori

Ruolo Nome e Cognome
Head Coach Massimo Da Rin

Roster delle stagioni precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Hockeisti su ghiaccio dell'Hockey Milano Rossoblu

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'Hockey Milano Rossoblu

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Stranieri del Milano Rossoblu[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato ufficiale Hockey Club Junior Milano Vipers, hockeytime.net.
  2. ^ Milano, quale futuro?, milanosiamonoi.com.
  3. ^ Salviamo l'hockey a Milano, firmiamo.it.
  4. ^ 50 euro per Milano, hockeytime.net.
  5. ^ Migliore e Terragni illustrano il progetto del Milano che verrà, milanosiamonoi.com.
  6. ^ Ico Migliore: "La A2 è possibile, milanosiamonoi.com.
  7. ^ Parte la Serie A2, hockeymilano.it.
  8. ^ Pajic nuovo Head Coach, Insam coordinatore tecnico, hockeymilano.it.
  9. ^ Il Milano è in Serie A!!!, hockeymilano.it.
  10. ^ hockeymilano.it, http://www.hockeymilano.it/main/?p=4512 .
  11. ^ la KHL allontana Milano, hockeytime.net.
  12. ^ » Avtomobilist Ekaterinburg vs Hockey Milano Rossoblu
  13. ^ Il Milano non riesce a pareggiare la serie, hockeymilano.it.
  14. ^ FISG: i risultati della XLII Assemblea Elettiva, hockeyghiaccio.net.
  15. ^ Elite A - stagione 2014-15, hockeyghiaccio.net.
  16. ^ Hockey Ghiaccio: Norme Organizzative Federali Annuali, hockeyghiaccio.net.
  17. ^ Pat Curcio è il nuovo coach dell’Hockey Milano Rossoblu, hockeymilano.it.
  18. ^ Accordo di partnership e Farm Team tra Hockey Milano Rossoblu e Hockey Club Chiavenna, hockeymilano.it.
  19. ^ Coppa Italia: la Final Four si giocherà a Milano, hockeytime.net.
  20. ^ Pat Curcio con il Milano per altre due stagioni, hockeymilano.it.
  21. ^ Torna il Blue Team: doppia sfida contro la Polonia, hockeytime.net.
  22. ^ Milano-Asiago 2-5 (0-1; 2-3; 0-1), milanosiamonoi.com.
  23. ^ (RU) Милан в рамках "Экспо-2015" может принять турнир с участием команд НХЛ и КХЛ, itar-tass.com.
  24. ^ BarDown, BarDown: Milan Is Planning On Hosting A 4-Team NHL/KHL Tournament In 2015, www2.tsn.ca. URL consultato il 07 dicembre 2016.
  25. ^ (RU) МХЛ МОЖЕТ ПОПОЛНИТЬСЯ ИТАЛЬЯНСКИМ «МИЛАНОМ» С СЕЗОНА-2015/16, mhl.khl.ru.
  26. ^ Ambrogino d’oro all’Hockey Milano Rossoblu, hockeymilano.it.
  27. ^ » “MILANO HOCKEY 2016” per un “Rinascimento” DELL’HOCKEY, su www.hockeymilano.it. URL consultato il 17 giugno 2015.
  28. ^ » Massimo Da Rin per il Milano per lo sviluppo del futuro, su www.hockeymilano.it. URL consultato il 26 giugno 2015.
  29. ^ http://www.hockeymilano.it/, su www.hockeymilano.it. URL consultato il 13 marzo 2016.
  30. ^ » HCMR: CAMBIAGHI NUOVO PRESIDENTE, MIGLIORE AI PROGETTI SPECIALI E RELAZIONI ISTITUZIONALI., su www.hockeymilano.it. URL consultato il 15 luglio 2016.
  31. ^ Lo Stadio del Ghiaccio, stadioghiaccio.it.
  32. ^ Palazzo del ghiaccio, prolungata di 30 anni la concessione ad Agorà, comune.milano.it.
  33. ^ Expo, pubblicato il bando per il dopo evento, milano.corriere.it.
  34. ^ Rossi, Expo grande occasione per mondo sport, expo2015.regione.lombardia.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]