Hans Hahn (matematico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hans Hahn (Vienna, 27 settembre 1879Vienna, 24 luglio 1934) è stato un matematico austriaco.

Ha contribuito notevolmente allo sviluppo di analisi funzionale, topologia, teoria degli insiemi, calcolo delle variazioni, analisi e teoria degli ordini. È il padre dell'economista Frank Hahn.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hahn ha studiato alla Technische Hochschule di Vienna e in seguito a Strasburgo, Monaco e Gottinga. Ha conseguito l'Habilitation a Vienna nel 1905, dove è diventato professore di matematica nel 1921. Nell'anno accademico 1905-1906 è stato supplente di Otto Stolz all'Università di Innsbruck.

Hahn aveva anche un grande interesse per la filosofia e, prima della Grande Guerra avevo preso parte a un gruppo di discussione che trattava il positivismo di Ernst Mach, con Otto Neurath e Phillipp Frank. Nel 1922 favorì l'ingresso di Moritz Schlick nello stesso sodalizio, che avrebbe portato poi alla fondazione del Circolo di Vienna, gruppo al centro del positivismo logico negli anni '20 del XX secolo.

Il suo allievo più celebre è stato Kurt Gödel, che redasse la tesi di dottorato sotto la sua supervizione nel 1929.

I contributi più significativi di Hahn alla matematica sono il teorema di Hahn-Banach e (indipendentemente da Banach e Hugo Steinhaus) il principio dell'uniforme limitatezza. Tra gli altri teoremi formulati, vi sono il teorema della scomposizione di Hahn, il teorema dell'inserimento di Hahn, il teorema di Hahn–Kolmogorov, il teorema di Hahn–Mazurkiewicz, e il teorema di Vitali–Hahn–Saks.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1921 gli fu assegnato il premio Richard Lieben per la Matematica.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73919644 · ISNI (EN0000 0001 1862 4020 · LCCN (ENn86863877 · GND (DE119296896 · BNF (FRcb12307010z (data)