Guglielmo Cavallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guglielmo Cavallo (Carovigno, 1938) è uno dei massimi studiosi italiani di paleografia e storia della scrittura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in Lettere presso l'Università di Bari nel 1961, assistente di Paleografia e Diplomatica presso lo stesso ateneo fino al 1968, dal 1969 si trasferisce a Roma, prima come assistente di Paleografia greca alla Scuola speciale per archivisti e bibliotecari e poi, dal 1970 al 1974, come professore di Storia della tradizione manoscritta presso l'Università "La Sapienza"; nel 1975 gli è assegnata la cattedra di Paleografia latina nella suddetta Scuola Speciale. Dal 1978 è professore ordinario di Paleografia greca a Roma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Cavallo, Il calamo e il papiro. La scrittura greca dall'età ellenistica ai primi secoli di Bisanzio, Firenze, Gonnelli, 2005
  • G. Cavallo, Dalla parte del libro. Storie di trasmissione dei classici, Urbino, Quattroventi, 2002
  • G. Cavallo, Libri, scritture, scribi a Ercolano, Napoli, Gaetano Macchiaroli editore, 1983
  • G. Cavallo, Ricerche sulla maiuscola biblica, Firenze, Le Monnier, 1967

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro ai benemeriti della cultura e dell'arte
— Roma, 5 settembre 1995

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN110574510 · LCCN: (ENn83033569 · SBN: IT\ICCU\CFIV\014954 · ISNI: (EN0000 0001 2147 6700 · GND: (DE129543063 · BNF: (FRcb12024282j (data)