Guglielmina Carolina di Danimarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guglielmina Carolina di Danimarca
Tischbein - Wilhelmina Caroline of Denmark, Marburg.jpg
Elettrice d'Assia
Langravia d'Assia-Kassel
In carica31 ottobre 1785 –
14 gennaio 1820
PredecessoreMaria di Gran Bretagna
SuccessoreAugusta di Prussia
Nome completoin danese: Vilhelmine Caroline
NascitaPalazzo di Christiansborg, Copenaghen, 10 luglio 1747
MorteKassel, 14 gennaio 1820
Casa realeOldenburg (per nascita)
Assia-Kassel (per matrimonio)
PadreFederico V di Danimarca
MadreLuisa di Gran Bretagna
ConsorteGuglielmo I, Elettore d'Assia
FigliMaria Federica
Carolina Amalia
Federico
Guglielmo

Guglielmina Carolina di Danimarca (Christiansborg, 10 luglio 1747Kassel, 14 gennaio 1820) è stata una principessa danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia di Federico V di Danimarca, e della prima moglie Luisa di Gran Bretagna, figlia di Giorgio II di Gran Bretagna.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 1 settembre 1764[1] a Copenaghen, il principe Guglielmo d'Assia, uno dei sovrani più ricchi dell'epoca.

Guglielmina Carolina e Guglielmo erano cresciuti insieme, poiché Guglielmo e i suoi fratelli vissero alla corte reale danese durante la Guerra dei Sette Anni (1755–1763), poiché sua madre e quella di Guglielmina Carolina erano sorelle. Le fu presentato come compagno di giochi, e già durante la loro infanzia si decise che si sarebbero dovuti sposare quando sarebbero diventati adulti.

Un mese dopo il loro matrimonio, Guglielmina Carolina e Guglielmo lasciarono la Danimarca e si stabilirono in Assia, dove suo suocero diede a Guglielmo la città di Hanau.

Diede al marito quattro figli[2]:

Vita in Assia[modifica | modifica wikitesto]

Durante i primi anni del loro matrimonio, la relazione tra Guglielmina Carolina e Guglielmo fu descritta come felice. Nel 1770, sei anni dopo il loro matrimonio, ricevettero la visita di suo cognato, il principe ereditario Gustavo di Svezia e di suo fratello, il principe Federico, e in quell'occasione il matrimonio tra Guglielmina Carolina e Guglielmo fu favorevolmente paragonato al matrimonio della sorella Sofia Maddalena di Danimarca e Gustavo di Svezia, e fu suggerito alla coppia di visitare la Svezia, con il pensiero non ufficiale che il loro esempio potesse avere un buon effetto su sua sorella e suo cognato.

Tuttavia, questo buon rapporto non sarebbe durato: cinque anni dopo, Guglielmo iniziò una relazione Charlotte Christine Buissine, e in seguito il matrimonio si deteriorò a causa della sua infedeltà e introducendo una successione di amanti ufficiali a corte, con Buissine seguita da Rosa Dorothea Ritter e Karoline von Schlotheim e producendo un gran numero di figli illegittimi.

La stessa Guglielmina Carolina era descritta come bella, distante, gentile e comprensiva: nel 1804 parlava ancora danese senza accento e aveva un forte attaccamento al suo paese natale[3].

Suo marito successe al padre come Guglielmo IX d'Assia-Kassel nel 1785 e nel 1803 fu elevato al grado di elettore d'Assia come Guglielmo I.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1806 l'Assia fu occupata dalla Francia. Suo marito si rifugiò da suo cognato Carlo d'Assia nello Schleswig, mentre Guglielmina Carolina rimase a Kassel fino all'insediamento di un governatore francese, dopodiché si trasferì da sua figlia Carolina Amalia a Gotha.

Trascorse gli anni successivi in esilio, tra lo Schleswig e Praga. Dopo la battaglia di Lipsia, poterono tornare a Kassel, dove fecero il loro ingresso il 21 novembre 1813.

Morì il 14 gennaio 1820 a Kassel.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico IV di Danimarca Cristiano V di Danimarca  
 
Carlotta Amalia d'Assia-Kassel  
Cristiano VI di Danimarca  
Luisa di Meclemburgo-Güstrow Gustavo Adolfo di Meclemburgo-Güstrow  
 
Maddalena Sibilla di Holstein-Gottorp  
Federico V di Danimarca  
Cristiano Enrico di Brandeburgo-Kulmbach Giorgio Alberto di Brandeburgo-Kulmbach  
 
Maria Elisabetta di Holstein-Glücksburg  
Sofia Maddalena di Brandeburgo-Kulmbach  
Sofia Cristiana di Wolfstein Alberto Federico di Wolfstein  
 
Luisa di Castell-Remlingen  
Guglielmina Carolina di Danimarca  
Giorgio I d'Inghilterra Ernesto Augusto di Brunswick-Lüneburg  
 
Sofia del Palatinato  
Giorgio II d'Inghilterra  
Sofia Dorotea di Celle Giorgio Guglielmo di Brunswick-Lüneburg  
 
Éléonore d'Esmier d'Olbreuse  
Luisa di Hannover  
Giovanni Federico di Brandeburgo-Ansbach Alberto II di Brandeburgo-Ansbach  
 
Margherita Sofia di Oettingen-Oettingen  
Carolina di Brandeburgo-Ansbach  
Eleonora Erdmuthe di Sassonia-Eisenach Giovanni Giorgio I di Sassonia-Eisenach  
 
Giovannetta di Sayn-Wittgenstein  
 

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46689338 · CERL cnp02049981 · LCCN (ENnr2001015764 · GND (DE1020853964 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2001015764