Augusta di Prussia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Principessa Augusta di Prussia
Auguste von Hessen-Kassel.jpg
Auguste von Hessen-Kassel
Elettrice d'Assia
In carica 27 febbraio 1821 - 19 febbraio 1841
Nome completo in tedesco Auguste Christine Friederike
Nascita Potsdam, Prussia, 1º maggio 1780
Morte Kassel, 19 febbraio 1841
Casa reale Casato di Hohenzollern
Casato d'Assia-Kassel
Padre Federico Guglielmo II di Prussia
Madre Federica Luisa d'Assia-Darmstadt
Consorte Guglielmo II d'Assia-Kassel, elettore d'Assia
Figli Principe Guglielmo
Principessa Carolina
Principessa Luisa
elettore d'Assia Federico Guglielmo
Maria, duchessa di Sassonia-Meiningen
Principe Ferdinando

Augusta di Prussia, il cui nome completo era Augusta Cristina Federica, principessa di Prussia (Potsdam, 1º maggio 1780Kassel, 19 febbraio 1841), fu la quinta figlia (e terza femmina) di Federico Guglielmo II di Prussia e di Federica Luisa d'Assia-Darmstadt. Fu la prima moglie dell'elettore Guglielmo II d'Assia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 febbraio 1797, a Berlino, Augusta sposò il principe Guglielmo d'Assia-Kassel, il più vecchio dei figli sopravvissuti di Guglielmo IX, langravio di Assia-Kassel. Si trattò di un matrimonio combinato per ragioni puramente politiche, e i due coniugi non andavano molto d'accordo, con rapporti che rasentarono spesso una violenta conflittualità.

Nel 1803 il langravio suo padre venne elevato a principe elettore d'Assia. Guglielmo gli succedette sul trono nel 1821, alla sua morte del padre.

Subito dopo la nascita dell'ultima figlia, il matrimonio di fatto ebbe termine e dal 1815 i due vissero formalmente separati, anche se in un primo momento l'accordo di separazione venne tenuto segreto. Per i successivi dieci anni i due continuarono ancora a scontrarsi a Kassel; Augusta si trasferì poi nello Schloss Schönfeld, mentre Guglielmo visse con la sua amante, e successivamente seconda moglie, Emilie Ortlöpp (1791-1843). La principessa elettrice, molto colta, si oppose politicamente al marito, essendo vicina ad un circolo romantico, noto come Schönfelder Kreis, che prese il nome dalla residenza di Augusta. Oltre alla elettrice e al figlio, fecero in seguito parte di tale circolo personaggi di spicco dell'Assia-Kassel, quali i ministri Ludwig Hassenpflug e Joseph von Radowitz, i fratelli Grimm ed altri intellettuali. Questo circolo venne chiuso nel 1823 dal principe elettore, mentre i suoi membri, qualora fossero funzionari ed ufficiali dello Stato, vennero dispersi in tutta l'Assia; lo stesso principe ereditario fu mandato in una sorta di esilio a Marburgo. In conseguenza di ciò, Augusta nel 1826 andò in esilio, soggiornando all'Aia, Coblenza, Bonn e Fulda, prima di ritornare nel 1831 a Kassel, dato che suo marito, a causa dei moti rivoluzionari degli anni 1830-1831, era stato costretto ad abbandonare, insieme all'amante, l'Assia-Kassel.

Augusta fu una pittrice di talento. Tra le opere da lei lasciate, vi sono anche autoritratti.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo ed Augusta ebbero sei figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Federico Guglielmo I di Prussia Federico I di Prussia  
 
Sofia Carlotta di Hannover  
Augusto Guglielmo di Prussia  
Sofia Dorotea di Hannover Giorgio I d'Inghilterra  
 
Sofia Dorotea di Celle  
Federico Guglielmo II di Prussia  
Ferdinando Alberto II di Brunswick-Lüneburg Ferdinando Alberto I di Brunswick-Lüneburg  
 
Cristina d'Assia-Eschewege  
Luisa Amalia di Brunswick-Lüneburg  
Antonietta Amalia di Brunswick-Wolfenbüttel Luigi Rodolfo di Brunswick-Lüneburg  
 
Cristina Luisa di Oettingen-Oettingen  
Augusta di Prussia  
Luigi VIII d'Assia-Darmstadt Ernesto Luigi d'Assia-Darmstadt  
 
Dorotea Carlotta di Brandeburgo-Ansbach  
Luigi IX d'Assia-Darmstadt  
Carlotta di Hanau-Lichtenberg Giovanni Reinardo III di Hanau-Lichtenberg  
 
Dorotea Federica di Brandeburgo-Ansbach  
Federica Luisa d'Assia-Darmstadt  
Cristiano III del Palatinato-Zweibrücken Cristiano II del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld  
 
Caterina Agata di Rappoltstein  
Carolina del Palatinato-Zweibrücken-Birkenfeld  
Carolina di Nassau-Saarbrücken Luigi Cratone di Nassau-Saarbrücken  
 
Filippa Enrichetta di Hohenlohe-Langenburg  
 

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerd Fenner, Ewald Grothe, Marianne Heinz und Heidrun Helwig: Kurfürstin Auguste von Hessen (1789–1841) in ihrer Zeit. Brüder-Grimm-Gesellschaft Kassel 1995.
  • Ewald Grothe: Kurfürstin Auguste von Hessen-Kassel und der Schönfelder Kreis. In: Bernhard Heidenreich (Hrsg.): Fürstenhof und Gelehrtenrepublik. Hessische Lebensläufe des 18. Jahrhunderts. Wiesbaden 1997, S. 53–60.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN15577536 · ISNI (EN0000 0000 3499 9650 · LCCN (ENn97013805 · GND (DE119314088 · ULAN (EN500072653 · CERL cnp00552744 · WorldCat Identities (ENlccn-n97013805