Grindelia robusta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Grindelia robusta
Grindelia robusta 1OB9.jpg
Grindelia robusta
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Astereae
Sottotribù Machaerantherinae
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Astereae
Sottotribù Machaerantherinae
Genere Grindelia
Specie G. robusta
Nomenclatura binomiale
Grindelia robusta
Nutt.

Grindelia robusta Nutt. è una pianta della famiglia delle Asteraceae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Erba perenne alta fino a 1 metro, con foglie alterne, dentate e semiamplessicauli; capolino formato da fiori giallo-arancio con alla base una foglia modificata avente una spina ricurva che essuda una resina marrone.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Originaria del Nord America, coltivata in Europa

Principi attivi[modifica | modifica wikitesto]

Acidi diterpenici (acido grindelico), flavonoidi (quercetina, crisocriolo, canfora), saponine triterpeniche, olio essenziale (0,5%)

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Dai capolini che secernono la resina balsamica si ricavano preparazioni farmaceutiche sotto forma di sciroppi[2], compresse per il trattamento dei disturbi del tratto respiratorio: asma, bronchite e tosse, con proprietà mucolitiche, antitussive, antifiammatorie e antibatteriche

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grindelia robusta, in The Plant List. URL consultato il 14 dicembre 2016.
  2. ^ Grintuss http://grintuss.it/tosse-grassa-secca-grintuss/grintuss-sciroppo-adulti/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica