Gravina (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gravina
Coa fam ITA di gravina.jpg
FondatoreRollone
EtniaNormanni

I Gravina sono un'importante famiglia aristocratica di origine normanna il cui ramo italiano è di stirpe ducale, discendente da Rollone[1][2][3][4][5], primo duca di Normandia e progenitore, attraverso Guglielmo il Conquistatore[6], di svariate dinastie reali, anche attualmente regnanti, ad esempio l'attuale famiglia regnante inglese[7].

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Il capostipite in Italia fu Silvano[1][2] signore del castello e del feudo di Gravina in Puglia, da cui prese il cognome[1]. Fu figlio di Crispino, signore di Arnes. L'appartenenza della famiglia alla stirpe reale è confermata da Martino I di Sicilia, il quale, in virtù di un giudizio del XV secolo, con suo diploma del 20 novembre 1405 inviato a Catania concedette a Giacomo, capostipite dei Gravina di Sicilia[1][8], la sepoltura nel pantheon reale per sé e per tutti i discendenti. In questo diploma è citato Gilberto, che si distinse nella Prima crociata combattendo assieme ai suoi parenti Boemondo I d'Antiochia e Tancredi d'Altavilla. Il casato si indebolì a seguito del dominio Angioino perdendo molte terre e rendite, restando fedele agli Aragonesi. Vista la fedeltà dimostrata Filippo V concesse ad un Giovanni il titolo di Grande di Spagna[9].

La casata acquisì il cognome Cruyllas, e lo mantenne per tre secoli, quando Girolamo Gravina, IV barone di Palagonia, nel 1531 sposò Contessina Moncada Cruyllas, ultima erede di una famiglia di origine spagnola, che gli portò una ricchissima dote comprendente il feudo di Calatabiano e quello di Francofonte.

La famiglia si divise in molti rami, di cui i principali e principeschi erano: Palagonia, Ramacca, Comitini e Montevago. I loro esponenti occuparono sempre posizioni di rilievo nella storia dell'isola.

Complessivamente la famiglia possedette 9 principati, 5 ducati, 7 marchesati, 3 contee ed oltre 24 baronie[5].

Arma: Troncato, al 1° d'azzurro, a due bande d'oro, accompagnate nel punto sinistro del capo da una stella a dieci raggi d'argento; nel 2° d'azzurro, alla banda scaccata d'argento e di rosso.Cimiero: l'uccello gaipa di bianco. Motto: Spero[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Vincenzo Palizzolo Gravina, Il blasone in Sicilia: ossia, Raccolta araldica pagina 206 (TXT), Visconti & Huber, 1875.
    «Famiglia della stirpe sovrana de' principi normanni, incominciata in Italia da Silvano signore di Gravina castello e terra nella provincia di Bari di cui prese il nome. Era egli figlio di Crispino signore d'Arnes disceso da Rollone o Roberto primo duca di Normandia. [...] e conferma re Martino con suo diploma dato in Catania il 20 novembre 1405 a favore di Giacomo Gravina progenitore dei Gravina di Sicilia».
  2. ^ a b Berardo Candida-Gonzaga, Memorie delle famiglie nobili delle province meridionali d'Italia volume 2 pagina 66, G. de Angelis e figlio, 1875.
    «Questa casa fu originata da Silvano signore di Gravina dalla quale presero il nome i suoi discendenti. [...] figliuolo di Crispino signore di Arnes il quale discendeva da Rollone o Roberto primo Duca di Normandia».
  3. ^ Adrien Richer, Vite de' più celebri marini, P. Tizzano 1824.
    «La nobile famiglia Gravina discende dalla stirpe regia ed antichissima de' principi Normanni conquistatori della Sicilia».
  4. ^ Annuario della nobiltà italiana 1879 pagina 238.
    «La famiglia Gravina prende origine dai Conti di Gravina nel Regno di Napoli, originari dalla R. stirpe dei Principi Normanni».
  5. ^ a b c Mango di Casalgerardo, Nobiliario di Sicilia, A. Reber, 1912.
  6. ^ (EN) Thomas Rose, Historia technica Anglicana, a systematic arrangement of the leading events ... pagina 95.
    «Da Rollo discese Guglielmo il Conquistatore».
  7. ^ (EN) A concise history of England: comprised in a set of easy lessons for ... pagina 295, Munroe & Francis, 1829.
  8. ^ Francesco Maria Gaetani di Villabianca Emanulele, Della Sicilia nobile pagina 90, 1754.
    «Fu incominciata nel nostro Regno da Giacomo Gravina primo Barone di questo Stato».
  9. ^ Adrien Richer, Vite de' più celebri marini, P. Tizzano 1824.
    «Tanta fedeltà validamente documentata innanzi al marchese Grimaldi, all'uopo incaricato, decise l'animo di Filippo V ad accordare a D. Giovanni Gravina duca di S. Michele la grandezza di Spagna di prima classe».

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adrien Richer, Vite de' più celebri marini, editore P. Tizzano, 1824
  • Giovanni Tillio ed Elimando, Nortmandorum successionibus
  • Vincenzo Palizzolo Gravina, Un diploma di Re Martino e la famiglia Gravina della regia stirpe normanna, editore R. Starrabba, Palermo, 1872

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia