Giuliano Castoldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuliano Castoldi
Giuliano Castoldi.jpg
Castoldi con la maglia dell'Ascoli (1975)
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Ascoli (Primavera)
Ritirato 1984 - giocatore
Carriera
Giovanili
Atalanta
Squadre di club1
1966-1967Atalanta0 (0)
1967-1968Solbiatese3 (0)
1968-1970Atalanta18 (0)
1970-1980Ascoli212 (2)
1980-1984Civitanovese107 (3)
Carriera da allenatore
2005-2006AscoliEsordienti
2008-2011AscoliGiovanili
2011AscoliVice
2011-2012AscoliAllievi Naz.
2012-AscoliPrimavera
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 giugno 2013

Giuliano Castoldi (Monza, 3 ottobre 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce calcisticamente nell'Atalanta, che lo manda in prestito alla Solbiatese nella stagione 1967-1968, per farlo riapprodare a Bergamo l'anno seguente. Con i neroazzurri esordisce in Serie A e vi resta anche a seguito della retrocessione tra i cadetti.

Non trovando molto spazio, nell'ottobre del 1970 passa all'Ascoli in Serie C. Con i marchigiani milita per 10 stagioni, in cui colleziona 212 presenze ed ottiene una promozione dalla Serie C alla Serie B (1971-1972 e due dalla B alla A (1973-1974 e 1977-1978) disputando quattro annate nel massimo campionato.

Conclude la carriera con la Civitanovese, formazione con cui in 4 anni ottiene due promozioni e due retrocessioni dalla Serie C1 alla Serie C2 e viceversa. In carriera ha collezionato complessivamente 85 presenze in Serie A e 101 presenze in Serie B.

Castoldi è stato fra i protagonisti di uno degli episodi più curiosi del calcio italiano: durante l'incontro Ascoli-Bologna del 12 gennaio 1975, a pochi minuti dalla fine, sul 3 a 1 per il Bologna, un raccattapalle, Gino Citeroni, rimanda in campo attraverso la rete un pallone calciato in rete da Giuseppe Savoldi; Castoldi calcia la palla sul fondo, e l'arbitro Barbaresco assegna il calcio d'angolo anziché il gol[1].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine della carriera agonistica rimane nel mondo del calcio ricoprendo l'incarico di allenatore delle giovanili dell'Ascoli[2]. Nel 2011 assume il ruolo di vice-allenatore dell'Ascoli collaborando col il tecnico Fabrizio Castori; a partire dalla stagione successiva allena la Primavera bianconera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli: 1971-1972 (girone B)
Ascoli: 1977-1978

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli: 1980

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da Storie di Calcio
  2. ^ Gli Esordienti di Castoldi[collegamento interrotto], tifometro bianconero.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]