Giuliano Carmignola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuliano Carmignola (Treviso, 1951) è un violinista italiano, considerato uno dei più grandi violinisti in attività soprattutto per il repertorio barocco e classico.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Treviso, ha studiato con il padre, con Luigi Ferro al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia successivamente con Nathan Milstein, Franco Gulli all'Accademia Musicale Chigiana e con Henryk Szeryng al conservatorio di Ginevra. Inizia la carriera come solista sotto la guida di direttori d'orchestra quali Claudio Abbado, Eliahu Inbal, Peter Maag e Giuseppe Sinopoli esibendosi nelle più prestigiose sale da concerto. Collabora poi con Umberto Benedetti Michelangeli, Daniele Gatti, Andrea Marcon, Christoph Hogwood, Trevor Pinnock, Frans Brüggen, Paul Mc Creesh, Giovanni Antonini e Ottavio Dantone. Significativa è stata la sua collaborazione con i Virtuosi di Roma negli anni 70 in seguito con i Sonatori della gioiosa Marca, la Venice Baroque Orchestra, l'Orchestra Mozart, l'Orchestre des Champs Elysees, Kammerorchester Basel, il Giardino Armonico e l'Academy of Ancient Music. La sua produzione discografica l'ha portato a collaborare con etichette come Erato, Divox Antiqua, Sony e Deutsche Grammophon GmbH con cui ha attualmente un contratto di esclusiva. Le sue registrazioni hanno ottenuto numerosi e importanti riconoscimenti come Diapason D'Or e Choc du Monde. Tra le incisioni più recenti i concerti per due violini di Vivaldi con Viktoria Mullova e la Venice Baroque Orchestra, l'integrale dei concerti di Mozart con Claudio Abbado e l'Orchestra Mozart e i concerti per violino di Haydn con l'Orchestre des Champs Elysees. Ha tenuto corsi all'accademia musicale Chigiana di Siena e all'Hochschule di Lucerna. È stato insignito del titolo di “Accademico della Reale Accademia Filarmonica di Bologna” e di “Accademico di Santa Cecilia”. Suona lo Stradivari Baillot del 1732 che la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna ha voluto concedergli a motivo della sua levatura artistica e dell'impegno con l'Orchestra Mozart.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85797248 · ISNI (EN0000 0001 0996 4373 · LCCN (ENn81126826 · GND (DE134343786 · BNF (FRcb13976498p (data)