Henryk Szeryng

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Henryk Szeryng nel 1964.

Henryk Szeryng (Żelazowa Wola, 22 settembre 1918Kassel, 3 marzo 1988) è stato un violinista polacco naturalizzato messicano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Henryk Szeryng studiò il violino con Maurice Frenkel (precedentemente assistente di Auer), Carl Flesch (su consiglio di Bronisław Huberman),[1] Willy Hess, Gabriel Bouillon e Jacques Thibaud. A Parigi ricevette lezioni di composizione da Nadia Boulanger e studiò filologia, storia e filosofia alla Sorbonne. Fu uno dei maggiori violinisti del suo tempo ed è famoso per la sua interpretazione delle Sonate e Partite di Johann Sebastian Bach delle quali fece una revisione critica, edita dalla Schott nel 1981.

A Venezia, per il Teatro La Fenice, nel 1960 eseguì il Concerto per violino di Beethoven nel Cortile del Palazzo Ducale, nel 1973 10 Sonate di Beethoven con il pianista Eugenio Bagnoli in tre concerti, nel 1974 Sonate e Partite di Johann Sebastian Bach con la clavicembalista Huguette Dreyfus in tre concerti e nel 1976 tre Sonate di Johannes Brahms con Bagnoli.

A Salisburgo suonò nel 1965, 1967 e 1968 con il pianista Marinus Flipse, nel 1967 il Concerto per violino di Brahms con i Wiener Philharmoniker diretto da Claudio Abbado, nel 1970 il Concerto n. 2 per violino di Béla Bartók con i Berliner Philharmoniker diretti da Seiji Ozawa ed eseguì Sonate di Mozart in concerto con la pianista Ingrid Haebler nel 1970 e 1973, nel 1973 il Concerto per violino n. 7 di Mozart con la London Symphony Orchestra diretta da Karl Böhm e nel 1979 un recital con il pianista James Tocco.

Nel 1975 vinse il Grammy Award for Best Chamber Music Performance per l'album Brahms: Piano Trio No. 3, Op. 101/Schubert: Piano Trio No. 2, d. 929 (Rubinstein Collection, Vol. 73) per la RCA con Arthur Rubinstein e Pierre Fournier e nel 1976 il Grammy Award for Best Chamber Music Performance per l'album Schubert, The Piano Trios - Op. 99 In B-Flat • Op. 100 In E-Flat - Rubinstein/Szeryng/Fournier, del 1975 per la RCA Red Seal.

L’8 febbraio 1988, tenne un ultimo concerto al Teatro alla Scala di Milano in doppia veste di direttore e violinista.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Bach, J.S.: Violin Concertos; Concerto for 2 Violins; Air from Suite No. 3 - Academy of St. Martin In the Fields/Henryk Szeryng/Maurice Hasson/Sir Neville Marriner, 1976 Philips
  • Bach, Sonatas & Partitas - Henryk Szeryng, 1968 Deutsche Grammophon
  • Beethoven, Piano Trios (Complete Beethoven Edition Vol. 9) - Beaux Arts Trio/Eckart Besch/Henryk Szeryng/Pierre Fournier/Thomas Brandis/Wilhelm Kempff/Wolfgang Böttcher, 1997 Deutsche Grammophon
  • Beethoven, Violin Concerto & Violin Romances Nos. 1 & 2 - Bernard Haitink/Henryk Szeryng/Royal Concertgebouw Orchestra, 1986 Philips
  • Beethoven: Sonatas Nos. 5, 8 & 9 for Violin and Piano - Arthur Rubinstein & Henryk Szeryng, 1999 BMG
  • Beethoven, Violin Sonatas "Spring" and "Kreutzer" - Henryk Szeryng & Ingrid Haebler, Philips
  • Brahms: 3 Violin & Piano Sonatas, Opp. 78, 100, & 108 - Arthur Rubinstein & Henryk Szeryng, 1999 BMG
  • Brahms, Violin Concerto & Concerto for Violin and Cello - Bernard Haitink/Henryk Szeryng/János Starker/Royal Concertgebouw Orchestra, Philips
  • Mozart, The Violin Concertos (Vol. 1) - Henryk Szeryng/New Philharmonia Orchestra/Sir Alexander Gibson, 2005 Decca/Philips Complete Mozart Edition
  • Mozart: Sonatas for Piano & Violin, K. 451 & K. 481 - Henryk Szeryng/Ingrid Haebler/New Philharmonia Orchestra/Sir Alexander Gibson, Philips/Decca
  • Mozart: The Great Violin Sonatas, Vol. 2 - Henryk Szeryng & Ingrid Haebler, Philips
  • Paganini, Violin Concertos Nos. 1 & 3 - Henryk Szeryng/London Symphony Orchestra/Sir Alexander Gibson, Philips
  • Saint-Saëns, Violin Concerto No. 3 & Havanaise & Introduction et Rondo Capriccioso - Ravel: Tzigane - Eduard van Remoortel/Henryk Szeryng/Orchestre national de l'Opéra de Monte-Carlo, 1970 Philips
  • Schubert Piano Trio No. 1; Schumann Piano Trio No. 1 - Arthur Rubinstein/Henryk Szeryng/Pierre Fournier, BMG
  • Szeryng, Kreisler e altri tesori per vl - Reiner, 1963 Mercury
  • Szeryng, Szeryng in concert - I grandi concerti per violino, 1962/1976 Decca

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze polacche[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Ufficiale dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ufficiale dell'Ordine della Polonia Restituta
Croce di Cavaliere dell'Ordine della Polonia Restituta - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Cavaliere dell'Ordine della Polonia Restituta
Croce al merito - nastrino per uniforme ordinaria Croce al merito

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine della Corona (Belgio) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Corona (Belgio)
Cavaliere dell'Ordine del Leone di Finlandia (Finlandia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone di Finlandia (Finlandia)
Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)
Commendatore dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia)
Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordre des Arts et des Lettres (Francia)
Corona d'Oro dell'Ordine della grande stella di Iugoslavia (Iugoslavia) - nastrino per uniforme ordinaria Corona d'Oro dell'Ordine della grande stella di Iugoslavia (Iugoslavia)
Commendatore dell'Ordine di San Carlo (Monaco) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Carlo (Monaco)
Commendatore dell'Ordine dell'Istruzione Pubblica (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Istruzione Pubblica (Portogallo)
Commendatore dell'Ordine Civile di Alfonso X il Saggio (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine Civile di Alfonso X il Saggio (Spagna)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boris Schwarz, Henryk Szeryng, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, p. 348

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Henryk Szeryng, Performance directions, in Johann Sebastian Bach, Sonatas and Partitas for violin solo (a cura di Henryk Szeryng, con un contributo di Günter Kehr), Magonza, Schott, 1981, pp. 6-16

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • -, voce Szeryng Henryk, in Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti (diretto da Alberto Basso), Utet, Torino, Le Biografie, Vol. VII, 1988, p. 604
  • Robert C. Bachmann, Henryk Szeryng, in A l'écoute des grands interprètes, Editions Payot, Lausanne 1977, pp. 175–192
  • Tatiana Berford e Philippe Borer, Allusive masterpiece, in «The Strad», n. 1374, (Ottobre 2004), pp. 1032-1039
  • Roger d’Ivernois e Bertrand Favre, Rencontre avec Henryk Szeryng, Ginevra, Pressart 1988
  • Jean-Michel Molkhou, Henryk Szeryng, in Les grands violonistes du XXe siècle. Tome 1- De Kreisler à Kremer, 1875-1947, Paris, Buchet Chastel, 2011, pp. 197–202
  • Henry Roth, Henryk Szeryng, in Violin Virtuosos, From Paganini to the 21st Century, Los Angeles, California Classics Books, 1997, pp. 176–185
  • Boris Schwarz, Henryk Szeryng, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, pp. 347–349
  • Henryk Szeryng, transcribed by Philippe Borer, Cadenza by Paganini Violin Concerto no. 4, First movement, in «The Strad», n. 1374 (Ottobre 2004), 3 pp

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27253341 · ISNI (EN0000 0001 1023 2022 · LCCN (ENn85072674 · GND (DE124691676 · BNF (FRcb139002418 (data)