Pierre Baillot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pierre Baillot, ca. 1810 (foto della Bibliothèque nationale de France)

Pierre Marie François de Sales Baillot (Passy, 1º ottobre 1771Parigi, 15 settembre 1824) è stato un violinista e compositore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fanciullo prodigio, raccolse i primi successi a soli dieci anni, in Francia e in Italia. Il fiorentino Polidori gli diede i primi rudimenti culturali; studiò poi con Sainte Mariein a Roma e fu allievo di Pietro Nardini.

A 20 anni approdò a Parigi, dove conobbe Giovanni Battista Viotti. Fu per lui un avvenimento importante. Con Viotti si perfezionò, e poco dopo venne scritturato come primo violino al Teatro Feydeu. Sempre a Parigi studiò composizione con Luigi Cherubini; nel 1795 fu nominato insegnante di violino nel Conservatorio di Parigi.

Con Napoleone lo troviamo solista all'Opéra Garnier, dal 1821 al 1825. Tenne con successo concerti in Russia e in Svizzera.

Composizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 9 concerti per violino e orchestra
  • Sinfonia concertante per due violini e orchestra, op. 38
  • 3 Quartetti op. 34
  • 12 Trii per due violini e basso
  • Duetti per due violini op. 8 - 16
  • Sonata per violino e pianoforte op. 32
  • Notturni per violino e pianoforte op. 35
  • 25 arie variate per violino e orchestra
  • 12 capricci per violino solo op. 2
  • 24 studi per due violini (opera postuma)

Opere didattiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Metodo per violino in collaborazione con Pierre Rode e Rodolphe Kreutzer
  • Metodo per violoncello in collaborazione con Levasseur, Catel e Baudiot.

Opere scritte[modifica | modifica wikitesto]

  • Notice sur Gréty (1814)
  • Notice sur Viotti (1825)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Boris Schwarz, Pierre Baillot, in Great Masters of the Violin: From Corelli and Vivaldi to Stern, Zukerman and Perlman, London, Robert Hale, 1983, pp. 162-168; tr. it. di Enzo Porta, Pierre (Marie François de Sales), Baillot, in «Esta Quaderni», (rivista ufficiale di ESTA Italia-European String Teachers Association), anno VIII, n. 19 (novembre 1998), pp. 9-14

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14997634 · ISNI (EN0000 0001 0872 6445 · LCCN (ENn89628570 · GND (DE116040505 · BNF (FRcb14470874m (data) · CERL cnp00384876